Infineon Technologies: i risultati del progetto PROGRESSUS

Pubblicato il 24 novembre 2023
Infineon Technologies

Infineon Technologies ha guidato il progetto di ricerca europeo PROGRESSUS, al cui termine 22 partner, provenienti dall’industria e dalla ricerca, hanno presentato i risultati a Bari.

PROGRESSUS si è concentrato su tre temi centrali: conversione efficiente dell’energia, gestione intelligente dell’elettricità e monitoraggio sicuro della rete. L’impresa comune Componenti e sistemi elettronici per la leadership europea (ECSEL-JU) e i governi di Germania, Italia, Paesi Bassi, Slovacchia e Spagna hanno sostenuto PROGRESSUS con quasi 20 milioni di euro.

Tra l’altro è stata introdotta una soluzione che permetterebbe di gestire da dieci a quindici volte più stazioni di ricarica per auto elettriche con un unico collegamento di rete. Inoltre, è stata presentata una strategia per monitorare l’elettricità dalla produzione fino al consumo.

“Decarbonizzazione ed elettrificazione vanno di pari passo. Le nostre reti elettriche dovranno funzionare meglio e diventare più stabili se vogliono gestire i crescenti volumi di energia e le fluttuazioni nella domanda e nell’offerta di elettricità. Ciò significa che abbiamo bisogno di nuove soluzioni”, ha affermato Thomas Zollver, Senior Vice President Technology & Innovation della divisione Infineon Connected Secure Systems. “Il progetto di ricerca congiunto PROGRESSUS è riuscito a sviluppare un numero significativo di tecnologie che possono rendere le nostre reti esistenti più resilienti. Il progetto fornisce quindi un contributo importante alla liberazione delle nostre vite moderne dalle fonti energetiche fossili e alla protezione del nostro clima per le generazioni future”.

Il progetto ha sviluppato convertitori di energia elettrica altamente efficienti che riducono al minimo le perdite integrando sistemi di accumulo di batterie e fonti di energia rinnovabile come il fotovoltaico: i convertitori integrano sensori ultraveloci e MOSFET SiC che possono lavorare a velocità considerevolmente più elevate. Ciò li rende adatti all’uso in nuovi e innovativi sistemi di gestione della carica per veicoli elettrici a batteria che riducono il consumo di potenza di picco a livello di sito fino al 90%, senza tempi di ricarica significativamente più lunghi. In alternativa, l’algoritmo di ricarica intelligente può supportare da dieci a quindici volte più stazioni di ricarica sulla stessa connessione di rete.
Anche la gestione energetica congiunta di più edifici può contribuire ad alleggerire le reti elettriche. I partner del progetto PROGRESSUS hanno simulato questo tipo di sistema di gestione dell’energia sulla base di dati reali provenienti da 16 edifici con sistemi fotovoltaici e sistemi di accumulo dell’energia. Il risultato: questo tipo di gestione congiunta dell’energia potrebbe ridurre in media fino all’80% il fabbisogno energetico di punta presente nella rete pubblica, senza incidere negativamente sul fabbisogno dei clienti.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x