NI: dall’IIOT ai Big Data passando per il 5G

Pubblicato il 29 settembre 2015

Soluzioni per IIOT (Industrial Internet of Things), big data analogici (quindi provenienti dal mondo reale) e collaudo di apparecchiature wireless: queste in sintesi le più recenti novità in casa National Instruments illustrate nel corso di una recente conferenza stampa.

Per quanto riguarda il primo punto l’azienda di Austin ha presentato il nuovo hardware per i sistemi embedded basato sull’architettura riconfigurabile I/O di LabVIEW, aperta e flessibile. L’hardware include il controller CompactRIO ad alte prestazioni idoneo all’integrazione in applicazioni robuste e industriali (si pensi al mondo delle “smart machines” e il controller per FlexRIO, per i progettisti con applicazioni embedded ad alte prestazioni (in cui ad esempio è richieesta una certa “intelligenza” nell’acquisizione dati). Questi controllori integrano le più recenti tecnologie targate Intel (CompactRio ad esempio è equipaggiato con Atom quad core) e Xilinx (Fpga Kintex-7). Interessante anche il controller Single-Board RIO per coloro che necessitano di una maggiore flessibilità nelle loro applicazioni embedded (un esempio classico potrebbe essere quello delle smart grid).

Per affrontare le sfide dei Big Data analogici, che richiedono sistemi “intelligenti” basati su software per estrarre le informazioni più rilevante da una mole di dati in crescita esponenziale NI propone i nuovi controller CompactDAQ a 4 e 8 slot con processore quad-core (sempre Intel Atom) e oltre 60 moduli di I/O specifici.

Il nuovo chassis CompactDAQ USB 3.0 invece, assicura la massima scalabilità dei sistemi di misura nel caso di applicazioni ad alto numero di canali senza penalizzare la velocità di trasferimento. Per manipolare, analizzare e visualizzare grandi quantità di dati; per questo motivo NI sta per rilasciare il software DIAdem 2015 a 64-bit per gli utenti che hanno la necessità di caricare e analizzare una grande mole di dati. DataFinder Server Edition 2015 permette ricerche progressive multiquery che possono essere indirizzate a server globalmente condivisi per trovare i dati che gli utenti devono nalizzare in pochi secondi.

Il test wireless, infine, non è compito banale. Nei futuri sistemi i sistemi integreranno un numero sempre maggiore di sensori e funzionalità RF, con un (quasi) inevitabile aumento dei costi relativi di collaudo.

Il nuovo Wireless test System (WTS) basato su sullo standard PXI di NI è stata espressamente pensata per ridurre drasticamente i costi di test, aumentando nel contempo il throughput in fase di produzione grazie a un sistema ottimizzato per la misura e il test in parallelo.

WTS si propone come una piattaforma unica per i collaudi multistandard (da LTE Advanced al 802.11ac, al Bluetooth Low Energy, dal GPS al cellulare), multi Dut e multiporta.

Il sistema WTS, che integra il controllore embedded PXIe-8880, basato sul processore Intel Xeon, è caratterizzato da una velocità di trasferimento dati di 24 GB/s che garantisce eccellenti prestazioni in applicazioni complesse come appunto il test wireless e, in prospettiva, la prototipazione 5G.

NI WST è il più recente sistema della società basato sull’hardware PXI e sui software LabVIEW e TestStand . La tecnologia del ricetrasmettitore di segnali vettoriale PXI progettato via software all’interno del sistema WTS fornisce prestazioni RF superiori nell’ambito del test per la produzione e una piattaforma scalabile sulla base dei requisiti del test RF.

“Last but not least” il collante di tutta la proposta NI: LabView. Anche per lo storico prodotto software della Casa di Austin non mancano le novità, che possono essere così sintetizzate: caricamento più veloce del codice, possibilità di scivere il codice in tempi più rapidi e accelerazione della fase di debug.

Inoltre, grazie a tre differenti suite applicative che includono un anno di accesso illimitato ai corsi di formazione e certificazione, gli sviluppatori possono accedere senza problemi alle risorse software e di formazione.

Nella foto: Il nuovo WTS di NI per il collaudo di apparati wireless in produzione

FF



Contenuti correlati

  • Teoresi
    A Torino i test dei veicoli del futuro

    Il Gruppo Internazionale di ingegneria Teoresi, il centro di ricerca di Torino Fondazione LINKS, Comune di Torino con Torino City Lab, TIM e Nextworks partecipano al progetto europeo ENVELOPE partito a gennaio 2024. Si tratta di uno...

  • Rohde & Schwarz
    Collaborazione tra Rohde & Schwarz e Autotalks per la verifica del primo chipset 5G-V2X

    Rohde & Schwarz e l’azienda fabless di semiconduttori Autotalks stanno lavorando insieme per garantire il corretto funzionamento dei sistemi di comunicazione 5G-V2X. Autotalks ha infatti utilizzato le competenze e la strumentazione di Rohde & Schwarz per verificare...

  • Schermatura elettromagnetica ad alta frequenza per il 5G

    La linea proprietaria di rivestimenti conduttivi CHO-SHIELD di Parker Chomerics rappresenta una soluzione efficace per la schermatura elettromagnetica 5G Leggi l’articolo completo su EO 514

  • Difesa e Aerospazio; il ruolo degli amplificatori di potenza

    Grazie ai PA MMIC in nitruro di gallio è possibile affrontare in maniera efficace le complesse problematiche legate alla realizzazione di sistemi per comunicazioni satellitari militari, radar e 5G Leggi l’articolo completo su EO 514

  • Moxa
    Gateway per reti cellulari 5G private da Moxa

    Moxa ha presentato ufficialmente i gateway cellulari industriali 5G della serie CCG-1500, in grado di offrire connettività 3GPP 5G per dispositivi Ethernet e seriali. Questi prodotti semplificano la realizzazione di reti 5G private industriali e favoriscono lo...

  • Test per 5G: una panoramica

    La strumentazione e le procedure di test sono di notevole importanza poiché, da un lato, servono a verificare le prestazioni e la corretta implementazione dei requisiti a cui la rete 5G deve conformarsi e, dall’altro, devono garantire...

  • Rohde & Schwarz
    Rohde & Schwarz e ETS-Lindgren collaborano per la caratterizzazione delle prestazioni delle antenne 5G A-GNSS

    Rohde & Schwarz ha annunciato lo sviluppo,  insieme a ETS-Lindgren, di una soluzione completa per la valutazione delle prestazioni delle antenne utilizzate per integrare le funzionalità del sistema satellitare di navigazione globale assistito (A-GNSS) con le reti...

  • Rohde & Schwarz
    Le nuove soluzioni di test di Rohde & Schwarz dedicate alle bande W e D

    All’ European Microwave Week 2023 (EuMW) di Berlino, Rohde & Schwarz presenterà tre novità: il generatore R&S SFI100A, il sensore di potenza R&S NRP170TWG e i frontend R&S FE110ST/SR. Questi tre prodotti dedicati alle applicazioni in banda...

  • Un’architettura flessibile per l’infrastruttura di rete 5G

    Le reti 5G dovranno sempre più offrire volumi di contenuti estremamente elevati rispetto a quelli di oggi. Inoltre, dovranno supportare traffici eterogenei, inclusi quelli machine-to-machine, generati da un enorme volume di dispositivi dell’Internet of Things (IoT). Le...

  • Mouser
    Il ruolo dei componenti passivi in un eBook di Mouser e Bourns

    Mouser Electronics, in collaborazione con Bourns, ha pubblicato un nuovo eBook  focalizzato sul ruolo dei componenti passivi nelle applicazioni elettroniche emergenti, come per esempio le energie rinnovabili, i veicoli ibridi ed elettrici. Anche se sono sempre stati...

Scopri le novità scelte per te x