Un riferimento di tensione può stabilizzare un pozzo di corrente

Dalla rivista:
Elettronica Oggi

 
Pubblicato il 5 maggio 2011

I circuiti analogici tipicamente utilizzati per testare i componenti passivi come ad esempio le resistenze con tolleranza di precisione dello 0,1% o i Led bianchi a elevata intensità, hanno necessariamente bisogno di una corrente costante e stabile. Utilizzando due amplificatori operazionali e un riferimento di tensione si può realizzare un circuito capace di fornire una corrente stabilizzata nell’intervallo fra 0 e 0,99 A, nonché finemente regolata con granularità di 1 mA. Il circuito illustrato nella figura 1 mostra un pozzo di corrente in grado di erogare sul carico una corrente oltremodo insensibile alle fluttuazioni della tensione di alimentazione.

Fig. 1 - Un riferimento di tensione e due amplificatori operazionali stabilizzano la tensione sulla resistenza R5, la quale a sua volta fornisce una corrente stabile sul carico

L’integrato IC1 lavora come riferimento di tensione e fornisce 5 Vdc costanti consumando appena 500 µA dall’alimentazione, mentre l’integrato IC2 è un amplificatore operazionale quadruplo LM324 di National Semiconductor. L’inseguitore di tensione IC2A è, in pratica, un buffer che serve a separare il riferimento di tensione dal resto del circuito, migliorando ancor di più la stabilità funzionale del sistema.

La resistenza R2 e il potenziometro R3 costituiscono un divisore di tensione variabile che può ridurre il valore di riferimento di 5 V in un preciso valore compreso fra 0 e 3,26 V, mentre l’amplificatore a guadagno unitario IC2D comanda la base del Q1, un transistor di potenza in configurazione Darlington con guadagno in corrente di 750, attraverso la resistenza R4. Quest’ultima forma insieme al C5 un filtro passabasso che serve a prevenire le oscillazioni.
Invero, si può comandare il transistor Q1 con una corrente di base relativamente piccola, ma la capacità C4 posta fra collettore e base serve a garantire ulteriore stabilità per un più ampio intervallo di valori di corrente.

Configurato come inseguitore di emettitore il Q1 può pilotare i carichi sia passivi che attivi e, per esempio, sia i carichi resistivi che i gruppi di Led a elevata intensità. Poiché l’emettitore del transistor Q1 è connesso a massa attraverso la resistenza di potenza R5 da 3,3 Ohm, ne consegue che la tensione sul pin 14 dell’integrato IC2D stabilisce anche la tensione sopra questa resistenza R5, la quale fissa il valore della corrente sull’emettitore del Q1. L’elevato guadagno del transistor Q1 assicura che la corrente nel carico risulti sempre effettivamente la medesima corrente che esce dall’emettitore del Q1

Suded Emmanuel, Emmanuel’s Controls



Contenuti correlati

  • Mouser
    Il ruolo dei componenti passivi in un eBook di Mouser e Bourns

    Mouser Electronics, in collaborazione con Bourns, ha pubblicato un nuovo eBook  focalizzato sul ruolo dei componenti passivi nelle applicazioni elettroniche emergenti, come per esempio le energie rinnovabili, i veicoli ibridi ed elettrici. Anche se sono sempre stati...

  • Le migliori applicazioni per l’IoT nel nuovo mondo degli IC di power management: una panoramica

    Questo articolo analizza la tecnologia delle batterie per l’Internet of Things (IoT). Descrive alcuni dei problemi di alimentazione che i progettisti devono affrontare e fornisce le soluzioni proposte da Analog Devices. Queste soluzioni sono altamente efficienti e...

  • IC Insights: le quote del mercato degli IC su base geografica

    Secondo i dati di un recente report di IC Insights , le società cinesi detengono solo il 4% della quota di mercato globale di IC. Le aziende con headquarter negli Stati Uniti infatti hanno conquistato il 54%...

  • L’industria degli IC al centro della possibile riunificazione fra Taiwan e Cina

    Insieme, Cina e Taiwan detengono circa il 37% della capacità globale di produzione di circuiti integrati, quasi 3 volte quella del Nord America e l’aggiornamento di ottobre di IC Insights al rapporto McClean, sottolinea questo e altri...

  • Le nuove resistenze di precisione di Vishay

    Vishay Intertechnology ha annunciato di aver ha ampliato la sua serie di resistori di precisione Flat Chip TNPU e3 a film sottile Automotive Grade con versioni con coefficienti di temperatura fino a ± 2 ppm/K e package...

  • L’andamento delle consegne di IC

    In base ai dati dell’aggiornamento di aprile dell’edizione 2020 di The McClean Report, che analizza il settore dei circuiti integrati, IC Insights prevede che, nel 2020, le spedizioni in tutto il mondo registreranno per la prima volta,...

  • LEM completa la sua gamma di sensori di corrente miniaturizzati

    LEM ha ampliato la sua gamma di sensori miniaturizzati per la misura della corrente in AC e DC. La serie HMSR è formata da sensori di corrente Open-loop ad effetto di Hall su ASIC per valori da...

  • Componenti passivi robusti

    Condensatori Condensatori ceramici Con i condensatori più comunemente usati, i chip ceramici (MLCCs – Multi Layer Ceramic Capacitor), il tema della robustezza inizia a porsi già in fase di lavorazione del componente all’interno del processo di fabbricazione...

  • Digimax acquista Velco

    Digimax, società attiva nella distribuzione di alimentatori per il mercato industriale con sede ad Altavilla Vicentina, ha effettuato l’acquisizione di Velco SpA nella giornata di venerdì 31 luglio 2015. La società acquisita, anch’essa vicentina, distribuisce importanti marchi...

  • Conrad, accordo con Würth Elektronik

    Conrad ha siglato un nuovo accordo di distribuzione con Würth Elektronik. Secondo i termini dell’accordo, Conrad Business Supplies offrirà una vasta gamma dei più recenti componenti passivi, optoelettronici ed elettromeccanici di Würth Elektronik in Europa attraverso il...

Scopri le novità scelte per te x