TI: per una maggiore autonomia, arrivano i nuovi FET GaN automotive

Pubblicato il 12 novembre 2020

Texas Instruments ha ampliato la sua gamma di prodotti per la gestione dell’alimentazione ad alta tensione con la prossima generazione di transistor ad effetto di campo al nitruro di gallio (GaN) da 650 V e 600 V (FET) per applicazioni automotive e industriali. Con un driver del gate integrato da 2,2 MHz a commutazione rapida, le nuove famiglie di FET GaN permettono agli ingegneri di fornire il doppio della densità di potenza, raggiungere un’efficienza del 99% e ridurre le dimensioni dei magneti di potenza del 59% rispetto alle soluzioni esistenti. TI ha sviluppato questi nuovi FET utilizzando i suoi materiali GaN proprietari e le proprie capacità di elaborazione su un substrato GaN su silicio (Si), ottenendo un vantaggio in termini di costi e catena di fornitura rispetto a materiali di substrato paragonabili come il carburo di silicio (SiC). Ulteriori informazioni sono disponibili su www.ti.com/LMG3425R030-pr-eu e www.ti.com/LMG3525R030-Q1-pr-eu.

La sfida dell’automotive

L’elettrificazione dei veicoli sta trasformando l’industria automobilistica e i consumatori richiedono sempre più spesso veicoli con ricarica più rapida e maggiore autonomia. Di conseguenza, gli ingegneri si trovano di fronte alla sfida di progettare sistemi automotive compatti e leggeri senza compromettere le prestazioni del veicolo. L’utilizzo dei nuovi FET GaN automotive di TI può contribuire a ridurre le dimensioni dei caricabatterie di bordo dei veicoli elettrici (EV) e dei convertitori CC/CC fino al 50% rispetto alle soluzioni in Si o SiC esistenti, consentendo agli ingegneri di ottenere una maggiore autonomia della batteria, una maggiore affidabilità del sistema e riducendo i costi di progettazione. Nei progetti industriali, i nuovi dispositivi consentono un’elevata efficienza e densità di potenza nelle applicazioni di erogazione di potenza in CA/CC in cui è importante tenere basse le perdite e ridurre lo spazio su scheda, come nell’hyperscale e nelle piattaforme di elaborazione aziendali, nonché nei raddrizzatori per telecomunicazioni 5G.

«Le applicazioni industriali e automotive richiedono sempre maggiore potenza in meno spazio, e i progettisti devono fornire sistemi di gestione dell’alimentazione collaudati che funzionino in modo affidabile per tutta la durata delle apparecchiature finali», ha affermato Steve Lambouses, Vicepresidente per High Voltage Power di TI. «Grazie ad oltre 40 milioni di ore di affidabilità dei dispositivi e oltre 5 GWh di test delle applicazioni di conversione di potenza, la tecnologia GaN di TI offre l’affidabilità a vita che gli ingegneri cercano per qualsiasi mercato».

Doppia densità di potenza con meno dispositivi

Nelle applicazioni ad alta tensione e alta densità, la riduzione al minimo dello spazio su scheda è un’importante aspetto della progettazione. A mano a mano che si riducono le dimensioni dei sistemi elettronici, anche i componenti al loro interno devono rimpicciolirsi e stare più vicini. I nuovi FET GaN di TI integrano un driver a commutazione rapida, oltre a protezione interna e rilevamento della temperatura, consentendo agli ingegneri di ottenere prestazioni elevate con riduzione dello spazio su scheda per progetti di gestione dell’alimentazione. Questa integrazione, oltre all’elevata densità di potenza della tecnologia GaN di TI, consente agli ingegneri di eliminare più di 10 componenti tipicamente richiesti per le soluzioni discrete. Inoltre, ciascuno dei nuovi FET da 30 mΩ può supportare fino a 4 kW di conversione di potenza se applicato in una configurazione half-bridge.

Massima efficienza nel settore per la correzione del fattore di potenza (PFC)

Il GaN offre vantaggi in termini di commutazione rapida e consente di realizzare sistemi di alimentazione più piccoli, leggeri ed efficienti. Storicamente, il compromesso legato all’acquisizione di capacità di commutazione rapida è costituito da maggiori perdite di potenza. Per evitare questo compromesso, i nuovi FET GaN dispongono della modalità a diodo ideale di TI per ridurre le perdite di potenza. Ad esempio, nei PFC, la modalità a diodo ideale riduce fino al 66% le perdite nel terzo quadrante rispetto ai FET discreti al GaN e al SiC in ossido di metallo e silicio (MOSFET). La modalità a diodo ideale elimina anche la necessità di un controllo adattivo dei tempi morti, riducendo la complessità del firmware e il tempo di sviluppo. La nota applicativa «Ottimizzazione delle prestazioni del GaN con la modalità a diodo ideale» permette di saperne di più.

Ottimizzazione delle prestazioni termiche

Grazie ad un’impedenza termica inferiore del 23% rispetto al packaging concorrente più simile, il packaging dei FET GaN di TI consente agli ingegneri di utilizzare dissipatori di calore più piccoli, semplificando quindi la progettazione termica. I nuovi dispositivi offrono la massima flessibilità di progettazione termica, indipendentemente dall’applicazione, con la possibilità di scegliere tra un package raffreddato sul lato inferiore o superiore. Inoltre, il reporting digitale della temperatura integrato nei FET consente una gestione attiva della potenza e permette agli ingegneri di ottimizzare le prestazioni termiche del sistema in base alle variazioni dei carichi e delle condizioni operative.

Package, disponibilità e prezzi

Le versioni di pre-produzione dei quattro nuovi FET GaN da 600 V di livello industriale sono ora disponibili, solo su TI.com, in un package QFN (Quad Flat No-lead) da 12 mm x 12 mm con i prezzi elencati nella tabella sottostante. TI prevede che i dispositivi industriali saranno disponibili per la produzione su larga scala nel primo trimestre del 2021. I moduli di valutazione sono disponibili per l’acquisto su TI.com a partire da US $ 199. Su TI.com sono disponibili più opzioni di pagamento, linee di credito e opzioni per una spedizione veloce e affidabile.

 

Si prevede che le versioni di pre-produzione dei nuovi FET GaN automotive LMG3522R030-Q1 e LMG3525R030-Q1 a 650 V e i moduli di valutazione siano disponibili per l’acquisto su TI.com nel primo trimestre del 2021. Campioni per l’engineering sono disponibili su richiesta su www.ti.com/autogan.

 

 



Contenuti correlati

  • Evoluzione delle tecnologie dei semiconduttori per le moderne applicazioni di telesalute

    L’assistenza sanitaria continua a evolversi verso l’auto-trattamento affrancandosi dagli appuntamenti di persona. Oltre a contribuire a ridurre il contatto fisico, le nuove tecnologie hanno dato alla popolazione in generale un accesso senza precedenti a strumenti sanitari per...

  • Microprocessori: continua la crescita a due cifre

    Dopo l’aumento del 16% fatto registrare lo scorso anno, imputabile alla pandemia che ha fatto aumentare la “dipendenza” da Internet, i microprocessori sono sulla buona strada per continuare questo percorso di crescita. In base al più recente...

  • L’importanza dell’isolamento del segnale nei sistemi HEV/EV a 48 V

    Anche se le tensioni non sono elevate come nei casi a 400 V o 800 V, vi sono molte ragioni per cui l’isolamento è importante sui veicoli ibridi a 48 V, tra cui la maggiore immunità al...

  • LPWAN: il 5G per l’IoT

    Le reti WAN Low Power giocano un ruolo fondamentale nell’implementazione dell’Internet of Thing in seno alla rivoluzione 5G Leggi l’articolo completo su Embedded 81

  • Dispositivi mobili nel 2026: il sondaggio di Molex

    Molex, ha rivelato i risultati di un sondaggio globale a cui hanno partecipato gli operatori del settore produttivo per identificare le principali tendenze e tecnologie che modelleranno il futuro dei dispositivi mobili. I risultati del sondaggio mostrano...

  • Da MIKROE una scheda per la connettività LTE-M e NB-IoT

    MikroElektronika (MIKROE) ha presentato LTE IOT 8 Click, un componente della famiglia di schede di sviluppo periferiche Click, studiata per rispondere alle esigenze di progettisti di soluzioni per la connettività LTE-M e NB-IoT a basso consumo di...

  • Nexperia presenta due nuovi ASFET

    Nexperia  ha annunciato due nuovi ASFET (Application-Specific MOSFET) da 80 V e 100 V con prestazioni SOA migliorate, destinati ad applicazioni hot-swap e soft-start in sistemi di telecomunicazioni 5G,  ambienti server a 48 V e apparecchiature industriali....

  • Keysight: migrazione più semplice dalle reti 4G LTE a 5G Open RAN

    Keysight Technologies ha annunciato la collaborazione con Xilinx e Cisco per presentare soluzioni fronthaul che supportano un percorso di migrazione facilitato dalle tradizionali reti 4G LTE alle reti 5G O-RAN. Le implementazioni di reti di accesso radio...

  • Test di reti 5G Ultra Reliable Low Latency per applicazioni verticali

    URLLC abiliterà molte delle applicazioni innovative del 5G ed è quindi molto importante valutare la latenza e l’affidabilità della rete. Un tester “all-in-one” come MT1000A può essere utilizzato per valutare la qualità della connessione per le nuove...

  • Il ruolo fondamentale della simulazione di ambienti di misura virtuali per test EMI/EMC

    Prima di immettere sul mercato dispositivi e sistemi a microonde e a onde millimetriche nell’ambito del 5G, dell’Internet of  Things e della comunicazione wireless ad alta velocità, è essenziale prevedere le loro prestazioni. Questa necessità ha aumentato...

Scopri le novità scelte per te x