La transizione dei cablaggi da micro a nano

Pubblicato il 21 febbraio 2018

Da “Into the Box” a “Inside the Box”: è compito degli ingegneri progettisti fornire due diversi livelli di interconnessioni in grado di adattarsi alle esigenze degli strumenti con i requisiti dimensionalmente più grandi sui pannelli esterni e dimensionalmente più piccoli sui moduli interni a maggior densità di componenti

Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di gennaio/febbraio

Bob Stanton, Director of Technology, Omnetics Connector



Contenuti correlati

  • Cablaggi per i connettori Datamate da Harwin

    Harwin ha presentato una serie di cavi assemblati dedicati espressamente ai connettori Datamate ad alta affidabilità. Questi cablaggi sono economici e particolarmente adatti alla realizzazione di prototipi o a progetti in piccole serie per applicazioni negli ambienti...

  • Alcune considerazioni sul VRS – Virtual remote sensing

    Regolare in modo preciso la tensione su un carico può essere difficile se tra l’alimentatore e il carico stesso vi sono significative cadute di tensione. Anche se un regolatore produce una tensione perfettamente regolata sulla sua uscita,...

  • Avago Technologies: amplificatori PA MGA-43×28, per soluzioni di notevole potenza

    Piccoli (hanno dimensioni di 5 x 5 x 0,85 mm), con tecnologia Advanced GaAs E-pHemt, tensione nominale di alimentazione di 5 V, ma possono essere utilizzati a 3,3 V, conformi alle normative MSL-2a e lead-free: queste le...

Scopri le novità scelte per te x