OMRON lancia il sistema di visione FH per individuare i difetti con l’AI

Pubblicato il 8 ottobre 2020

Il sistema di elaborazione delle immagini identifica i minimi difetti con una sensibilità paragonabile a quella umana raggiungendo velocità più elevate di rilevamento di difetti.

OMRON ha annunciato il lancio a livello globale del nuovo sistema di visione serie FH, dotato della prima tecnologia AI di rilevamento dei difetti del settore che identifica i difetti senza l’uso di campioni. Questa tecnologia di intelligenza artificiale che riproduce la sensibilità umana e le tecniche di ispettori esperti rileva in modo affidabile difetti che un tempo erano difficili da individuare, automatizzando l’ispezione visiva basata sulla visione umana.

Serie FH con AI per il rilevamento dei difetti

I produttori sono sempre più sotto pressione per automatizzare i processi basati sui sensi degli operatori esperti. In particolare, in ambito di ispezione visiva, è importante identificare in modo affidabile i minimi difetti anche su linee flessibili che producono un’ampia gamma di articoli. In passato, la sensibilità e la conoscenza dei tecnici con una lunga esperienza alle spalle erano fondamentali. Tuttavia, al giorno d’oggi, gli operatori devono evitare di lavorare a contatto tra loro negli impianti di produzione per via del COVID-19, il che determina la crescente esigenza di automatizzare le ispezioni visive e risparmiare manodopera.

L’intelligenza artificiale sta ora raggiungendo una fase in cui è in grado di riconoscere le caratteristiche degli oggetti al pari degli esseri umani, nonché di apprendere i criteri in modo automatico. Mentre molte soluzioni AI si trovano ad affrontare notevoli sfide legate a grandi quantità di dati delle immagini, hardware specializzato e competenze tecniche, OMRON ha fatto grandi passi avanti nel diffonderne l’utilizzo.

Per risolvere queste sfide, OMRON ha sviluppato la prima tecnologia AI di rilevamento dei difetti del settore che riproduce le tecniche degli ispettori esperti. Questa nuova tecnologia fa ora parte del sistema di visione serie FH. Gli oltre 30 anni di conoscenze di OMRON in materia di elaborazione delle immagini e ispezione visiva sono stati integrati in questo nuovo prodotto che massimizza la capacità di ispezione utilizzando l’AI senza apprendere enormi quantità di dati. L’AI ha sempre richiesto un ambiente speciale, ma la soluzione OMRON, estremamente leggera, è stata integrata in un componente del sistema e non richiede alcun tecnico AI per la configurazione e la regolazione presso gli impianti di produzione.

OMRON si impegna ad introdurre l’innovazione negli impianti di produzione materializzando il suo esclusivo concetto denominato “innovative-automation” per la risoluzione dei problemi. “OMRON è impegnata ad replicare, e in certi aspetti migliorare, le performance dell’occhio umano e la nostra divisione continua ad accumulare dati e a condurre ricerche per lo sviluppo della più avanzata tecnologia AI. Ampliando l’ambito delle attività che possono essere automatizzate nell’ispezione visiva della qualità, liberiamo il personale da attività semplici e monotone, migliorando al contempo la qualità e la stabilità del processo”, ha dichiarato Jan Nieswandt, Product Marketing Manager for Vision and RFID presso Omron Europe.

Caratteristiche principali

  1. L’AI vede i difetti con una sensibilità paragonabile a quella umana
  • Un nuovo filtro delle immagini basato su AI riproduce la tecnica utilizzata da ispettori esperti per identificare i difetti di ogni tipo di prodotto.
  • Graffi e imperfezioni un tempo difficili da rilevare possono ora essere identificati anche senza l’uso di campioni o regolazioni.
  1. L’AI identifica i prodotti di buona qualità al pari degli ispettori esperti
  • La serie FH è in grado di determinare tolleranze di variazione accettabili.
  • Uno strumento AI di corrispondenze precise apprende dai dati delle immagini dei prodotti non difettosi per acquisire rapidamente le “competenze” che gli ispettori sviluppano nel corso di molti anni. In questo modo attraverso l’automazione si riducono i costi e si aumenta la produttività.
  • L’AI riduce il rilevamento eccessivo.

  1. Non sono necessari ambienti speciali
  • L’AI ha sempre richiesto un ambiente di fascia alta, ma la soluzione leggera di OMRON è disponibile sotto forma di elementi di elaborazione facili da usare integrati nell’hardware della serie FH.
  • Non è necessario alcun hardware speciale per l’AI o per il tecnico AI.

 

(*) La prima tecnologia AI del settore che cattura i difetti con sensibilità umana senza apprendimento, nei componenti o nelle librerie di visione integrati nelle macchine. Dati basati su uno studio OMRON condotto nel giugno 2020.

 

A.H.



Contenuti correlati

  • Premiate le iniziative di sostenibilità di OMRON dagli S&P Global Sustainability Awards

    OMRON ha ottenuto il riconoscimento Silver Class agli S&P Global Sustainability Awards, annunciati nel Sustainability Yearbook 2022. Il riconoscimento evidenzia le prestazioni in ambito sostenibilità delle aziende più importanti del mondo e OMRON è stata giudicata particolarmente...

  • Nuova nomina in OMRON

    OMRON ha annunciato la nomina di Donato Candiano nel ruolo Deputy General Manager di OMRON Industrial Automation Business (IAB) per l’Italia. Candiano ha ricevuto questo incarico per guidare l’attuazione della strategia di lungo periodo “Shaping the Future...

  • Come implementare l’IIoT con i moderni PLC

    Con l’avvento dell’Industria 4.0 e l’Internet of Things industriale (IIoT), si sta sviluppando una nuova generazione di PLC in grado di comunicare i dati attraverso il cloud Leggi l’articolo completo su Embedded 84

  • Il ruolo dei sensori nella trasformazione del settore sanitario

    Ci sono diverse dinamiche importanti che stanno avendo una seria influenza sul settore sanitario e, di conseguenza, è necessaria una tecnologia avanzata per mitigare i problemi che queste stanno causando. In questo articolo verranno esaminati i cambiamenti...

  • OMRON presenta la serie di lettori di codici V440-F

    OMRON ha ampliato la sua gamma di lettori di codici MicroHAWK con la serie V440-F, utilizzabile per la lettura di più codici in un’ampia area, ma anche per applicazioni su lunghe distanze e con codici a barre...

  • Progettazione di applicazioni per il controllo degli accessi basato sulla temperatura senza contatto

    Con il passaggio alla fase successiva nella gestione della pandemia di coronavirus, la misurazione rapida, affidabile e precisa della temperatura di una persona aiuterà in modo significativo a gestire i flussi di persone e impedirà la diffusione...

  • Omron presenta un nuovo interruttore di sicurezza per porte con codifica elevata

    OMRON ha realizzato D41, una serie di interruttori di sicurezza per porte con “codifica elevata” progettati per ridurre il rischio di disattivazione dei dispositivi di interblocco. I componenti di sicurezza eseguono le loro funzioni solo se utilizzati...

  • Riconoscimento “Gold Class” per OMRON

    OMRON ha annunciato di essere stata inserita da S&P Global tra le prime 15 aziende nel Sustainability Yearbook 2021, una delle analisi più complete al mondo in termini di valutazione di sostenibilità aziendale. OMRON, tramite un’ulteriore selezione,...

  • OMRON adotta i prodotti IO-Link di Maxim Integrated

    Maxim Integrated ha annunciato che i suoi prodotti dual IO-Link sono stati adottati da OMRON Corporation per la serie NXR di controller IO-Link e I/O hub IO-Link, ampliando le capacità del proprio controller IO-Link bidirezionale e degli...

  • I sensori ottici aiutano a creare un mondo post-COVID più sicuro e touch-free

    Le tecnologie di rilevamento ottico hanno ora un ruolo importante, e gli interruttori contactless potrebbero tranquillamente diventare la normalità anche quando il COVID sarà solo un ricordo lontano.   Leggi l’articolo completo su Eo Medical 20

Scopri le novità scelte per te x