Il futuro del mercato dei display a electronica 2010

Led, Oled e Amoled alla conquista del mercato dei display

Pubblicato il 13 settembre 2010

Spessore minimo, efficienza energetica e alta risoluzione: sono questi i tre aspetti chiave sui quali si focalizzeranno i produttori di monitor e display a electronica 2010, il principale salone internazionale di componenti, sistemi e applicazioni di elettronica.

Le tecnologie Led, Oled e Amoled si stanno ritagliando spazi sempre più ampi nei mercati delle insegne digitali (e-signage), dei display per smartphone e dei televisori, lasciando prevedere una grande rivoluzione tecnologica. Fra gli altri, Samsung presenterà un nuovo display Led in grande formato che punta a riscuotere grande successo nel settore delle insegne elettroniche.

I Led sono diodi a emissione luminosa destinati ad applicazioni di illuminazione caratterizzate da ingombri minimi e alta efficienza energetica. I nuovi display Led in grande formato serie EX(n) di Samsung, che saranno presentati alla prossima edizione di electronica, uniscono dimensioni ampie ed efficienza energetica. Con soli 15 kg di peso e 40 mm di spessore, sono fra gli apparecchi più leggeri della loro categoria e consentono di risparmiare fino al 60% di energia rispetto ai modelli tradizionali. I nuovi Led SyncMaster 400EX(n), 460EX(n) e 550EX(n) con schermi rispettivamente da 40, 46 e 55 pollici sono destinati in particolare a insegne digitali in aeroporti, centri commerciali e sale conferenze, applicazioni nelle quali si contraddistinguono per la risoluzione full HD con frequenza di refresh a 120 Hertz.

Kingbright Electronic Europe GmbH presenterà invece il primo Led in package SMD 0603 con lente focalizzatrice. Il nuovo Helios SMD Led fornisce un fascio focalizzato con un’apertura di soli 60°, restituendo un’alta intensità luminosa fino a 3000 mcd @20 mA nel colore rosso. Questo componente industriale è conforme a impieghi con temperature fra -40 °C e +85 °C ed è stato progettato specificamente per i processi di montaggio “pick-and-place”.

Dilitronics GmbH proporrà un’innovativa tecnologia “controLED” studiata per evitare disomogeneità dei Led dovute a temperatura, invecchiamento o difetti di produzione. Un microcontrollore liberamente programmabile consente di gestire con la massima precisione i parametri di ogni Led, sfruttando così appieno le sue potenzialità.

La tedesca Power Systems GmbH+Co.KG presenterà a electronica 2010 il nuovo convertitore per retroilluminazione PS-LPL0801-01. Grazie alla potenza in uscita di 9 watt, il dispositivo è in grado di controllare un numero elevato di display TFT che contengono sistemi di retroilluminazione a Led. Grazie all’interconnessione flessibile di un numero di uscite fino a otto, si possono ottenere flussi dei Led da 15 a 240 mA. Il convertitore (che misura 64 x 32 x 9 mm) può essere facilmente integrato nei sistemi realizzati dal cliente, con impieghi nell’industria, nell’elettronica medicale e negli impianti di illuminazione.

Un Oled è un diodo a emissione luminosa organico che, rispetto al Led inorganico, ha una densità di corrente e una luminanza inferiori. I display Oled, inoltre, non richiedono retroilluminazione, in quanto i diodi stessi emettono luce in presenza di tensione elettrica. Questo significa che i display Oled sono più piatti e vantano una maggiore efficienza energetica, oltre a un contrasto superiore, rispetto ai display tradizionali.

Nell’ambito degli Oled, Data Modul AG presenterà a electronica nuovi Oled a matrice passiva, fra i quali spicca il nuovo PMOLED UG-5664ASGGF01 (UN10033) da 14 cm (5,5″). Questo prodotto monocromatico (verde) ha una risoluzione di 256 x 64 pixel ed è attualmente il PMOLED più grande in commercio, con dimensioni pari a 146 x 65 x 2 mm. L’applicazione più comune è rappresentata dai monitor in ambito medicale.

Con il motto “big sizes – low energy – 3D – touch”, il giorno 9 novembre 2010, presso lo stand A3.221, si svolgerà il Display/e-Signage Forum, che presenterà novità ed evoluzioni future nel mondo dei display. Diversamente dagli altri forum in programma a electronica, il Display/e-Signage Forum sarà suddiviso in un’area di dialogo (una sorta di “speaker’s corner” con dibattiti e tavole rotonde) e un’area per le presentazioni di prodotti e novità da parte degli espositori.

Soprattutto nell’ambito dei display Amoled per smartphone, la società di ricerche di mercato iSuppli prevede tassi di crescita del 55,1% entro il 2015 (fonte: iSuppli). Poiché i display Amoled non richiedono retroilluminazione, i consumi energetici sono ridotti e un display normale può avere uno spessore di pochi millimetri. I display Amoled possono essere stampati praticamente su qualsiasi materiale e sono estremamente elastici e flessibili, tanto che si sta valutando l’applicazione di display su capi di abbigliamento.

Il report trimestrale “Oled Shipment and Forecast Report” di DisplaySearch riferisce che i display OLED avranno un giro d’affari di 5,5 miliardi di dollari con tassi di crescita annui medi del 37% entro il 2015. Samsung ha risposto a queste previsioni con un investimento complessivo nella tecnologia Amoled e Oled pari a 2,2 miliardi di dollari entro il 2012. Tuttavia, gli analisti di mercato non considerano i display per smartphone come la fonte di reddito più consistente per Oled e Amoled a lungo termine. Secondo DisplaySearch, nel 2015 i televisori genereranno un giro d’affari mondiale di 1,92 miliardi di dollari (fonte: DisplaySearch).

Si prevede inoltre che le vendite di Led raddoppieranno entro il 2013, arrivando a 14,3 miliardi di euro dai 6,7 miliardi del 2009. La forte crescita attesa in questo settore è legata principalmente alla vasta gamma di applicazioni dei Led ad alta luminosità (fonte: iSuppli).

electronica 2010: www.electronica.de

Messe München International (MMI): www.messe-muenchen.de



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x