ROHM, nuova tecnologia dei moduli VCSEL: potenza superiore del 30%

Pubblicato il 1 dicembre 2020

La tecnologia VCSEL di ROHM, recentemente sviluppata, raggiunge una maggiore accuratezza per i sistemi di rilevamento spaziale e di telemetria ricorrendo ai cosiddetti sistemi di tempo di volo (TOF).

Negli ultimi anni il VCSEL si è molto diffuso parallelamente all’adozione di sorgenti luminose laser per il rilevamento spaziale nei tablet e il riconoscimento facciale negli smartphone. Inoltre con la comparsa dei veicoli a guida automatica (AGV) e dei sistemi di ispezione industriale che utilizzano il riconoscimento dei gesti e delle forme, si prevede un ulteriore aumento della richiesta di sistemi VCSEL.

Al tempo stesso, per ottenere un’accuratezza di rilevamento più alta, alle applicazioni che necessitano di automazione servono un pilotaggio ad impulsi più brevi e una potenza maggiore della sorgente luminosa.

Convenzionalmente, nelle sorgenti luminose laser dotate di tecnologia VCSEL sia il dispositivo VCSEL che il MOSFET di pilotaggio della sorgente luminosa vengono montati singolarmente sulla scheda. Di conseguenza, la lunghezza del cablaggio (induttanza parassita) fra i componenti esercita un effetto indesiderato sulla potenza della sorgente luminosa e sul tempo di pilotaggio – rendendo difficile ottenere una sorgente luminosa che fornisca potenza elevata e impulsi sufficientemente brevi per garantire una grande accuratezza di rilevamento.

La nuova tecnologia dei moduli VCSEL sviluppata da ROHM permette la modularizzazione degli elementi VCSEL e MOSFET in un unico package.

Con la riduzione al minimo della lunghezza del cablaggio fra gli elementi si massimizzano le prestazioni di ciascuno, ottenendo una sorgente luminosa in grado di fornire un pilotaggio a impulsi brevi (inferiore a 10 ns) che riduce la sensibilità al rumore esterno prodotto dalla radiazione solare e consente una potenza superiore, fino al 30% in più, rispetto alle soluzioni convenzionali.

Ne deriva che, quando si valutano la tecnologia dei moduli VCSEL di ROHM per il rilevamento spaziale e i sistemi di telemetria inclusi il circuito integrato di controllo, il sensore TOF (elemento fotorecettore) e la sorgente luminosa laser (modulo VCSEL), la quantità di luce riflessa al sensore TOF è superiore del 30% rispetto alle configurazioni convenzionali, contribuendo così a migliorare l’accuratezza dei sistemi TOF.

ROHM progetta di lanciare il suo nuovo modulo VCSEL a marzo 2021 per gli AGV destinati al mercato industriale e i sistemi di riconoscimento facciale per dispositivi mobili che richiedono grande accuratezza di rilevamento. L’azienda continuerà anche a sviluppare laser ad alta potenza per LiDAR destinati a veicoli ed altre applicazioni.

ROHM e il mercato delle sorgenti luminose laser
ROHM sviluppa e fornisce LED, diodi laser Fabry-Perot e sistemi VCSEL che vengono adottati su stampanti laser, robot aspirapolvere e molte altre applicazioni.
Contemporaneamente è impegnata nella ricerca e nello sviluppo della tecnologia dei moduli VCSEL per ottenere una potenza superiore e massimizzare le prestazioni degli elementi VCSEL sfruttando il know-how accumulato con la commercializzazione di prodotti dotati di dispositivi ottici.
ROHM si sta dedicando allo sviluppo di sorgenti luminose laser ricche di features applicando la tecnologia suddetta alle sorgenti luminose laser e agli elementi creati in fase di R&D, contribuendo così ad una maggiore accuratezza dei sistemi di rilevamento spaziale e di telemetria.



Contenuti correlati

  • I nuovi diodi fast recovery di quarta generazione di ROHM

    ROHM ha sviluppato le serie RFL/RFS di diodi fast recovery (FRD) da 650 V di quarta generazione. Questi nuovi componenti si distinguono rispettivamente per una bassa tensione diretta (VF) e un tempo di reverse recovery (trr) veloce....

  • Come ottimizzare le prestazioni della risposta dei circuiti integrati di potenza

    QuiCur di ROHM è una nuova tecnologia per alimentatori che migliora le caratteristiche di risposta ai transitori di carico dei convertitori DC/DC (regolatori switching) e LDO (regolatori lineari) Leggi l’articolo completo su EO Power 28

  • ROHM amplia la sua gamma di diodi con package PMDE compatto

    ROHM ha annunciato l’aggiunta di 14 nuovi modelli alla sua gamma di diodi in package PMDE (2,5×1,3mm), soddisfacendo così le esigenze di circuiti di commutazione e protezione più piccoli (serie RBxx8, serie RFN, serie VS). Il package...

  • ROHM ottimizza le performance dei circuiti integrati di potenza con QuiCur

    QuiCur è una nuova tecnologia di ROHM, destinata agli alimentatori, in grado di migliorare le caratteristiche di risposta ai transitori di carico dei circuiti integrati per convertitori DC/DC (regolatori switching) e LDO (regolatori lineari). L’integrazione della tecnologia...

  • I nuovi dispositivi GaN HEMT da 150 V di ROHM

    ROHM ha avviato la produzione di dispositivi GaN HEMT da 150 V della serie GNE10xxTB (GNE1040TB) caratterizzati da una tensione di gate di 8 V. Questo valore li rende interessanti per circuiti di alimentatori per apparecchiature industriali...

  • ROHM offre una nuova line-up di DAC destinata all’audio di fascia alta

    BD34352EKV è il nuovo DAC (convertitore digitale-analogico) realizzato da ROHM. Insieme con la relativa evaluation board BD34352EKV-EVK-001, supporterà la riproduzione audio ad alta risoluzione per apparecchi audio HiFi. Il nuovo chip DAC BD34352EKV include anche un filtro...

  • Misura della corrente continua: i concetti di base

    La crescita dell’elettrificazione è inarrestabile. Laddove un tempo i dispositivi erano alimentati dalla rete elettrica e quindi da correnti alternate, oggi sono spesso alimentati a batteria. Inoltre i livelli di potenza elettrica richiesti stanno diventando nel frattempo...

  • ROHM premiata per la sostenibilità 2021 da EcoVadis

    ROHM è stata premiata per la prima volta da EcoVadis con il massimo punteggio di “Platinum” per la sua performance di sostenibilità del 2021. Il rating “Platinum” viene dato al top 1% di circa 80.000 aziende valutate...

  • ROHM: nuovo stabilimento di produzione in Malesia per LSI analogici e transistor

    Il gruppo ROHM sta realizzando un nuovo impianto di produzione presso la propria filiale produttiva in Malesia per aumentare la capacità produttiva di LSI analogici e transistor dovuta alla crescente domanda. Il nuovo edificio ha anche lo...

  • Un nuovo chipset di Rohm per alimentatori wireless

    LAPIS Technology, una società del Gruppo ROHM, ha sviluppato un chipset, composto dal trasmettitore ML7661 e dal ricevitore ML7660, in grado di fornire fino a 1 W di potenza wireless a dispositivi wearable e a soluzioni sigillate...

Scopri le novità scelte per te x