Previsioni di crescita per le piattaforme IoT

Pubblicato il 13 maggio 2015

Il mercato globale delle piattaforme per l’Internet of Things di terze parti vivrà una crescita sostenuta nei prossimi anni. È quanto si legge da un recente studio  pubblica to da Berg Insight. Più nel dettaglio, le piattaforme IoT cresceranno a un tasso annuale composito (Cagr) del 32,2%, da 450 milioni di euro nel 2014 a 2,4 miliardi nel 2020.

Le piattaforme IoT di terze parti sono relativamente nuove ma in una grande varietà di funzioni e aree applicative:  piattaforme per la gestione della connettività, piattaforme per la gestione dei dispositivi  e piattaforme che abilitano le applicazioni. Queste piattaforme permettono alle aziende di sviluppare e implementare le soluzioni IoT più velocemente e a costi inferiori perché offrono componenti più standardizzati che possono essere condivisi in differenti soluzioni in numerosi settori industriali.

Il mondo della comunicazione machine-to-machine (M2M) si sta gradualmente muovendo da soluzioni verticali verso applicazioni multi-purpose e collaborative che interagiscono tra settori industriali, organizzazioni e persone. La differenza tra M2M e IoT non è semplice da definire. Secondo André Malm, senior analyst, Berg Insight: “L’M2M spesso implica soluzioni fortemente customizzate all’interno di singoli segmenti industriali o aziende per migliorare le attività e il business esistente. La IoT si focalizza maggiormente sull’integrazione dei sensori, dei dispositivi e dei sistemi informativi su più segmenti verticali e in aziende diverse per trasformare l’attività e rendere possibili nuovi modelli di business”.

Le piattaforme dell’IoT di terze parti consentono alle aziende di focalizzarsi sulla differenziazione creata da funzionalità esclusive e approfondimenti piuttosto che duplicare funzionalità che non consento  di differenziarsi. “In passato le aziende hanno spesso sviluppato soluzioni M2M in cui i dispositivi collegati inviavano i dati attraverso una rete direttamente a un’applicazione che gestiva la memoria e l’elaborazione dei dati. Queste soluzioni normalmente necessitavano di lunghi cicli di sviluppo e costi elevati, con poca scalabilità e flessibilità per gestire un numero crescente di dispositivi. L’adozione di piattaforme IoT di terze parti è ora in rapida crescita proprio perché le aziende si stanno rendendo conto del valore di utilizzare una piattaforma IoT realizzata da terze parti piuttosto che reinventare la funzionalità in-house”.

ap



Contenuti correlati

  • Accelerare lo sviluppo di applicazioni automotive e IoT che utilizzano motori BLDC

    Per gestire la complessità del software, gli sviluppatori possono usare un driver per motori BLDC dedicato, come A4964KJPTR-T, che integra tutte le funzionalità di controllo motori Leggi l’articolo completo su EO Power 28

  • TinyML: un’introduzione (1a parte)

    Questo articolo è il primo di una serie di tre focalizzati su TinyML: in sintesi l’utilizzo delle tecniche di apprendimento automatico (ML – Machine Learning) su microcontrollori a basso consumo e con un numero limitato di risorse a disposizione...

  • Niente più vincoli per i server edge

    Grazie all’integrazione dei processori della linea Xeon D di Intel sui Server-on-Module COM-HPC da parte di produttori come congatec, le installazioni di server edge non sono più confinate nelle sale server, dove l’ambiente è attentamente controllato dal...

  • Farnell pubblica un nuovo white paper sui sensori smart per IoT

    Farnell ha realizzato un nuovo white paper per supportare i progettisti elettronici nel loro percorso di implementazione di sistemi Internet of Things (IoT). Il saggio in esclusiva, intitolato ‘Sensori Smart – Per l’IoT intelligente’, analizza il mondo...

  • Soluzioni per la misura del consumo energetico dell’IoT cellulare

    Se si vuole misurare il consumo di potenza di un dispositivo in un ambiente chiuso e controllato, l’utilizzo di un simulatore di rete autonomo non è sufficiente perché bisogna misurare anche la potenza effettivamente consumata da un...

  • Come integrare interfacce Wi-Fi in qualsiasi applicazione

    Il collegamento di dispositivi mediante WiFi è diffuso nel mercato IoT. Tuttavia, per una connessione WiFi efficace di un circuito progettato con compatibilità HF è necessario tenere in considerazione gli assemblaggi, la progettazione, il layout della scheda...

  • I microcontrollori a 8 bit hanno ancora un ruolo chiave nel mondo IoT

    L’utilizzo di una MCU a 8 bit durante la progettazione di nodi edge rappresenta una soluzione a basso costo, con consumi ridotti, intelligente (ma non dedicata all’IoT) e in grado di gestire compiti ausiliari e di gestione della potenza...

  • Circuiti integrati a segnali misti: tra analogico e digitale

    Telefonia mobile, IoT e automotive sono i principali propulsori della domanda di circuiti analogici, digitali e a segnali misti con caratteristiche di basso consumo e ingombro ridotto Leggi l’articolo completo su EO 499

  • Spazi abitativi sempre più intelligenti e protetti

    Ai nostri giorni, lavastoviglie, frigoriferi, lavatrici, condizionatori d’aria, macchine per caffè e una miriade di altri dispositivi domestici sono sempre più spesso preceduti dalla parola “smart” Leggi l’articolo completo su EO 499

  • Considerazioni sui sistemi Embedded Linux di classe enterprise

    Le attuali tendenze emergenti del settore elettronico, quali IoT, Intelligenza Artificiale e Machine Learning, impongono ai produttori dei dispositivi il possesso di una profonda conoscenza dei diversi Sistemi Operativi, od OS (Operating Systems) disponibili, sia quelli di...

Scopri le novità scelte per te x