Soluzione di test efficace per componenti di potenza integrati

Dalla rivista:
Elettronica Oggi

 
Pubblicato il 24 aprile 2012

Da alcune recenti indagini è emerso che nei prossimi anni si registrerà una crescita a due cifre del mercato dei semiconduttori destinati all’automotive e al power management. Causa di tale crescita sono: la forte richiesta dalla Cina, la presenza sempre più significativa dell’elettronica negli autoveicoli e , nel settore “consumer”, la tendenza crescente all’utilizzo dei dispositivi portatili a batteria.

Mentre i prezzi dei dispositivi di controllo scendono, crescono invece enormemente le funzionalità e la densità d’integrazione dei componenti integrati. In questo modo aumentano però anche i costi legati al testing dei componenti a semiconduttore, costringendo i costruttori a ripensare la loro strategia di test per adeguarla alle contingenze di mercato.
Considerando le esigenze di mercato appena descritte, Advantest propone tre nuovi moduli di “Integrated Power Solution” (IPS) per la piattaforma universale T2000. Questa innovativa soluzione IPS è stata sviluppata appositamente per offrire la possibilità di testare, a un costo contenuto, i circuiti integrati destinati all’automotive e al power-management.

Utilizzare i canali di potenza in maniera efficace
Nei circuiti integrati utilizzati nell’automotive e nel power-management, vengono impiegati numerosi interruttori di potenza MOSFET. Questi trovano frequente applicazione nel controllo dei motori e degli attuatori a corrente continua,così come nella temporizzazione dei regolatori di tensione usati come alimentatori per i componenti elettronici. Per testare questi componenti integrati, si utilizzano sorgenti di corrente ad alto amperaggio, in grado di fornire in tempi brevi correnti elevate.
Si tratta però di dispositivi molto grandi e con costi accessori ingenti, pertanto il numero di sorgenti di corrente installabili rappresenta un limite in molti sistemi di test. Tale limite rende spesso impossibile espandere la configurazione del sistema in modo da poter testare più dispositivi in parallelo. Inoltre il test in parallelo risulta spesso economicamente impraticabile a causa degli elevati costi associati all’alto numero di sorgenti di corrente necessarie.

Advantest ha perciò sviluppato un metodo particolarmente efficace per ovviare a questa limitazione. Il “nocciolo” di questa soluzione è una matrice di corrente, che connette una o più sorgenti ai pin del dispositivo da testare.
La matrice è caratterizzata da una struttura a quattro terminali Kelvin con connessioni di Force e Sense, per garantire la necessaria precisione di iniezione e misurazione della corrente. Per accelerare i tempi di test, la matrice è composta da interruttori a semiconduttori che offrono vantaggi considerevoli rispetto ai relè tradizionali, perché presentano una dinamica di commutazione rapida e sono molto affidabili.
La sorgente di corrente ad alto amperaggio è un altro punto innovativo di questa soluzione per applicazioni “Power”.

Con sei canali indipendenti per modulo, questo sistema raggiunge la densità d’integrazione più elevata attualmente sul mercato. Il design compatto della matrice è ottenuta grazie a una nuova tecnologia di regolazione digitale, che consente di realizzare impulsi di corrente estremamente brevi. La possibilità di realizzare impulsi brevi contribuisce a ridurre sensibilmente il tempo di test ed evita inoltre il surriscaldamento dei componenti durante il testing, che è una delle condizioni necessarie per ottenere risultati di misura stabili. Grazie ai parametri programmabili, la sorgente può essere regolata in maniera personalizzata al rapporto di carico applicato, ottimizzando il tempo di salita e la risposta transitoria. L’architettura della sorgente è priva di potenziale e può quindi essere collegata in modo flessibile a interruttori high-side o low-side, verso massa.
La combinazione fra la matrice e le sorgenti di corrente offre una soluzione efficace ed economicamente ottimizzata per testare i componenti di potenza integrati.
(Fig. 1). Il numero di sorgenti di potenza è ottimizzato tramite l’uso della matrice. Questa fornisce connessioni flessibili e rapide che permettono di ridurre notevolmente il tempo di test.

Fig. 1 – Circuito ottimizzato mediante T2000 Power Matrix

Garanzia di elevata affidabilità
L’utilizzo di correnti e tensioni elevate durante la fase di testing, comporta intrinsecamente un elevato rischio di danneggiare il dispositivo.
La nuova tecnologia “Smart Hot Switching” di Advantest,offre una soluzione di potenza integrata che consente di connettere le sorgenti ai componenti con una tensione simile alla tensione del dispositivo testato. In questo modo si evitano i picchi e si previene il danneggiamento del dispositivo. Inoltre, non essendo più necessario disattivare il dispositivo da testare durante la fase di connessione, si ha un notevole risparmio in termini di tempo di test.

Il Source Power Management integrato nella sorgente rappresenta un ulteriore fattore di sicurezza. In questo modo è possibile monitorare costantemente la potenza rilasciata e assorbita dalla sorgente, riportando automaticamente i valori a una soglia consentita, in caso di superamento dei parametri di potenza impostati. Durante lo svolgimento del programma di test, si riduce quindi al minimo il rischio di danneggiare i diversi componenti interessati: sia i componenti del sistema di test sia i dispositivi testati.
Considerando che i pin del dispositivo possono essere esposti a tensioni e correnti elevate, se i dispositivi sotto test sono difettosi, sussiste il rischio di danneggiare il sistema. Perciò Advantest ha integrato in tutte le connessioni bidirezionali ( I/O) un interruttore di sicurezza, che consente di evitare il deterioramento dei moduli in caso di sovratensione e sovraccarico.

“Time-to-production” più breve
A causa della crescente complessità dei dispositivi da testare e della continua riduzione del ciclo di vita dagli stessi, è sempre più importante ridurre i tempi di sviluppo del programma di testing, per portare il dispositivo in produzione nel più breve tempo possibile.
Basta un ritardo di appena qualche settimana nello sviluppo di un prodotto, per dimezzare il fatturato previsto per lo stesso. La semplicità del loadboard design, la creazione rapida del programma e dei metodi di test sono fattori decisivi per ridurre il tempo di sviluppo del programma di test. L’architettura del T2000 tiene conto di tutti questi fattori. Ogni strumento di misura ha una struttura multifunzionale che consente a ogni pin del dispositivo di avere a disposizione contemporaneamente tutte le risorse necessarie per il test. Si evita così il gravoso lavoro di cablaggio sulla loadboard e il design risulta molto più semplice. Inoltre, non è necessario lo sviluppo di complessi programmi di verifica della loadboard,il che contribuisce a minimizzare i tempi di sviluppo.
Una separazione netta fra i metodi e le condizioni di test permette uno sviluppo rapido dei test sulla piattaforma T2000 (Fig. 2).

Fig. 2 – La separazione delle condizioni e dei metodi di test,semplifica e rende efficiente lo sviluppo del programma di test

Grazie a questa architettura, si possono riutilizzare in maniera ottimale i metodi di test già sviluppati e verificati. L’adattamento al particolare dispositivo si effettua attraverso la definizione delle condizioni di test. Grazie al supporto degli strumenti grafici, questo adattamento può essere implementato in maniera efficace e le modifiche possono essere apportare con rapidità senza la necessità di ricompilare il codice.
Inoltre, per accelerare l’avvio della produzione, l’utente ha a disposizio
ne un pacchetto completo per l’analisi statistica dei dati di test.
Grazie ai nuovi moduli IPS, Advantest amplia il mercato indirizzato con la piattaforma universale T2000, aggiungendovi i settori automotive e power-management.
Questa innovativa piattaforma propone una soluzione di test economicamente interessante e ottimizzata per la produzione, plasmata in funzione delle esigenze di mercato e curata sotto tutti gli aspetti relativi all’ affidabilità.

Toni Dirscherl, product manager, Automotive e power management di Advantest Europe



Contenuti correlati

  • Mercato semiconduttori:+17,3% nel 2021

    In base agli ultimi dati forniti da IDC il mercato dei semiconduttori dovrebbe crescere nel 2021 in misura pari al 17,3%, in aumento rispetto al 10,8% dell’anno precedente. Il settore, secondo gli analisti della società, dovrebbe stabilizzarsi...

  • Chip automotive: una svolta epocale

    L’industria automobilistica sta attraversando un periodo di radicale trasformazione che coinvolge tutti i fornitori, compresi i costruttori di semiconduttori. In primo luogo, una buona notizia: secondo una recente analisi di Yole Développement, il valore dei semiconduttori a...

  • Automotive: come progettare per la sicurezza con gli MLCC

    Per il settore automobilistico, che richiede prestazioni a “difetti zero” Samsung ELECTRO-MECHANICS (SEMCO) fornisce condensatori ceramici multistrato qualificati AECQ-200 che hanno superato rigorosi test e possono essere integrati in tutte le parti di un veicolo – infotainment,...

  • Chip: un mercato da 500 miliardi di dollari

      Il 2021 si annuncia decisamente promettente per il mercato dei chip: nell’aggiornamento di giugno del suo McClean Report IC Insights prevede un incremento per 32 delle 33 categorie di prodotti in cui è è suddiviso il...

  • La gestione termica per i componenti di potenza

    Una gestione termica ottimale non abbassa solamente la temperatura d’esercizio del circuito elettrico, fattore a volte pericoloso e rischioso, ma migliora, in modo decisivo, l’efficienza generale del sistema Leggi l’articolo completo su EO Power 25

  • 2021: accelera il mercato dei semiconduttori

      Nonostante l’impatto della pandemia, il mercato dei semiconduttori ha fatto registrare un ottimo andamento nel 2020. Secondo i dati forniti dal Semiconductor Applications Forecaster (SAF) di International Data Corporation (IDC), il comparto ha generato un fatturato pari...

  • Avnet Silica vince il premio 2020 Micron Technology

    Avnet Silica, è stata premiata come “Miglior distributore 2020 per la creazione di domanda nell’area EMEA” da Micron Technology, leader nel settore delle innovative tecnologie di memoria e archiviazione. Nel 2020, attraverso la propria rete di distribuzione...

  • Cresce il mercato dei semiconduttori in Europa

    Secondo i dati resi noti da ESIA (European Semiconductor Industry Association) lo scorso mese di febbraio le vendite di semiconduttori in Europa sono ammontate a 3,482 miliardi di dollari, in aumento del 6,8% rispetto allo stesso mese dello scorso...

  • Elettromobilità e trasformazione energetica

    L’elettromobilità è sicuramente una delle principali innovazioni che interesserà nei prossimi anni i settori della mobilità, dell’energia e dell’automotive.   Leggi l’articolo completo su EO 492

  • Un sistema di test parallelo da Keysight per incrementare la produttività

    Keysight Technologies ha introdotto il nuovo sistema di test per schede i7090. Questa è una nuova categoria di apparecchiature di test automatizzate progettate per eseguire numerosi test in parallelo, su più PCBA(printed circuit board assemblies), per ottenere...

Scopri le novità scelte per te x