Panasonic TOUGHBOOK: una ricerca sulla sostenibilità

Pubblicato il 30 novembre 2022

In base ai risultati di una nuova ricerca di Opinion Matters commissionata da Panasonic TOUGHBOOK, gli uffici acquisti IT europei si trovano costretti in un ciclo che prevede ogni quattro anni la sostituzione dei dispositivi informatici in dotazione alla forza lavoro mobile, nonostante le crescenti pressioni in fatto di sostenibilità.

“Nonostante una crescente consapevolezza dei problemi legati alla sostenibilità e un desiderio generale di utilizzare i dispositivi più a lungo, assistiamo con preoccupazione a come aziende in tutta Europa siano ancora ferme alla mentalità dell’aggiornamento tecnologico quadriennale,” ha commentato Lisbeth Lashmana, Head of the European Marketing di Panasonic TOUGHBOOK. “In realtà, con il nuovo design modulare dei dispositivi di mobile computing e il supporto esteso disponibile per i più recenti dispositivi, è davvero possibile estendere la vita della tecnologia utilizzata dalla forza lavoro mobile, semplificare la gestione e migliorare il costo totale di proprietà”.

Secondo gli intervistati, i 5 principali elementi da considerare al momento di acquistare dispositivi informatici per la forza lavoro mobile sono Sicurezza (23,7%), Affidabilità (23,7%), Prestazioni (22,9%), Durata della batteria (19,3%), Robustezza (18,7%) e Costo iniziale (18,3%).

A riconoscimento di una crescente consapevolezza in fatto di sicurezza, circa il 70% degli intervistati considera importanti gli aggiornamenti regolari di bios, firmware e driver, con aggiornamenti che avvengono in media tra le 2,5 e le 3 volte l’anno, e che impiegano in media 4 giorni all’anno per essere implementati.

“Le aziende si trovano davanti a un’enorme opportunità: reimpostare il loro approccio all’acquisto di tecnologia per la forza lavoro mobile e colmare il divario di sostenibilità,” ha proseguito Lisbeth Lashmana. “Coinvolgendo la forza lavoro in progetti pilota prima dell’acquisto, i buyer possono assicurarsi che i dispositivi siano molto più adatti alle esigenze degli utenti. In secondo luogo, acquistando i più recenti dispositivi modulari, la tecnologia può essere modificata e personalizzata dagli utenti sul campo in base a esigenze diverse, o ricollocata in seguito per un altro scopo all’interno dell’azienda. Se uniamo tutto ciò alle incredibili prestazioni di CPU e memoria disponibili sui dispositivi di ultima generazione, alla possibilità di eseguire aggiornamenti in base alle esigenze e al supporto esteso a lungo termine offerto da produttori come Panasonic, è evidente che ci sono buoni motivi per essere ottimisti. Oggi in campo ci sono tutti gli elementi affinché le aziende possano estendere l’usabilità dei loro dispositivi mobili – in molti casi anche di anni”.



Contenuti correlati

  • Ricerca Dynabook: la sicurezza IT al primo posto

    Da una recente ricerca Dynabook emerge che il 47% delle PMI italiane ha considerato la sicurezza l’aspetto IT più impegnativo da gestire durante la pandemia. Questa percentuale, che si divide tra sicurezza della rete (22%) e dei...

  • Cohesity : le tecnologie obsolete compromettono le risposte ai ransomware

    In una nuova ricerca globale commissionata da Cohesity, quasi la metà degli intervistati afferma che la propria azienda dipende da un’infrastruttura di backup e ripristino obsoleta per gestire e proteggere i propri dati. In alcuni casi, questa...

  • Una ricerca Barracuda evidenzia le sfide nell’implementazione della sicurezza industriale

    Barracuda Networks ha annunciato i risultati del report The State of Industrial Security in 2022. La ricerca globale commissionata da Barracuda ha coinvolto 800 responsabili IT, responsabili della sicurezza e project manager da cui dipendono i progetti...

  • Il trend in forte crescita delle schede di sviluppo in Italia

    Le schede di sviluppo sono oggi sempre più adottate anche in ambito industriale grazie alla loro semplicità d’uso e di programmazione, basso costo e capacità di essere supportate da un’ampia gamma di sistemi. Reichelt elektronik e l’Istituto...

  • La quarta edizione del sondaggio sull’IoT di Farnell

    Farnell ha presentato i risultati della sua quarta indagine annuale sull’IoT globale, che evidenzia, fra l’altro, una forte crescita dell’IoT in un’ampia gamma di settori. In particolare, quest’anno si è assistito a un cambiamento radicale nell’atteggiamento verso...

  • Gli scenari economici per le soluzioni tecnologiche evolute di illuminazione

    Il quadro che emerge dalla ricerca “Il PNRR e l’impatto economico, sociale e ambientale delle soluzioni tecnologiche evolute di illuminazione” che ASSIL (Associazione Nazionale Produttori Illuminazione) ha commissionato a Energy & Strategy del Politecnico di Milano, indica...

  • Le previsioni di Gartner sui ricavi dei semiconduttori

    Gli analisti di Gartner, in una recente ricerca, prevedono che i ricavi mondiali dei semiconduttori aumenteranno del 13,6% nel 2022 rispetto al 2021. Secondo le stime, infatti, le entrate globali per i semiconduttori dovrebbero raggiungere i 676...

  • La ricerca di Ivanti su supply chain e IIoT

    Una recente ricerca di Ivanti Wavelink, la business unit di Ivanti per le soluzioni di supply chain, ha evidenziato i trend verso l’incremento di automazione, connettività e intelligence nei processi della supply chain industriale. Il sondaggio, condotto...

  • I trend del 2022 per le Risorse Umane in un’indagine di CoachHub

    CoachHub ha condotto un’indagine internazionale sui trend per il 2022 per il settore delle risorse umane e, secondo i dati, le aziende dovranno puntare su un maggiore investimento in formazione e sviluppo personale e professionale dei dipendenti,...

  • AI: cresce la fiducia delle aziende italiane nelle nuove tecnologie

    Una recente ricerca commissionata da reichelt elektronik e condotta da OnePoll, fa il punto sul grado di implementazione dell’AI nel settore industriale italiano. Da ormai alcuni anni, l’utilizzo di soluzioni di intelligenza artificiale domina l’intero settore industriale...

Scopri le novità scelte per te x