TÜV NORD Mobilität certifica il wBMS di Analog Devices

Pubblicato il 5 aprile 2022

Il Wireless Battery Management System (wBMS) di Analog Devices è stato certificato secondo lo standard di ingegneria e gestione della cybersecurity per il settore automotive ISO/SAE 21434.

TÜV NORD Mobilität, l’ente certificatore per questa attestazione, ha dichiarato infatti che il wBMS di ADI è il primo sistema automotive certificato secondo le norme ISO/SAE 21434. La valutazione ha confermato che ADI ha adottato, durante la fase di sviluppo del prodotto, misure che garantiscono l’aderenza ai requisiti CAL 4.

“Abbiamo condotto una valutazione rigorosa per verificare che il wBMS di ADI fosse conforme ai requisiti ISO/SAE 21434. Con ADI, che ha preso in considerazione le condizioni di classificazione CAL 4 durante lo sviluppo del prodotto, le misure di garanzia della cybersicurezza soddisfano i requisiti più elevati”, ha dichiarato Leif-Erik Schulte, VP senior di TÜV NORD Mobilität. “Questa certificazione di sistema è un elemento chiave per rafforzare la fiducia in tutto l’ecosistema dell’elettrificazione – dall’energy storage, agli OEM fino ai consumatori – al fine di supportare l’adozione dei veicoli elettrici e contribuire a ridurre le emissioni”.

“I veicoli privati sono tra i principali artefici del riscaldamento globale e l’accelerazione nell’adozione dei veicoli elettrici gioca un ruolo fondamentale nel raggiungimento di un futuro sostenibile”, ha dichiarato Roger Keen, General Manager di Battery Management Systems presso Analog Devices. “Migliorare la sicurezza e la precisione delle batterie EV può aiutare gli utenti finali a dissipare eventuali dubbi nella valutazione dell’acquisto e può spingere gli OEM a espandere la loro offerta EV. Con questa certificazione, ADI può fornire trasparenza continua e distribuzione seamless all’interno della supply chain delle batterie EV per progredire verso la visione di un mondo più green. Inoltre, viene ulteriormente accelerato il time-to-market dei nostri clienti consentendo loro di risparmiare tempo per lo sviluppo della cybersecurity e i relativi investimenti infrastrutturali”.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x