Un’analisi di Juniper Networks sulla necessità che i partner di canale integrino l’AIOps nel proprio portafoglio di prodotti

Pubblicato il 28 giugno 2021

Di fronte alla domanda in continua evoluzione di una digitalizzazione che aiuti le organizzazioni a stare al passo con la concorrenza, soprattutto nello scenario attuale, la customer experience è diventata una priorità assoluta per rivenditori, distributori e utenti finali.

Nel corso del 2021, le aziende dovranno trovare soluzioni per aiutare clienti e fornitori a superare le difficoltà semplificando e migliorando i processi di rete, laddove possibile. È opportuno quindi che i rivenditori si concentrino sugli investimenti ampliando la propria offerta di prodotti con tecnologie di networking differenziate che creino valore per i clienti, in un’ottica di semplificazione complessiva.

I nuovi modi di lavorare nel 2021

La flessibilità dovrà continuare a essere la parola d’ordine dell’IT nel 2021, in risposta alla richiesta di una maggiore possibilità di scelta e agilità nel modo di lavorare. In un contesto in cui il lavoro da remoto continua a essere la norma, insieme alla probabile creazione di micro filiali da parte delle imprese nel lungo periodo, per i vendor diventa sempre più interessante fornire ai propri reseller soluzioni IT il più possibile sicure, semplici ed efficaci da gestire. Anziché gestire una rete aziendale unificata, i team IT dovranno essere in grado di occuparsi di tanti ambienti di lavoro remoti quanti sono i dipendenti. Anche se il lavoro a distanza potrebbe diminuire con l’abolizione delle restrizioni sulla pandemia, è probabile che molte aziende adotteranno un approccio di lavoro ibrido che contempli sia il lavoro in presenza sia da remoto.

L’adozione dell’intelligenza artificiale, nello specifico dell’AIOps (Artificial Intelligence for IT Operations), rappresenta una soluzione efficace per poter fornire a tutti i dipendenti, sia in sede sia remoti, il supporto di cui necessitano.

L’AIOps rappresenta una vera rivoluzione nell’industria del networking, grazie alla sua capacità di aiutare le aziende a gestire la connettività end-to-end degli utenti.

Grazie all’automazione e al machine-learning (ML), le soluzioni AIOps riescono a rilevare in modo rapido ed efficace (e molto spesso a risolvere) la causa alla base di centinaia di problemi di connettività dei vari micro-settori.

Le strategie AIOps vendor-agnostic, capaci di acquisire dati da fonti multiple, consentono ai reparti IT di isolare rapidamente eventuali problemi nelle esperienze utenti, con un significativo risparmio di tempo e denaro.

Aggiungere valore in modo efficiente e sicuro

Nei vari settori industriali, si assiste a un incremento della domanda e della necessità da parte delle aziende di spostare asset e servizi business-critical su reti sempre più complesse. L’avvento dei modelli di lavoro ibridi che stanno rendendo la società sempre più mobile ha reso l’esperienza utente wireless di volta in volta più complicata. L’AIOps può semplificare questa complessità favorendo la venuta di una nuova era di funzioni di ricerca e chatbot. L’aggiunta di queste capacità alla rete crea un ambiente con performance costanti e uniformi, senza dover investire risorse IT negli stack di elaborazione dei ticket di assistenza

“I rivenditori ora hanno la possibilità di offrire ai clienti questa capacità integrando l’AIOps nel proprio portfolio di prodotti. L’implementazione di un help desk automatizzato che sfrutta l’autoformazione accelera il processo di risoluzione dei problemi, lasciando ai team IT il tempo di dedicarsi a progetti più innovativi e interessanti”, commenta Dale Smith, Head of Channels UKI di Juniper Networks. “Alla luce di queste circostanze, fornire alle aziende soluzioni AIOps deve essere la priorità assoluta per i rivenditori e questa offerta deve essere necessariamente supportata e protetta da protocolli di sicurezza profondamente integrati”.

Con l’introduzione di micro branch che ampliano in maniera esponenziale la superficie di attacco delle reti, viene a crearsi un livello ulteriore di vulnerabilità che i cybercriminali possono sfruttare per mettere a segno attacchi informatici mirati. Le chatbot, ad esempio, rappresentano una delle principali vulnerabilità dell’AI, nonostante il loro importante valore in termini di semplificazione; quando i team IT introducono questo software in azienda, di fatto creano dei punti deboli potenzialmente sfruttabili. Per compensare questo rischio, i team IT devono mantenere i software costantemente aggiornati e implementare le patch di vulnerabilità per ridurre al minimo le minacce. Di conseguenza, nella scelta delle soluzioni AIOps da introdurre nel proprio portfolio, i rivenditori dovranno assolutamente optare per quelle con protocolli di sicurezza ineludibili.

Distinguersi dalla concorrenza

Guardando ai mesi a venire, risulta evidente che investire nelle soluzioni giuste sarà decisivo per i rivenditori che ambiscono a eccellere in ambito enterprise. Fondamentale a questo riguardo sarà fornire ai propri clienti operation IT basate sull’esperienza che supportano la connettività e facilitano il coinvolgimento dei clienti sempre e dovunque.

Integrare l’AIOps nel proprio portfolio di prodotti, è il metodo migliore per i reseller di attuare questa strategia in modo efficace e farsi largo tra la concorrenza. Considerata l’attuale incertezza dei modelli di lavoro futuri, la capacità dei rivenditori di rendere le reti e le operation IT dei propri clienti più semplici e più sicure è un valore indiscutibile.



Contenuti correlati

  • ADI
    ADI implementa l’AI generativa con SambaNova System

    Analog Devices (ADI) ha annunciato la collaborazione con  SambaNova System per implementare l’AI generativa. L’obiettivo di ADI è quello di guidare la sua trasformazione globale, rendendo l’AI pervasiva in tutta l’azienda. Come parte della fase iniziale dell’implementazione,...

  • HPE
    HPE acquisisce Juniper Networks

    Hewlett Packard Enterprise (HPE) e Juniper Networks hanno annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo in base al quale HPE acquisirà Juniper Networks in una transazione interamente in contanti per 40 dollari per azione, che rappresenta un...

  • Rimozione del rumore in immagini a raggi X basata su algoritmi di deep-learning

    Hamamatsu Photonics ha sviluppato una nuova tecnologia di riduzione del rumore basata su algoritmi di deep learning e su un nuovo metodo di simulazione delle immagini a raggi X Leggi l’articolo completo su EO Lighting33

  • Couchbase
    Più applicazioni e migliori insight in tempo reale, secondo Couchbase il 2024 sarà l’anno dell’Intelligenza Artificiale

    Fabio Gerosa, Sales Director Italy di Couchbase, mette in luce i principali trend tecnologici che caratterizzeranno il prossimo anno La tecnica Retrieval-Augmented Generation (RAG) sarà fondamentale per ottenere risultati fondati e contestuali con l’AI L’entusiasmo per i...

  • Clearbox AI
    I modelli AI per le banche: ecco perché non funzionano

    A cura di Shalini Kurapati, Co-Founder e CEO di Clearbox AI Nel mese di luglio è rimbalzata sulla stampa mondiale la notizia di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori di Stanford e Berkeley in cui...

  • Innodisk
    Da Innodisk un nanoSSD PCIe compatto e con elevate prestazioni

    Innodisk ha realizzato il primo nanoSSD PCIe 4TE3 per design AI edge caratterizzati da elevata miniaturizzazione e prestazioni di elaborazione elevate come quelli 5G, automotive e aerospaziali. Questa soluzione è progettata nel fattore di forma BGA M.2...

  • Snowflake
    AI generativa, come ridurre al minimo i rischi di perdita o furto di dati

    Di Torsten Grabs, Senior Director of Product Management, Snowflake Le aziende hanno rapidamente riconosciuto la potenza dell’AI generativa per alimentare nuove idee e migliorare la produttività. Tuttavia, rendere disponibili dati sensibili e proprietari in modelli linguistici di...

  • AMD
    AMD acquisisce Mipsology

    AMD  ha acquisito Mipsology, azienda specializzata in software AI con sede a Palaiseau, in Francia, con l’obiettivo di potenziare le funzionalità del software di inferenza. AMD precisa che il team aiuterà a sviluppare l’intero stack software di...

  • SolidRUN
    SolidRun presenta Bedrock R7000

    SolidRun ha realizzato un nuovo PC industriale fanless che combina processori AMD Ryzen serie 7040 a 8 core con più acceleratori AI Hailo-8. Il nuovo PC si chiama Bedrock R7000 ed è destinato ad applicazioni di intelligenza...

  • Reti e operazioni più sostenibili con Juniper Cloud Metro

    Juniper Networks ha appena chiuso un altro trimestre di crescita a tre cifre anno su anno per le piattaforme della famiglia Cloud Metro ACX7000. Lo scorso luglio, l’azienda ha annunciato l’ampliamento del portfolio di soluzioni Cloud Metro...

Scopri le novità scelte per te x