Q3/2023: cala la distribuzione, ma l’outlook resta positivo

Pubblicato il 8 novembre 2023

Secondo quanto si evince dai più recenti dati forniti da DMASS Europe, la distribuzione europea di componenti ha raggiunto la fine di un periodo di crescita (in ogni caso più lungo del previsto) e sta ora vivendo una fase di contrazione.

Nel terzo trimestre del 2023 il mercato è diminuito del 5,6% a 5,15 miliardi di euro: mentre i semiconduttori sono scesi del 3,2% a 3,65 miliardi di euro, i componenti IP&E (Interconnessione, Passivi ed Elettromeccanici) sono diminuiti dell’11% a 1,5 miliardi di euro.

“Considerando la situazione di un periodo di crescita di tre anni con una forte allocazione nella maggior parte dei segmenti dei componenti – ha detto Hermann Reiter, presidente di DMASS – l’attuale rallentamento non è inaspettato. Poiché i livelli di inventario sono ancora elevati, per il momento le ordinazioni sono deboli. Il 2023 si concluderà probabilmente in modo leggermente positivo con livelli di fatturato elevati, mentre per il prossimo anno si dovrà aspettare fino a quando non si verificherà una sostanziale inversione di tendenza sul fronte della domanda. A lungo termine, le nostre aspettative rimangono positive, soprattutto per la distribuzione in Europa e per tutti i segmenti industriali che serviamo”.

I dati del terzo trimestre

Con un fatturato totale di 3,65 miliardi di euro, i semiconduttori hanno registrato una leggera flessione del 3,2%, ma il livello è ancora buono. A livello regionale, solo alcuni paesi o regioni sono rimasti positivi (Regno Unito, Germania, Turchia), mentre il resto è scivolato in un rallentamento. Mentre la Turchia ha fatto registrare un aumento superiore al 24%, Israele è scesa in misura superiore al 18%: per l’Italia la contrazione è stata di poco superiore all’1%.

Dal punto di vista dei prodotti, la maggior parte di essi ha registrato una diminuzione: logiche standard (-34,67), discreti (-27,95%), memorie (-26,88%), sensori e azionamenti (-16,48%), analogica (-9,36%), optoelettronica (-8,74%), potenza (-2,09%). In terreno positivo solo logiche programmabili (+37,95%), MOS Micro  (+16,41%) e altri circuiti logici (+1,92%).

Nel settore IP&E, il rallentamento già in atto dall’inizio del 2023 è proseguito nel terzo trimestre. Il mercato della distribuzione IP&E è sceso dell’11% a 1,5 miliardi di euro nel trimestre estivo. Le differenze regionali sono state molto più evidenti rispetto ai semiconduttori: tra i Paesi più grandi, la Germania è stata la più colpita, con un calo di quasi il 17%, mentre la Francia è scesa solo del 2,3%: per l’Italia il calo è stato del 7,89%. L’unico paese con in crescita positiva è stata la Turchia con un +28%.

Per quanto riguarda i prodotti, gli alimentatori sono quelli che hanno fatto registrare il calo più contenuto (-4,75%), mentre i componenti elettromeccanici (comprese le interconnessioni) sono diminuiti del 9,3% e i passivi dell’14,4%.

Filippo Fossati



Contenuti correlati

  • Rallenta la distribuzione in Europa dopo un 2023 da record

    Secondo i più recenti dati forniti  da DMASS Europe, il mercato europeo della distribuzione di componenti è diminuito nel quarto trimestre, ponendo fine a un lungo periodo di crescita. I distributori e i produttori aderenti  all’organizzazione hanno...

  • Europa: crescita a due cifre per la distribuzione nel Q1/2023

    Secondo gli ultimi dati  forniti da DMASS, il mercato della distribuzione di componentistica elettronica in Europa ha fatto registrare un fatturato di 5,9 miliardi di euro nel primo trimestre del 2023, con un aumento del 15,2% rispetto allo...

  • 2022 : un anno record per la distribuzione europea

    La distribuzione europea ha chiuso il 2022 con numeri da record: secondo DMASS, le vendite estremamente sostenute di semiconduttori e la normalizzazione di quelle dei component IP&E (Interconnessione, Passivi ed Elettomeccanici) hanno prodotto nel quarto trimestre dello...

  • Q1 2022: crescita record per la distribuzione elettronica europea

    In base agli ultimi dati presentati da DMASS, il primo trimestre 2022 della distribuzione europea è andato decisamente bene: il comparto ha fatto segnare un fatturato globale pari a 4,75 miliardi di euro, con un “balzo del...

  • Distribuzione elettronica: il punto di vista di Farnell

    La distribuzione elettronica di trova ad affrontare sfide impegnative: Elettronica Plus ne ha discusso con Martina Lucchese, Regional Sales Manager di Farnell Italia E.P. In che modo i diversi settori sono interessati dallo squilibrio tra domanda e...

  • Distribuzione componenti: la Germania cresce del 50% nel Q4

    Nel quarto trimestre del 2021 il settore della distribuzione della componentistica elettronica ha fatto registrare in Germania un livello di vendite che si può definire “sproporzionato”. A causa del ben noto fenomeno dello shortage, le vendite di...

  • Partenza lenta per la distribuzione di semiconduttori nel primo trimestre del 2021

    Il mercato europeo della distribuzione di semiconduttori è iniziato lentamente nel 2021, nonostante un significativo aumento delle prenotazioni dall’ultimo trimestre. Secondo DMASS, le vendite nel mercato europeo sono diminuite dell’1,6% arrivando a 2,17 miliardi di euro. Georg...

  • Distribuzione elettronica nel quarto trimestre: i dati di DMASS

    Dopo il calo fatto registrare nel corso del 2020, il mercato della distribuzione europea sembra destinato quest’anno a risalire la china. Con l’allentamento dell’impatto della pandemia e la robusta crescita in Asia, due fattori che senza dubbio...

  • Distribuzione elettronica in Europa: i dati del terzo trimestre

    DMASS ha da poco rilasciato i dati relativi all’andamento del mercato della distribuzione in Europa relative al terzo trimestre dell’anno. Nel corso del periodo preso in considerazione il settore ha subito una contrazione del 12,1%, facendo registrare...

  • Il mercato dei semiconduttori e l’impatto di Covid-19. Il report DMASS

    Nel primo trimestre del 2020 il fatturato dei semiconduttori scende dell’11,7%,  posizionandosi intorno ai 2,19 miliardi di euro. Ecco quanto emerge dal report DMASS. Il calo della domanda, le difficoltà macro economiche e il Covid-19, contribuiscono ad...

Scopri le novità scelte per te x