Keysight: 4 “trucchi” per sfruttare al massimo le potenzialità del 5G

Pubblicato il 14 aprile 2020

Comunicazioni sempre più veloci, affidabili e robuste: queste le promesse del 5G. Per garantire comunicazioni mobili a larga banda il 5G sfrutta un mix di tecnologie, nuove ed esistenti. Tecnologie che introducono nuove sfide a livello di collaudo, come il test a frequenze millimetriche, in presenza di canali con estesa ampiezza di banda e di complesse configurazioni multi-antenna.

Il collaudo di stazioni base e di ricevitori e trasmettitori mobili inizia con la simulazione di segnali conformi allo standard 5G NR (New Radio). Per una simulazione accurata dei segnali, le apparecchiature di test devono non solo essere in grado di effettuare la codifica del canale e configurare più antenne, ma anche consentire la manipolazione di un’ampia gamma dei parametri di segnali in più combinazioni per poter supportare test setup particolarmente complessi. Senza dimenticare la necessità di disporre segnali di riferimento “metrology-grade”, ovvero estremamente precisi e affidabili.

Un sistema di test robusto deve essere in grado di generare segnali di test per una pluralità di scenari, dalla caratterizzazione dei componenti alla verifica del progetto, dallo verifica di pre-conformità al collaudo della produzione in volumi.

In definitiva, le nuove tecnologie che prevedono 5G NR richiedono un approccio diverso per quanto riguarda sia la progettazione sia il collaudo dei dispositivi. Un compito sicuramente complesso, che Keysight si propone di semplificare al massimo.

Per generare in modo semplice segnali per il test 5G NR e ridurre così drasticamente il time to market dei prodotti bastano quattro semplici “trucchi”. Scopriteli in questo “White paper”.

 

 



Contenuti correlati

  • Il modulo 5G AIW-355 di Advantech per l’AIoT

    Advantech ha rilasciato AIW-355, un nuovo modulo 5G della serie AIW-300. Questo modulo è stato progettato per soluzioni AIoT che richiedono connettività diffusa, mobilità dinamica e massima sicurezza. AIW-355 è infatti destinato, per esempio, a dispositivi di...

  • Microprocessori: continua la crescita a due cifre

    Dopo l’aumento del 16% fatto registrare lo scorso anno, imputabile alla pandemia che ha fatto aumentare la “dipendenza” da Internet, i microprocessori sono sulla buona strada per continuare questo percorso di crescita. In base al più recente...

  • LPWAN: il 5G per l’IoT

    Le reti WAN Low Power giocano un ruolo fondamentale nell’implementazione dell’Internet of Thing in seno alla rivoluzione 5G Leggi l’articolo completo su Embedded 81

  • Dispositivi mobili nel 2026: il sondaggio di Molex

    Molex, ha rivelato i risultati di un sondaggio globale a cui hanno partecipato gli operatori del settore produttivo per identificare le principali tendenze e tecnologie che modelleranno il futuro dei dispositivi mobili. I risultati del sondaggio mostrano...

  • Da MIKROE una scheda per la connettività LTE-M e NB-IoT

    MikroElektronika (MIKROE) ha presentato LTE IOT 8 Click, un componente della famiglia di schede di sviluppo periferiche Click, studiata per rispondere alle esigenze di progettisti di soluzioni per la connettività LTE-M e NB-IoT a basso consumo di...

  • Nexperia presenta due nuovi ASFET

    Nexperia  ha annunciato due nuovi ASFET (Application-Specific MOSFET) da 80 V e 100 V con prestazioni SOA migliorate, destinati ad applicazioni hot-swap e soft-start in sistemi di telecomunicazioni 5G,  ambienti server a 48 V e apparecchiature industriali....

  • Keysight: migrazione più semplice dalle reti 4G LTE a 5G Open RAN

    Keysight Technologies ha annunciato la collaborazione con Xilinx e Cisco per presentare soluzioni fronthaul che supportano un percorso di migrazione facilitato dalle tradizionali reti 4G LTE alle reti 5G O-RAN. Le implementazioni di reti di accesso radio...

  • Test di reti 5G Ultra Reliable Low Latency per applicazioni verticali

    URLLC abiliterà molte delle applicazioni innovative del 5G ed è quindi molto importante valutare la latenza e l’affidabilità della rete. Un tester “all-in-one” come MT1000A può essere utilizzato per valutare la qualità della connessione per le nuove...

  • Il ruolo fondamentale della simulazione di ambienti di misura virtuali per test EMI/EMC

    Prima di immettere sul mercato dispositivi e sistemi a microonde e a onde millimetriche nell’ambito del 5G, dell’Internet of  Things e della comunicazione wireless ad alta velocità, è essenziale prevedere le loro prestazioni. Questa necessità ha aumentato...

  • Modulo GNSS di ultima generazione dedicato al timing

    Le tecnologie radio più recenti, in particolare il 5G, hanno richieste di timing sempre più spinte. u-blox, uno dei principali  attori in ambito GNSS, risponde con il modulo ZED-F9T Leggi l’articolo completo su EO 495

Scopri le novità scelte per te x