Mouser Electronics: una crescita robusta per il 2021

Pubblicato il 20 aprile 2021

 

E’ fuori di dubbio che la pandemia ha avuto un impatto massiccio sull’economia globale (e non solo) e le aziende hanno dovuto confrontarsi con problematiche nuove e di notevole entità. Ma anche in un contesto critico come quello che stiamo vivendo le aziende operanti nel settore dell’elettronica non hanno mai smesso di sviluppare nuovi prodotti. Di ciò hanno potuto beneficiare tutte le realtà che supportano e assistono i progettisti nel processo di sviluppo. E’ il caso di Mouser Electronics, il distributore a catalogo specializzato nell’introduzione di nuovi prodotti destinati appunto ai progettisti che ha brillantemente affrontato le varie problematiche (pandemia “in primis” ma anche difficoltà logistiche e impatto della Brexit, solo per citarne alcune), facendo registrare, relativamente alla regione Emea, una crescita pari al 4%.

“Un aumento – ha sottolineato Graham Maggs, VP marketing di Mouser per l’area Emea – che lo scorso anno non è stato dovuto, come forse ci si sarebbe potuto aspettare da un forte domanda del settore automotive, bensì dalla progettazione e sviluppo di applicazioni basate su IoT e dal buon andamento del mercato del 5G. Senza dimenticare il settore medicale che per noi rappresenta sempre un mercato di riferimento.”

Per il comparto automotive è stato un anno sicuramente sofferto, prima per la chiusura degli stabilimenti a causa della pandemia poi, alla riapertura dei siti produttivi, per la carenza di materiali. “Le Case automobilistiche hanno sottovalutato il fatto che la catena di fornitura dei componenti elettronici ha tempi completamente diversi rispetto ad altri materiali come a esempio le parti metalliche.”

In ogni caso, una volta “riassestata” la catena di fornitura, l’automotive tornerà a essere uno dei volani della crescita, insieme ad altri settori come a esempio le telecomunicazioni.

Per il 2021 Maggs si è mostrato fiducioso: “Ci aspettiamo una crescita robusta quest’anno – ha detto – sia sulla base degli ottimi risultati del primo trimestre dell’anno sia perché la domanda di componenti elettronici proviene oramai da una molteplicità di mercati consolidati ed emergenti”.

Buona anche la situazione nel nostro Paese: dopo un ottimo primo trimestre del 2020, l’andamento dei due trimestri successivi è stato piatto, per poi tornare a crescere decisamente sia nell’ultimo trimestre del 2020 sia nel primo trimestre dell’anno in corso.

Le prestazioni del 2020…

Mouser, è risaputo, è un distributore a catalogo e come tale eccelle nell’e-commerce, mentre è poco interessato alla fornitura in volumi ma, ha ricordato Graham “I nostri clienti ci hanno chiesto quantitativi più elevati che in passato perché hanno trovato difficolta a reperire i prodotti che servivano loro in quantità sufficiente”.

“Comunque Mouser resta focalizzata su una strategia che si propone di aumentare sia il numero dei clienti con cui opera sia quello dei buyer, oltre a incrementare le linee di prodotto disponibili e il numero di unità spedite”.

Obiettivi che in un anno difficile come il 2020 l’azienda è riuscita a centrare: sempre relativamente alla regione Emea il numero dei nuovi clienti è aumentato del 16%, quello dei buyer del 12% e quello delle linee del 9%. Per inciso, la regione Emea rappresenta il 28% del fatturato globale di Mouser, contro il 25% della regione Apac e il 46% della regione America.

…e gli obiettivi del 2021

Dopo l’analisi di quanto è successo lo scorso anno Maggs ha illustrato le prospettive future della società.

“Continuiamo ad assumere personale, soprattutto nel nostro magazzino in Texas e a fare importanti investimenti nell’automazione al fine di incrementare ulteriormente l’efficienza e la produttività e accelerare ancora di più le procedure di accettazione ordini e di spedizione, oltre ad aumentare i livelli di inventario, che è uno dei pilastri della nostra strategia”. Per dare un’idea Mouser ha a stock oltre 1 milione di part number realizzati da più di 1.100 produttori.

Nell’agenda 2021 di Mouser c’è anche l’ampliamento degli uffici in Svezia e Gran Bretagna, il rafforzamento delle sedi dell’area Emea (Italia compresa) e l’espansione delle risorse e dei tool online dedicati ai progettisti. Per quanto concerne quest’ultimo aspetto l’offerta di Mouser è particolarmente ricca e comprende il “Technical Resource Center”, il “Customer Resource Centre” oltre a vari calcolatori online. “Le risorse online – ha confermato Maggs – restano un elemento chiave della nostra strategia di supporto ai cliente”.

“Ci siamo trovati di fronte a sfide molto impegnative lo scorso anno e che proseguono tuttora – ha concluso Maggs – ma abbiamo tempestivamente messo in campo tutte le risorse necessarie, dall’espansione del magazzino all’ampliamento dello staff che si occupano di customer service al mantenimento di livelli molto alti di inventario, che ci hanno permesso di superarle in maniera efficace. E i risultati ci stanno dando ragione.”

Filippo Fossati



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x