TPG compra Wind River da Intel

Pubblicato il 6 aprile 2018

Wind River sarà acquisita da TPG, come si apprende da un comunicato stampa rilasciato della stessa società di software.

Intel  aveva acquisito Wind River per 884 milioni di dollari nel 2009 e ora è pronta a cedere la società a TPG,  una società di investimenti, che peraltro ha già una parte di Mcafee.

Il presidente di Wind River, Jim Douglas, e il suo attuale team dirigenziale saranno a capo della nuova  società, una volta conclusa la transazione.

“Il nostro team tecnologico è focalizzato a supportare aziende forti e leader di mercato nei settori in crescita”, ha dichiarato Nehal Raj, partner e head of technology investing di TPG. “Vediamo grandi opportunità di crescita nel mercato del software industriale grazie alla convergenza di Internet of Things (IoT), dispositivi intelligenti e edge computing.  In qualità di leader di mercato, con un solido portafoglio di prodotti, Wind River potrà beneficiare di queste tendenze del mercato. Siamo entusiasti delle prospettive che offre Wind River come società indipendente e pensiamo di investire sull’azienda per una crescita sia organica che inorganica”.

Wind River, fornitore di software e servizi per dispositivi intelligenti e interconnessi,  ha aiutato le aziende tecnologiche di tutto il mondo a produrre dispositivi più sicuri. Il software dell’azienda gestisce  infatti i sistemi informatici delle più importanti infrastrutture moderne, inclusi impianti di produzione, ed è attiva in applicazioni per dispositivi medicali, aerei, ferrovie, automotive e reti di comunicazione. I prodotti e le soluzioni di Wind River consentono a  progettisti, ingegneri e sviluppatori di costruire dispositivi, sensori, gateway e reti intelligenti connessi e che collegano i dati della macchina agli ambienti IT e cloud.

“Questa mossa è stata pensata per allinearci  alle opportunità di crescita offerte dalla strategia ‘data-centric di Intel”, ha affermato Tom Lantzsch, vicepresidente senior e general manager dell’Internet of Things Group di Intel, in una nota. “Wind River rimarrà un importante partner del nostro ecosistema  e continueremo a collaborare per quanto riguarda le infrastrutture critiche software-defined.  Ci aspettiamo che questa transizione sia positiva per i nostri clienti e partner”.

“Questa acquisizione consentirà a Wind River di diventare un fornitore di software indipendente, in una posizione unica per la digital transformation all’interno dei segmenti di infrastrutture critiche, grazie al nostro portafoglio completo edge-to-cloud”, ha affermato Jim Douglas, presidente di Wind River. “Allo stesso tempo, TPG fornirà a Wind River la flessibilità e le risorse finanziarie per alimentare le nostre numerose opportunità di crescita come società di software standalone, che consente di implementare sistemi intelligenti, sicuri e affidabili”.

Non sono stati comunicati termini finanziari. L’accordo dovrebbe concludersi nel secondo trimestre del 2018.

Antonella Pellegrini



Contenuti correlati

  • IAR Systems acquisisce Secure Thingz

    IAR Systems ha stipulato un accordo per acquisire il 100% delle azioni di Secure Thingz, un fornitore di soluzioni di sicurezza avanzate per sistemi embedded, Internet of Things (IoT). Con l’acquisizione, IAR Systems si assicura il ruolo...

  • congatec AG annuncia l’acquisizione di Real-Time Systems 

    congatec ha annunciato l’acquisizione di Real-Time Systems, azienda tedesca con sede a Ravensburg. Fondata nel 2006, RTS è un’azienda di riferimento nello sviluppo di software hypervisor per applicazioni real-time nel mercato embedded. “La strategia della società è...

  • Microchip compra Microsemi per 8 miliardi di dollari

    Microchip Technology ha acquisito Microsemi per circa  8,35 miliardi di dollari, secondo i termini di un accordo definitivo siglato lo scorso 1° marzo. Con questa acquisizione Microchip dovrebbe espandere la propria presenza in alcuni mercati, come quello dello...

  • Microchip: trattative avanzate per acquisire Microsemi

    Microchip sarebbe  in trattative avanzate per acquistare la rivale californiana Microsemi, specializzata nella produzione di chip per l’aerospaziale, le comunicazioni, i data center e i settori industriali. Lo riferiscono fonti di mercato, secondo cui Microchip Technology valuterebbe...

  • Siemens annuncia l’acquisizione di Sarokal Test Systems Oy

    Siemens ha annunciato di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione di Sarokal Test Systems Oy, azienda finlandese con sede a Oulu, fornitrice di soluzioni innovative per la verifica delle reti fronthaul, compresi i collegamenti tra i controllori radio centralizzati e le...

  • Chip: la prima volta di Samsung

    Come ampiamente annunciato, Samsung Electronics ha scalzato dalla vetta della top ten dei chip Intel, al comando della classifica fin dal 1992. Il fatturato del colosso sud-coreano è stato pari a 62,2 miliardi di dollari (14,6% del...

  • Littelfuse completa l’acquisizione di Ixys corporation

    Littelfuse ha annunciato di aver finalizzato l’acquisizione di IXYS Corporation. IXYS è un pioniere globale nel mercato dei semiconduttori di potenza, in particolare semiconduttori con tensione da media ad alta nel mercato industriale, delle comunicazioni, dei dispositivi...

  • AVX Corporation ha acquisito Ethertronics

    AVX Corporation ha acquisito Ethertronics, società nota per i suoi avanzati sistemi di antenne, che sono installati un po’ ovunque, e che spaziano dalle auto connesse alle apparecchiature mediche. Il valore dell’operazione è di 142 milioni di dollari....

  • Prysmian acquisisce General Cable con un’operazione da tre miliardi dollari

    Prysmian, gruppo guidato da Valerio Battista, ha annunciato l’acquisizione del 100% di General Cable Corporation società americana attiva nel settore dei cavi in un’operazione da tre miliardi di dollari. “L’acquisizione di General Cable rappresenta una pietra miliare...

  • Broadcom lancia un’offerta di 103 miliardi di dollari per Qualcomm

    Broadcom ha lanciato un’offerta per rilevare la rivale Qualcomm. In base ai termini dell’offerta, Broadcom mette sul piatto 70 dollari in contanti ed azioni, in una transazione valutata 130 miliardi di dollari. La grandezza dell’operazione sarebbe difficilmente superabile, anche...

Scopri le novità scelte per te x