I trend del 2022 per le Risorse Umane in un’indagine di CoachHub

Pubblicato il 24 novembre 2021

CoachHub ha condotto un’indagine internazionale sui trend per il 2022 per il settore delle risorse umane e, secondo i dati, le aziende dovranno puntare su un maggiore investimento in formazione e sviluppo personale e professionale dei dipendenti, strategie per evitare il burnout del personale e più attenzione al loro benessere.

La ricerca Global HR di CoachHub, infatti, evidenzia che il 94% delle aziende intervistate in Italia si aspetta di aumentare l’investimento per rispondere alla crescente domanda dei dipendenti in percorsi di crescita personalizzati.

In generale, per tutti i Paesi coinvolti nella ricerca si prevede che il 2022 sarà un anno volto alla crescita aziendale (88%) ed è sempre parere comune che aumenteranno i budget dedicati alla formazione e allo sviluppo del personale (92%).

Per l’Italia, quasi la maggioranza (94%) ha intenzione di investire in formazione e sviluppo dei talenti, anche se la metà degli intervistati prevede un aumento moderato (52%). Tutti concordano sull’importanza di adattare un programma su quegli elementi che rappresentano la nuova normalità aziendale ovvero lavoro da remoto, maggiore flessibilità, iniziative di wellbeing, supporto al dipendente per evitare il rischio di stress da lavoro. Siamo però ancora concentrati su modelli di formazione e sviluppo più tradizionali e standardizzati a tutti i dipendenti: solo il 24% dichiara che in azienda vengono sviluppati percorsi individuali di coaching.

Nel nostro Paese, ad esempio, 3 intervistati su 4 rivelano che i propri dipendenti lamentano o di non aver fatto abbastanza percorsi di formazione e sviluppo all’interno dell’azienda o di farne ma solo a volte.

Nel 2022 sarà dunque prioritario per le Risorse Umane sviluppare strategie di formazione efficaci in grado di rispondere in modo adeguato alle esigenze emergenti dei dipendenti e avere un impatto positivo non sull’individuo, ma anche sui team e l’organizzazione in generale. Occorrerà, inoltre, puntare sulle soft skill per affrontare le problematiche.

La metà delle aziende intervistate ha già intrapreso programmi di coaching individuale per lo sviluppo del proprio personale, mentre l’altra metà non lo esclude a priori anche se sta ancora valutando.

“Dalla ricerca in generale emerge una forte attenzione a investire sulle risorse interne attraverso programmi mirati all’acquisizione di nuovi approcci e competenze tecniche”, ha commentato Alessandro Verrini, VP of Sales S. EMEA, LATAM, MEA di CoachHub. “La sfida per il 2022 per i responsabili delle Risorse Umane sarà quella di aiutare concretamente i team nell’aumentare la produttività aziendale e questo sarà possibile solo se si riuscirà fare emergere il pieno potenziale dei singoli talenti, in un quadro in cui competenze comportamentali e nuovi approcci al lavoro possono garantire un ritorno dell’investimento aziendale”.



Contenuti correlati

  • AI: cresce la fiducia delle aziende italiane nelle nuove tecnologie

    Una recente ricerca commissionata da reichelt elektronik e condotta da OnePoll, fa il punto sul grado di implementazione dell’AI nel settore industriale italiano. Da ormai alcuni anni, l’utilizzo di soluzioni di intelligenza artificiale domina l’intero settore industriale...

  • I risultati del terzo sondaggio annuale di Farnell sull’IoT

    Farnell ha pubblicato una nuova ricerca sull’IoT che evidenzia come questo settore stia assumendo un ruolo sempre più fondamentale per l’automazione industriale e le applicazioni di controllo nell’ambito dell’Industria 4.0. Il sondaggio IoT, effettuato ogni anno da...

  • Aumenta la propensione all’uso degli smart glass

    Una ricerca condotta da dynabook (precedentemente Toshiba), in collaborazione con Walnut Unlimited, indica che in Europa l’89% delle società di ingegneria dichiara di essere pronto per l’adozione degli smart glass. Analogamente, l’83% di chi opera nella logistica...

  • 2019: i 10 trend per la Cyber Security

    Nuvias Italia supportata dagli esperti della Practice di Cyber Security, esamina i principali trend di sicurezza che si prospettano in questo 2019 Lo scorso anno si è rivelato estremamente difficile in termini di sicurezza informatica. Purtroppo, infatti,...

  • I 10 principali trend tecnologici del 2019 secondo Gartner

    Una rapida carrellata sulle dieci tendenze tecnologiche che Gartner ritiene saranno le più importanti nel 2019 Gli analisti di Gartner hanno presentato al Gartner Symposium/ITxpo di Orlando, in Florida, i principali trend tecnologici che caratterizzeranno il 2019....

  • Cresce la spesa in R&D

    La spesa in ricerca e sviluppo (R&D) da parte delle aziende di semiconduttori è destinata a crescere sensibilmente nel 2012. A sostenerlo è la società di ricerca IC Insights che un un recente...

  • Crescono le soluzioni per le connected car

    I dati che emergono da una ricerca di ABI Research sul segmento dell'infotainment per il settore automotive indicano una crescita delle consegne dei sistemi connessi, quelli delle “connected car”, dagli attuali 5,7 milioni...

  • Il supporto di Mentor Graphics e STMicroelectronics per la ricerca

    Mentor Graphics e STMicroelectronics stanno aderendo, insieme ad altre aziende e al Governo francese, allo sviluppo di un programma focalizzato sulla nanoelettronica presso il Grenoble...

  • Nuovo laboratorio europeo dedicato alla robotica

    La University of the West of England (UWE Bristol) e l'Università di Bristol hanno realizzato una partnership per realizzare il Bristol Robotics Lab.

  • 2011, l’anno dei nuovi MEMS

    Sembra che il 2011 sarà l'anno dei nuovi MEMS (microelectromechanical system) in base ai dati di una ricerca di iSuppli intitolata “New MEMS”.I numeri sono certamente interessanti visto che la crescita prevista per...

Scopri le novità scelte per te x