IC Insights, cresce la quota di mercato dei produttori di circuiti integrati

Pubblicato il 20 gennaio 2014

Le prime dieci aziende produttrici di circuiti integrati oggi detiene il 67% della capacità totale del mondo IC, mentre nel 2009 questa percentuale era pari al 54%. È questa la sintesi del bollettino edizione 2014 del McClean report di IC Insights.

bulletin20140108Fig01In particolare, tra la rosa delle dieci aziende considerate ce ne sono quattro con sede in Nord America, due provenienti dalla Corea del Sud, due da Taiwan, e una rispettivamente da Europa e Giappone. Nel dettaglio, fino a dicembre 2013 Samsung ha installato quasi 1,9 milioni di wafer da 200 millimetri al mese, cioè il 12,6% del totale, seguito da TSMC con circa 1,5 milioni installati pari al 10% della capacità totale. In successione Micron, Toshiba/SanDisk e SK Hynix.

Nel gennaio 2013 Micron ha ridiscusso la partnership al 50% con Nanya, acquisendo il 95% delle quote di Inotera. Per completare questa operazione, per Micron c’è voluto circa un anno per completare l’operazione e l’acquisto delle quote, nonché ottenere le approvazioni dagli obbligazionisti e dalle autorità competenti. Con questa operazione  Micron è diventato il terzo più grande produttore di IC nel 2013 con quasi 1,4 milioni di wafer di 200 millimetri equivalente al mese (9,3%). Al quarto posto si è classificata Toshiba, con poco meno di 1,2 milioni di installazioni al mese pari a circa l’8% della capacità mondiale.

Secondo IC Insights le quote di mercato di queste aziende continuerà a crescere nel corso del tempo. Secondo IC Insights, analizzando la classifica dei produttori di wafer con capacità da 300 millimetri, non sorprende che l’elenco includa solo DRAM e fornitori di memoria flash come Samsung, Toshiba, Micron, SK Hynix e Nanya.

Giuseppe De Gasperis



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x