Un’opportuna regolazione in corrente permette di ottenere maggior potenza da un mosfet

Dalla rivista:
Elettronica Oggi

 
Pubblicato il 4 febbraio 2010

Alcuni circuiti di polarizzazione tipicamente usati per i transistor mosfet di potenza impiegano interruttori BCD (Binary Coded Decimal) per erogare e stabilizzare la corrente. Tuttavia, non è facile trovare in commercio dei commutatori BCD capaci di regolare più di 25 mA con adeguata qualità. Si può ovviare a questo inconveniente implementando il chip di monitoraggio della corrente a quattro pin Zetex ZXCT1010, il quale può regolare la corrente direttamente sul transistor senza bisogno di farla passare attraverso i BCD. Come si vede in figura 1, la corrente di carico è determinata dalla tensione applicata sulla resistenza RSENSE. Perciò la tensione su R1, che è la resistenza da 100 Ohm, è la medesima applicata su RSENSE e produce una corrente di uscita su R1 pari a IOUTx100=ILOADxRSENSE dove VOUT=IOUTxROUT e dove ILOAD è la corrente sul carico, mentre VOUT e IOUT sono i rispettivi valori di uscita per tensione e corrente. Ora si può usare la tensione di uscita come tensione di controllo per regolare la corrente sul carico.

Fig. 1 – Si può regolare la corrente su un mosfet senza bisogno di farle attraversare il BCD e ottenendo così maggior potenza in uscita

Un’utile applicazione di questo circuito è la ricarica degli accumulatori negli apparecchi portatili. In tal caso si può far lavorare il circuito a 18 V e usare un mosfet di potenza a canale N Fairchild Semiconductor IRF520 dotato di dissipatore in alluminio e capace di erogare fino a 9,2 A grazie alla bassa resistenza collettore/emettitore di 0,27 Ohm che si aggiunge al carico. Per la regolazione dell’IRF520 si usa una retroazione basata su un amplificatore operazionale applicato sul carico. In questo modo la massima corrente d’uscita è di 1 A e il valore della resistenza RSENSE è di 0,1 Ohm. La scheda PCB può avere un’impedenza tipica altrettanto bassa, peraltro facilmente calcolabile considerando 35 µm di spessore.

Gli interruttori BCD sono in parallelo insieme alle resistenze che vanno da 125 a 100k Ohm e permettono di regolare la tensione d’uscita sull’ingresso negativo dell’amplificatore operazionale. Le equazioni per calcolare i valori delle resistenze sono le seguenti: VSENSE=RSENSExILOAD, IOUT=RSENSExILOAD/100 e R0=VREFx100/(RSENSExILOAD). Se si sceglie il valore di 0,1 Ohm per la RSENSE e il valore di 0,1V per la tensione di riferimento, ecco che l’equazione diventa R0=100/ILOAD. Applicando questa equazione si possono calcolare i quattro valori delle resistenze applicate per ciascuno dei tre BCD e quindi determinare esattamente quanta corrente attraversa ciascun resistore.

Per correnti rispettivamente di 800, 400, 200, 100, 80, 40, 20, 10, 8, 4, 2 e 1 mA le corrispondenti resistenze hanno valori di 0.125, 0.25, 0.5, 1, 1.25, 2.5, 5, 10, 12.5, 25, 50 e 100 k Ohm. Pertanto, se la corrente di carico è di 1 A, allora la corrente di uscita è di 1 mA, mentre se la corrente di carico è di 1 mA allora la corrente di uscita è di 1 µA. Si tenga, infine, presente che la superficie del transistor IRF520 è al potenziale del collettore.

Gyula Diószegi e János Nagy, Divelex, Budapest, Ungheria



Contenuti correlati

  • Infineon
    Infineon presenta i MOSFET OptiMOS 7 da 80 V per applicazioni automotive

    Infineon Technologies ha introdotto il primo prodotto nella sua nuova tecnologia MOSFET OptiMOS 7 80 V. Siglato IAUCN08S7N013, il nuovo componente offre una densità di potenza particolarmente elevata ed è disponibile nel package SMD SSO8 5 x...

  • Infineon
    Infineon presenta i MOSFET OptiMOS 6 da 200 V

    Infineon Technologies ha annunciato la famiglia di MOSFET OptiMOS 6 da 200 V. La nuova gamma è progettata per offrire prestazioni ottimali in applicazioni quali scooter elettrici, micro-veicoli elettrici e carrelli elevatori elettrici. Il produttore precisa che...

  • Ottimizzazione di inverter basati su dispositivi in GaN per il pilotaggio di motori BLDC

    Grazie alle superiori prestazioni di commutazione dei dispositivi in GaN, gli inverter che li utilizzano possono essere ottimizzati riducendo il numero di componenti, diminuendo così il volume complessivo dell’inverter rispetto a quelli basati su MOSFET a bassa...

  • Dispositivi di potenza a semiconduttore: una panoramica

    Questo articolo è una panoramica sui dispositivi di potenza a semiconduttore e sul relativo potenziale applicativo nei sistemi e apparati elettronici in termini di prestazioni alle alte tensioni, alte correnti, densità di potenza e velocità di commutazione...

  • Toshiba Electronics Europe
    Toshiba introduce nuovi MOSFET a canale P

    Toshiba Electronics Europe ha annunciato due nuovi MOSFET a canale P da 60V basati sul processo U-MOS VI dell’azienda. I nuovi MOSFET XPH8R316MC e XPH13016MC sono qualificati in conformità allo standard AEC-Q101 per l’affidabilità automotive. Le connessioni...

  • ROHM
    ROHM: nuova line-up di MOSFET da 600 V compatti

    ROHM ha aggiunto alla sua offerta una line-up di MOSFET Super Junction compatti da 600 V. I modelli sono siglati rispettivamente R6004END4, R6003KND4, R6006KND4, R6002JND4 e R6003JND4. Si tratta di dispositivi utilizzabili per piccoli alimentatori per illuminazione,...

  • L’apprendimento automatico nell’industria dei circuiti stampati

    Questo articolo ha l’obiettivo di comprendere come la tecnologia di apprendimento automatico possa contribuire a un migliore rilevamento dei guasti nei PCB nella catena di montaggio e in quali parti della catena di montaggio è stata applicata...

  • Infineon Technologies
    Infineon presenta i MOSFET di potenza OptiMOS 7 a 15 V

    Infineon Technologies ha presentato la sua nuova famiglia OptiMOS 7, una serie di MOSFET di potenza trench a 15 V che si rivolge principalmente alla conversione DC-DC ottimizzata per server, computing, data center e applicazioni di intelligenza...

  • Farnell
    Disponibile da Farnell la gamma di MOSFET di potenza di Toshiba

    Farnell ha aggiunto alla sua offerta oltre 250 nuovi prodotti Toshiba, tra cui una nuova gamma di MOSFET di potenza a canale N. I nuovi prodotti aggiunti sono relativi sia all’alta tensione, circa 600V-650V, sia alla bassa...

  • nexperia
    Nexperia e Mitsubishi Electric siglano una partnership strategica per i MOSFET SiC

    Nexperia ha annunciato di aver stretto una partnership strategica con Mitsubishi Electric Corporation per lo sviluppo congiunto di MOSFET al carburo di silicio (SiC). Questa collaborazione vedrà Nexperia e Mitsubishi Electric unire le forze per migliorare l’efficienza...

Scopri le novità scelte per te x