Toshiba Electronics: nuova generazione di MOSFET per apparecchiature alimentate a batteria

Pubblicato il 6 dicembre 2011

Toshiba Electronics Europe ha presentato una nuova generazione di MOSFET a media potenza per la gestione dei circuiti di alimentazione dei dispositivi portatili. Gli ultracompatti transistor MOSFET SSM3J13xTU soddisfano i requisiti di commutazione a bassa potenza, alta velocità e alta corrente dei circuiti di alimentazione periferici, in applicazioni come telefoni cellulari, fotocamere digitali e altre apparecchiature alimentate a batteria.

Realizzati con la tecnologia di processo Toshiba U-MOSVI a canale P, i MOSFET SSM3J133TU, SSM3J134TU e SSM3J135TU hanno una corrente di drain nominale (ID) pari rispettivamente a -5,5 A, -3,2 A e -3,0 A. Tutti i dispositivi hanno una tensione nominale tra drain e source (VDSS) pari a 20 V e una tensione nominale tra gate e source (VGSS) pari a ±8 V. Oltre alla tensione massima tra gate e source, i MOSFET presentano una tensione di soglia di gate (Vth) non superiore a 1,0 V, il che permette di avere commutazioni stabili già a partire da 1,5 V. Grazie a queste commutazioni a bassa tensione, i dispositivi SSM3J133TU, SSM3J134TU e SSM3J135TU sono l’ideale per realizzare alimentatori di tipo switching.

I nuovi MOSFET a canale P garantiscono valori ottimali di efficienza e velocità di commutazione grazie a un design che riduce al minimo la resistenza di conduzione (RDS(ON)) e la capacità di ingresso (Ciss). Poiché i modelli SSM3J133TU, SSM3J134TU e SSM3J135TU offrono diversi valori nominali di (RDS(ON))  e Ciss, i progettisti hanno la possibilità di scegliere il dispositivo ottimale per la propria applicazione: SSM3J133TU, con la (RDS(ON)) più piccola, per ridurre le perdite, oppure SSM3J135TU, con la Ciss più piccola, per aumentare la velocità di funzionamento. Il modello SSM3J134TU offre invece un buon compromesso tra perdite e velocità di commutazione. Oltre a questi tre MOSFET, il modello SSM3J132TU presenta una (RDS(ON)) non superiore a 98 mohm una tensione tra gate e source di 1,2 V.

Tutti i nuovi MOSFET sono forniti in contenitori UFM a montaggio superficiale che occupano un’area di appena 2,0 mm x 2,1 mm, con uno spessore di soli 0,7 mm. Grazie al design piatto, questo contenitore può dissipare una potenza di 500 mW, con lo stesso ingombro superficiale del classico SOT-323.



Contenuti correlati

  • Raffreddamento sul lato superiore per i nuovi MOSFET di onsemi

    Presso lo stand onsemi, a electronica 2022, i visitatori possono vedere i nuovi dispositivi MOSFET con raffreddamento sulla parte superiore concepiti per semplificare il lavoro dei progettisti che sviluppano applicazioni particolarmente complesse in campo automotive, come il...

  • GaN e silicio: la sfida

    La tecnologia GaN continuerà a migliorare in termini di prestazioni e costi, mentre i consolidati MOSFET al silicio non possono evolversi di molto, perché i limiti del cristallo di silicio sono stati raggiunti diversi anni fa   ...

  • Nexperia presenta MOSFET a 12 e 30 V per applicazioni con spazio limitato

    Nexperia ha introdotto i trench MOSFET a canale N PMCB60XN e PMCB60XNE a 30 V nel package ultracompatto DSN1006 per applicazioni dove lo spazio è limitato e l’autonomia della batteria è un fattore fondamentale . I nuovi...

  • Nuovo MOSFET a 24V da Magnachip

    Magnachip Semiconductor ha presentato un nuovo MOSFET a 24V utilizzabile per gli auricolari wireless. Il nuovo componente soddisfa l’obiettivo dei progettisti di prolungare la durata della batteria dopo una ricarica rapida. Il design della terminazione e dei...

  • I MOSFET in package DFN0603 di Nexperia

    Nexperia ha rilasciato una nuova gamma di MOSFET da 20 V e 30 V nel package DFN0603. Il produttore offre già dispositivi di protezione ESD in questo formato, ma ora è riuscito a realizzare dei MOSFET con...

  • “Time-to-resolution”: il parametro chiave nella selezione della strumentazione T&M

    La capacità di memoria, la velocità di misura e i parametri della frequenza di campionamento sono da tempo gli elementi su cui si basa la progettazione degli strumenti di test e misurazioni. Tuttavia, i principali produttori di...

  • Un fusibile elettronico da 10 A per realizzare una protezione da sovracorrente compatta per alimentatori a 48 V

    Per la protezione da sovracorrente, solitamente vengono utilizzati fusibili ripristinabili. Tuttavia questi dispositivi sono piuttosto voluminosi, lenti nel rispondere, presentano ampie tolleranze nella corrente di soglia e devono essere sostituiti dopo uno o più interventi. Questo articolo...

  • Come scegliere il giusto MOSFET di potenza

    Scegliere il giusto MOSFET di potenza per una determinata applicazione potrebbe risultare complicato, ma con un po’ di conoscenza e le giuste indicazioni diventa tutto più semplice. In questo articolo verranno discussi alcuni fattori chiave da prendere...

  • Quattro nuovi MOSFET a supergiunzione da 650V da Toshiba

    Toshiba Electronics Europe ha aggiunto altri quattro MOSFET di potenza a supergiunzione a canale N da 650V alla sua serie DTMOSVI. I nuovi dispositivi possono essere utilizzati principalmente in applicazioni quali l’alimentazione in campo industriale e per...

  • Da Toshiba un nuovo MOSFET di potenza a canale N da 150V

    Toshiba Electronics Europe ha annunciato un nuovo MOSFET di potenza a canale N da 150V che utilizza il processo U-MOSX-H di ultima generazione per ridurre significativamente le perdite. Tra le altre caratteristiche di questo nuovo componente c’è...

Scopri le novità scelte per te x