NXP Semiconductors: microcontroller LCP800 basato su ARM Cortex-M0+

Pubblicato il 4 febbraio 2013

NXP Semiconductors ha presentato l’unità LPC800, un microcontroller a 32 bit progettato appositamente per il mondo degli 8 bit. Disponibile in package a ridotto numero di pin, il modello LPC800 semplifica l’indirizzamento a 8 bit delle periferiche mettendo nel contempo a disposizione funzionalità a 32 bit e l’eccezionale efficienza nei consumi del processore ARM Cortex-M0+ ultra low power a 30 MHz.

Introducendo un nuovo livello di flessibilità senza però aggiungere complessità, il nuovo LPC800 vanta caratteristiche rivoluzionarie come una matrice flessibile di commutazione che consente di assegnare le periferiche on-chip a qualunque pin attraverso un’unica riga di codice o un semplice click nel tool di configurazione.

NXP ha ridisegnato le periferiche seriali del modello LPC800 per renderle più snelle possibili in modo da aumentarne reattività ed efficienza. Per esempio, la nuova interfaccia SPI può funzionare come slave a frequenze indipendenti dal clock del processore, riducendo i consumi e semplificando il design di sistema. Anche l’interfaccia I2C è stata reingegnerizzata per consentire al microcontroller di restare in stato di wait con consumi pressoché nulli, anche senza un clock di sistema, riattivandosi non appena si verifichi un match di indirizzi.

LPC800 funziona in maniera semplice senza bisogno di driver. I driver di basso livello per I2C e UART non occupano più spazio flash, e per far funzionare queste periferiche sono sufficienti semplici chiamate API. Il microcontroller LPC800 usa memoria flash a 64 byte per blocco che facilita la gestione del codice e può essere usata per immagazzinare dati mediante emulazione Eeprom.

Il modello LPC800 è disponibile in una varietà di package a basso numero di pin come SO20, TSSOP20, TSSOP16 e DIP8. Diffuso presso gli sviluppatori in ambienti a 8 bit, questi package aiutano a razionalizzare la prototipazione, semplificano l’assemblaggio e facilitano la produzione di alti volumi a basso costo.

Infine LPC800 sfrutta il bus periferiche del processore per accedere ai GPIO in un unico ciclo macchina, per consentire prestazioni real-time e deterministiche, requisito essenziale per chi sviluppa sugli 8 bit.



Contenuti correlati

  • I moduli di congatec hanno ottenuto la certificazione ARM SystemReady IR

    I moduli COM di congatec, in formato SMARC basati sui processori della linea i.MX 8M di NXP, hanno ottenuto la certificazione SystemReady IR nell’ambito del progetto Cassini promosso da ARM. Il progetto Cassini ha come obiettivo la...

  • Microchip amplia la gamma di MCU PIC e AVR a 8 bit

    Microchip Technology ha rilasciato cinque nuove famiglie di prodotti e oltre 60 nuovi dispositivi singoli per il mercato embedded. Questi dispositivi combinano funzionalità ASIC-like con la facilità di sviluppo che estende le funzionalità di MCU tradizionali e...

  • I microcontroller Task-Specific permettono di semplificare i progetti più complessi

    Il trasferimento di task dal microcontroller o microprocessore principale ai microcontroller task-specific aiutano a semplificare il processo di progettazione per un’ampia varietà di applicazioni Leggi l’articolo completo su EO 501

  • I principali vantaggi degli FPGA rispetto alle MCU

    Nel momento in cui si accingono a sviluppare un nuovo sistema elettronico, i progettisti devono prendere una miriade di decisioni; una delle più cruciali è quella riguardante l’architettura del sistema e i dispositivi a semiconduttore impiegati per...

  • IC Insights : la crescita del mercato dei microcontrollori

    Secondo i dati dell’aggiornamento trimestrale di IC Insights, i prezzi medi di vendita degli MCU dovrebbero aumentare moderatamente fino al 2026. La scarsità delle forniture ha causato infatti un aumento degli ASP del 10% nel 2021, il...

  • I microcontrollori a 8 bit hanno ancora un ruolo chiave nel mondo IoT

    L’utilizzo di una MCU a 8 bit durante la progettazione di nodi edge rappresenta una soluzione a basso costo, con consumi ridotti, intelligente (ma non dedicata all’IoT) e in grado di gestire compiti ausiliari e di gestione della potenza...

  • Più libertà e flessibilità grazie all’hardware open source

    In risposta alla crescente complessità strutturale dei processori standard, dieci anni fa venne creata presso l’Università della California, a Berkeley, un’architettura di set di istruzioni aperta e notevolmente ridimensionata. Ora è alla sua quinta generazione e offre...

  • Annunciata ufficialmente la cessazione dell’acquisizione di Arm

    Dopo varie indiscrezioni apparse in Rete, NVIDIA e SoftBank hanno annunciato ufficialmente la cessazione della transazione relativa all’acquisizione di Arm da parte di NVIDIA Il comunicato precisa che le parti hanno convenuto di risolvere l’accordo a causa...

  • Potrebbe saltare l’accordo per l’acquisizione tra Nvidia e Arm

    Un recente report di Bloomberg segnala che Nvidia sarebbe pronta ad abbandonare l’acquisizione di ARM da SoftBank Group Corp annunciato a settembre 2020. Questa operazione da 40 miliardi di dollari in realtà aveva già avuto dei problemi...

  • Renesas ha venduto oltre un miliardo di MCU RX

    Renesas Electronics ha annunciato di aver superato l’obiettivo di vendita di un miliardo di microcontrollori (MCU) della famiglia RX. Questi dispositivi a 32-bit, basati su core proprietari Renesas RX, sono stati presentati nel 2009, ma la famiglia...

Scopri le novità scelte per te x