XMOS, arrivano le MCU per la IoT a velocità Gigabit Ethernet

La nuova famiglia di microcontrollori multicore punta alle applicazioni IoT dove servono alte prestazioni

Pubblicato il 26 marzo 2015

Le applicazioni IoT emergenti stanno richiedendo nuovi livelli di potenza di computing, scalabilità e capacità di banda ai dispositivi elettronici, ed è pensando a tali requisiti che XMOS, la fabless semiconductor company con sede a Bristol, Regno Unito, ha annunciato in settimana il lancio sul mercato di una nuova famiglia di prodotti.

Si tratta della serie di microcontrollori multicore xCORE-200, in grado di integrare in un singolo device 16 processor-core RISC a 32 bit ad alte prestazioni, capaci di fornire fino a 2000 MIPS di potenza computazionale real-time. Inoltre, dichiara XMOS, xCORE-200 si colloca come la prima soluzione Gigabit Ethernet disponibile con livello MAC (medium access control) programmabile e supporto web server.

Questo genere di caratteristiche, spiega XMOS, apre le porte a un nuovo grande insieme di applicazioni IoT (Internet of Things) con velocità di classe Gigabit. Annunciando la nuova famiglia di prodotti, Nigel Toon, amministratore delegato di XMOS, ha sottolineato che i microcontroller xCORE-200 forniscono prestazioni raddoppiate, e una memoria SRAM on-chip quattro volte maggiore, rispetto alla prima generazione di microcontrollori multicore xCORE.

XMOS ha già reso disponibili campioni dei nuovi dispositivi XCORE-200 per i clienti di riferimento, assieme alla evaluation board eXplorerKIT.

Al contempo, nel comparto delle applicazioni audio ad alta risoluzione, la società ha reso nota l’introduzione sul mercato di un’altra serie di dispositivi: la famiglia di processori xCORE-AUDIO. Si tratta di processori indirizzati a soddisfare un’ampia rosa di esigenze, sia nel mercato di tipo consumer, sia in quello professionale.

Le linee di prodotti sono infatti due: xCORE-AUDIO Hi-Res si rivolge ad esempio al mercato emergente degli amplificatori DAC (digital-to-analog converter – convertitore digitale-analogico) USB per cuffie, che permettono di migliorare in modo notevole la qualità del suono e l’esperienza di ascolto di musica o altri contenuti digitali audio.

L’altra linea di prodotti si chiama invece xCORE-AUDIO Live ed è indirizzata alle applicazioni audio professionali e prosumer, tra cui le attrezzature per deejay e le console di mixaggio.

Nella foto: Il microcontrollore multicore xCORE-200

Giorgio Fusari



Contenuti correlati

  • La quarta edizione del sondaggio sull’IoT di Farnell

    Farnell ha presentato i risultati della sua quarta indagine annuale sull’IoT globale, che evidenzia, fra l’altro, una forte crescita dell’IoT in un’ampia gamma di settori. In particolare, quest’anno si è assistito a un cambiamento radicale nell’atteggiamento verso...

  • Accelerare lo sviluppo di applicazioni automotive e IoT che utilizzano motori BLDC

    Per gestire la complessità del software, gli sviluppatori possono usare un driver per motori BLDC dedicato, come A4964KJPTR-T, che integra tutte le funzionalità di controllo motori Leggi l’articolo completo su EO Power 28

  • Comunicazione wireless tra microcontrollori con il protocollo ESP-NOW

    In questo articolo viene descritto un progetto dimostrativo (rielaborato da uno dei tutorial di randomnerdtutorials.com) con cui viene trattato il tema della trasmissione dati tra due microcontrollori, ovvero la comunicazione wireless bidirezionale tra i moduli WiFi ESP8266 mediante...

  • TinyML: un’introduzione (1a parte)

    Questo articolo è il primo di una serie di tre focalizzati su TinyML: in sintesi l’utilizzo delle tecniche di apprendimento automatico (ML – Machine Learning) su microcontrollori a basso consumo e con un numero limitato di risorse a disposizione...

  • Niente più vincoli per i server edge

    Grazie all’integrazione dei processori della linea Xeon D di Intel sui Server-on-Module COM-HPC da parte di produttori come congatec, le installazioni di server edge non sono più confinate nelle sale server, dove l’ambiente è attentamente controllato dal...

  • Microchip amplia la gamma di MCU PIC e AVR a 8 bit

    Microchip Technology ha rilasciato cinque nuove famiglie di prodotti e oltre 60 nuovi dispositivi singoli per il mercato embedded. Questi dispositivi combinano funzionalità ASIC-like con la facilità di sviluppo che estende le funzionalità di MCU tradizionali e...

  • I microcontrollori M3H di Toshiba

    Toshiba Electronics Europe ha comunicato di aver avviato la produzione in serie di 21 nuovi microcontrollori del gruppo M3H quali nuovi prodotti nella classe avanzata della famiglia TXZ+, realizzati con un processo da 40 nm. Il gruppo...

  • Farnell pubblica un nuovo white paper sui sensori smart per IoT

    Farnell ha realizzato un nuovo white paper per supportare i progettisti elettronici nel loro percorso di implementazione di sistemi Internet of Things (IoT). Il saggio in esclusiva, intitolato ‘Sensori Smart – Per l’IoT intelligente’, analizza il mondo...

  • I microcontroller Task-Specific permettono di semplificare i progetti più complessi

    Il trasferimento di task dal microcontroller o microprocessore principale ai microcontroller task-specific aiutano a semplificare il processo di progettazione per un’ampia varietà di applicazioni Leggi l’articolo completo su EO 501

  • I principali vantaggi degli FPGA rispetto alle MCU

    Nel momento in cui si accingono a sviluppare un nuovo sistema elettronico, i progettisti devono prendere una miriade di decisioni; una delle più cruciali è quella riguardante l’architettura del sistema e i dispositivi a semiconduttore impiegati per...

Scopri le novità scelte per te x