Presente e futuro di MEMS e sensori

Il settore dei MEMS e sensori è in sensibile crescita e questa tendenza al rialzo dovrebbe proseguire anche nei prossimi anni.

Pubblicato il 16 ottobre 2018

In base ai dati degli analisti di Yole Développement il mercato di sensori e attuatori dovrebbe raggiungere i 100 miliardi di dollari nel 2023, con circa 185 miliardi di unità. In particolare, i sensori di immagine CMOS dovrebbero rappresentare la parte maggiore con circa il 40% del mercato. Anche i MEMS dovrebbero crescere in modo rilevante e il relativo mercato dovrebbe essere caratterizzato da CAGR del 17,5% nel periodo compreso fra il 2018 e il 2023. Questi componenti dovrebbero rappresentare una quota complessiva di mercato superiore al 50% con una crescita del 26,7% in termini di unità.

Tra i diversi tipi di dispositivi MEMS esistenti, le testine a getto d’inchiostro cresceranno con il mercato consumer, che rappresenta oltre il 70% della domanda di questi componenti.

Contribuiscono all’espansione del mercato anche le numerose applicazioni dei sensori di pressione. Sebbene sia una delle tecnologie MEMS più datate, il segmento dei sensori di pressione continua a crescere, soprattutto nel settore automotive, dove c’è il più elevato numero di applicazioni.

Quello dei microfoni MEMS è però il segmento probabilmente più interessante per l’immediato futuro dato che è caratterizzato da un CAGR tra i più alti negli ultimi cinque anni tra i componenti MEMS. Attualmente vengono consegnate quasi 4,5 miliardi di unità ogni anno. L’applicazione principale sono i telefoni cellulari, che costituiscono l’85% dei volumi di spedizione.

L’evoluzione e il futuro dei sensori e dei MEMS

I componenti MEMS e sensori sono entrati in una nuova e interessante fase di evoluzione che ne favorirà l’ulteriore sviluppo. Nella loro storia, infatti sono passati da semplici componenti destinati a rilevare un evento, per esempio un urto, a dispositivi sempre più complessi in grado effettuare delle misurazioni precise (per esempio una rotazione) in diversi ambiti.

La disponibilità di sensori e tecnologie sempre più articolate sta favorendo però un ulteriore e importante passaggio verso tipologie e livelli di percezione sempre più ampi su ciò che ci circonda.

Alcuni esempi ci sono già: i sistemi Lidar e l’imaging 3D sono usati per prevenire gli incidenti e sono alla base dello sviluppo dei veicoli autonomi. La qualità dell’aria è monitorata costantemente utilizzando sensori ambientali sempre più complessi e precisi. I sistemi di riconoscimento dei gesti sono implementati ormai in diversi prodotti consumer e sensori per il riconoscimento di impronte digitali permettono di effettuare controlli biometrici su un numero sempre più ampio di smartphone.

Lo scenario più interessane che si prospetta però è quello di un uso sempre maggiore di sensori per mappare l’ambiente ampliando le capacità della percezione umana e delle macchine. Per esempio, sarà possibile avere informazioni in tempo reale su ciò che ci circonda anche in gamme spettrali non naturalmente percepibili, come infrarossi e ultravioletti, o utilizzare il sensing ultrasonico per numerose applicazioni.

Gli esperti sottolineano però che per poter realizzare questo scenario occorrerà un uso sempre maggiore di un altro importante elemento e cioè l’intelligenza artificiale. I primi esempi di applicazione di tecnologie di AI in base ai dati provenienti dai sensori sono i sistemi di riconoscimento facciale negli smartphone o delle persone da parte dei sistemi Lidar, ma per ottenere delle reali estensioni delle capacità di percezione umana (per esempio con l’aggiunta di immagini infrarosse allo spettro visibile oppure la percezione esatta delle condizioni ambientali e di eventuali elementi inquinanti) occorrerà ancora molto lavoro da parte delle aziende. Ci sono infatti ancora diversi problemi da risolvere. Per esempio, le tecnologie di AI richiedono elevate capacità di calcolo, che, per ora, sono difficili da conciliare con bassi consumi di energia, necessari per i sistemi wearable, e costi contenuti. Gli attuali sviluppi sono comunque interessanti e già diversi sensori integrano dei sistemi di calcolo, per esempio DSP, che possono fornire in uscita dati già elaborati.

Un altro scenario interessante dell’evoluzione delle applicazioni di MEMS e sensori è quello legato alle applicazioni medicali. Oltre che ad ampliare le capacità di percezione umana, i sensori e i MEMS permetteranno infatti anche di compensare alcuni deficit fisici. Per esempio microfoni MEMS ad alte prestazioni stanno già aiutando i non udenti e i ricercatori stanno sviluppando impianti dotati di sensori piezoelettrici MEMS che potrebbero, in futuro, ripristinare un udito corretto ai soggetti caratterizzati da perdite significative delle capacità uditive. Analogamente sono stati avviati da alcune aziende gli studi clinici su esseri umani per le protesi retiniche per gli ipovedenti.

Il mercato MEMS & sensori dovrebbe passare, in termini di fatturato, dai 12 miliardi di dollari del 2017 a altre 31 miliardi di dollari nel 2023. (fonte: Yole)

 

 

Francesco Ferrari



Contenuti correlati

  • Sistemi LiDAR: una guida approfondita alla scelta della lunghezza d’onda più adatta

    I sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS – Advanced Driver Assistance System) e la guida autonoma (AD – Autonomous Driving) possono garantire le prestazioni richieste solamente se in grado di rilevare in maniera efficiente l’ambiente circostante...

  • Chip automotive: una svolta epocale

    L’industria automobilistica sta attraversando un periodo di radicale trasformazione che coinvolge tutti i fornitori, compresi i costruttori di semiconduttori. In primo luogo, una buona notizia: secondo una recente analisi di Yole Développement, il valore dei semiconduttori a...

  • Il mercato degli IC per power management

    Il mercato del power management ha raggiunto i 18,5 miliardi di dollari nel 2019, ma gli analisti di Yole Développement ritengono che questo segmento, malgrado le apparenze, non sia ancora in una fase di consolidamento e si...

  • Sempre più tecnologia MEMS nei sensori del futuro

    Nel mondo dei semiconduttori, le nuove opportunità di crescita per la catena di fornitura dei circuiti integrati provengono dalle dinamiche di sviluppo dei dispositivi MEMS (microelectromechanical system) in almeno quattro aree strategiche: i quattro megatrend sono ‘smart...

  • Il 2019 sarà l’anno dei miniLED

    Yole Développement ritiene, nel report MiniLED for Display Applications: LCD and Digital Signage che il mercato dei miniLED dovrebbe iniziare a crescere sensibilmente nel 2019, con un notevole potenziale di sviluppo che dovrebbe permettere di raggiungere gli...

  • La visione artificiale è al centro della rivoluzione industriale

    Una rivoluzione silente è in atto nelle fabbriche di tutto il mondo. Rivoluzione che si può condensare in un’unica parola: automazione. Il nucleo centrale di questa profonda trasformazione è rappresentato dalla visione artificiale (MV – Machine Vision)....

  • La rivoluzione robotica è in arrivo

    Spinto da una gamma completa di applicazioni, il mercato dei sensori per droni e robot è destinato a crescere a un CAGR del 12,4 %  fino al 2021, raggiungendo un fatturato totale di 709 milioni di dollari...

  • Cresce il settore dei MEMS

    Secondo Yole Développement il mercato dei MEMS è destinato a crescere in modo significativo e da qui al 2020 la società di analisi e ricerche si aspetta che andrà a generare un giro di affari di 20...

  • Industria dei sensori ottici: aspettative di crescita

    L’industria dei sensori ottici CMOS ha toccato i 10 miliardi di dollari per la prima volta. I driver alla crescita sono state le applicazioni mobili e l’automotive.  È un’industria che si prevede crescerà a un tasso annuale...

  • MEMS, imprese emergenti in rimonta. Il 2018 segneranno il 10% del fatturato

    Nel 2018 il 10% del valore totale delle imprese MEMS sarà rappresentato dalle imprese emergenti. L’innovazione nei MEMS non arriva solo dai nuovi dispositivi, ma anche dall’integrazione di tecnologie MEMS mature inserite in nuove applicazioni. Insieme con...

Scopri le novità scelte per te x