I processori crossover di NXP

Pubblicato il 22 novembre 2017

NXP Semiconductors ha presentato la serie di processori i.MX RT, una soluzione “crossover” concepita per colmare il divario fra alte prestazioni e integrazione riducendo contemporaneamente i costi. In pratica questi componenti offrono le capacità funzionali degli application processor, ma la facilità d’uso e l’operatività deterministica real-time tipica dei microcontroller.

Questa serie di processori è basata  sul core ARM Cortex-M7 a 600MHZ e, dal punto vista delle prestazioni, sono in grado di fornire un CoreMark score di 3020, 1284 DMIPS e 20ns di latenza nella risposta agli interrupt. Per quanto riguarda l’architettura, questi componenti integrano, fra l’altro, 512KB di Tightly Coupled Memory (TCM) SRAM, e un convertitore DC-DC che elimina la necessità di un PMIC esterno. Non mancano un engine per la cifratura AES-128 e altri accorgimenti per la sicurezza.

Dal punto vista delle applicazioni, questi processori possono essere usati in sottosistemi audio, dispositivi consumer e healthcare, home e building automation, industrial computing, controlli motore e sistemi di conversione di potenza.



Contenuti correlati

  • Il processore Arm in plastica

    Su Nature recentemente è stato pubblicato uno studio relativo a un processore Arm flessibile a 32 bit. Il nome è PlasticARM ed è stato implementato utilizzando un processo produttivo di Pragmatic a 0,8 μm e tool di...

  • Wi-Fi 6: ciò che i gamer stavano aspettando

    Wi-Fi 6 è una tecnologia fondamentale per i giochi e ora è il momento di iniziare a metterlo all’opera. Il time-to-market è un fattore importante in questo contesto, e nessuno vuole arrivare più tardi del necessario nel...

  • Il supporto di TRACE32 per le SMMU di Arm

    Lauterbach ha annunciato il supporto dei tool TRACE32 per il debug dell’unità di gestione della memoria di sistema (SMMU) di Arm, disponibile nella maggior parte dei SoC basati su Arm Cortex-A. Le SMMU sono elementi costitutivi importanti...

  • Tecnologia GaN nei moduli multi-chip di NXP per le infrastrutture 5G

    NXP Semiconductors ha annunciato l’integrazione della tecnologia al nitruro di gallio (GaN) nella sua piattaforma di moduli multi-chip per 5G. Grazie anche all’investimento dell’azienda nella sua fabbrica GaN in Arizona, NXP è la prima ad annunciare soluzioni...

  • Moduli SoM: crescita a due cifre fino al 2026

    In base a un recente studio condotto da  Global Market Insights il mercato dei  moduli SoM (System on Module)è destinato a raggiungere quota 2,5 miliardi di dollari entro il 2026, con un aumento su base annua del 10%. Alla...

  • Il nuovo SoC Wi-Fi 6E Tri-band di NXP

    NXP Semiconductors ha annunciato il suo nuovo SoC CW641 Wi-Fi 6E Tri-Band. Progettato per access point e gateway per service provider, CW641 permette di ottenere velocità di oltre 4 Gbps e prestazioni multiutente nella nuova banda a...

  • NXP annuncia la release 3.0 della piattaforma di sviluppo BlueBox

    NXP Semiconductors ha annunciato BlueBox 3.0, una versione nuova ed ampliata della piattaforma di sviluppo per l’Automotive High-Performance Compute (AHPC) di NXP. Progettato per lo sviluppo e la convalida di applicazioni software prima della disponibilità di dispositivi...

  • La nuova generazione di moduli RF multi-chip di NXP

    NXP Semiconductors ha annunciato la disponibilità della sua seconda generazione di moduli di potenza multi-chip (MCM) RF Airfast . Questi componenti sono stati progettati per supportare l’evoluzione dei requisiti dei sistema di antenna attiva 5G mMIMO per...

  • Mentor collabora con Arm per ottimizzare la verifica funzionale degli IC

    Mentor ha annunciato una partnership con Arm per aiutare i progettisti di circuiti integrati a ottimizzare e semplificare la verifica funzionale dei loro progetti basati su Arm. Con questa collaborazione, il programma  Arm Design Reviews offre ora...

  • Nvidia acquisisce Arm

    Nvidia e SoftBank Group Corp. (SBG) hanno annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo per l’acquisto di Arm Limited con una transazione del valore di 40 miliardi di dollari. La notizia era già da tempo nell’aria e...

Scopri le novità scelte per te x