Healthcare: il ruolo dell’edge computing secondo dynabook

Pubblicato il 18 giugno 2020

Durante l’attuale emergenza sanitaria, il cloud computing si è rivelato fondamentale per supportare le aziende sanitarie, i ricercatori e i pazienti nel corso della pandemia, per fornire assistenza virtuale e telemedicina, ma anche per garantire l’archiviazione dei dati relativi alla salute pubblica, soluzioni per il lavoro a distanza e persino applicazioni critiche e infrastrutture web. Alla luce di queste performance, si prevede che il mercato europeo del cloud computing in ambito sanitario raggiungerà un valore di circa 44 miliardi entro il 2025.

Tuttavia, il cloud non sembra essere l’unica via: di recente, infatti, accanto al cloud computing, nella costruzione di un ecosistema IT in ambito sanitario è emersa anche la rilevanza dell’edge computing. Uno dei due eliderà l’altro? Non necessariamente: i due ambiti, in futuro, potrebbero convivere in modo costruttivo.

Secondo dynabook, infatti, in certi casi la telemedicina può beneficiare dall’utilizzo dell’edge computing in termini di tensione operativa, latenza e sicurezza.

Alleggerire il carico di rete

Viviamo in un mondo ricco di dati e le nuove tecnologie creano una grande quantità di informazioni sempre più vicino all’utente. I dispositivi e le apparecchiature mediche sofisticate alimentate dall’IoT, i wearable e gli innumerevoli dati sanitari messi a disposizione per raccogliere nuovi insight sulla prevenzione e la cura delle malattie rendono il settore sanitario uno dei più prolifici in termini di dati. Anche la telemedicina, in crescita da diverso tempo indipendentemente dal Covid-19, non fa che contribuire in questo senso, dal momento in cui sempre più pazienti, professionisti e ricercatori cercano di accedere alle informazioni e ai servizi in una geografia più ampia, al di fuori degli ospedali centrali e nelle diverse località all’interno della comunità. Con una tale pressione sulla larghezza di banda della rete, il cloud non è più sufficiente a sostenere le richieste di calcolo e storage necessarie: è necessario appoggiarsi alla tecnologia edge. L’edge computing consente alle aziende sanitarie di ridurre la dipendenza dai server cloud centralizzati processando i dati direttamente ai margini della rete.

Ridurre la latenza

Con un approccio di cloud computing, le informazioni vengono trasmesse al data center, elaborate e poi rimandate ai dispositivi che si trovano all’edge della rete: questo può generare maggiore latenza. In molti casi d’uso, in cui la necessità di elaborare i dati non esige rapidità, il cloud fornisce una notevole potenza di elaborazione, archiviazione e analisi dei dati su larga scala. Tuttavia in alcuni casi, tale latenza può mettere in pericolo delle vite.

I servizi ospedalieri, ad esempio, hanno bisogno di informazioni in tempo reale sui pazienti da parte dei primi soccorritori per poter intervenire prontamente all’arrivo del malato. Inoltre, un ritardo nella ricezione delle immagini e dei segni vitali di un paziente al chirurgo che lo stesse operando con il supporto di smart glasses in AR potrebbe portare a conseguenze letali. L’edge computing offre una soluzione in queste situazioni di emergenza, spostando l’elaborazione dei dati più vicino al dispositivo all’edge, eliminando la latenza e riducendo gli errori legati al ritardo di rete.

Proteggere i dati sanitari

Con la diffusione capillare della telemedicina stiamo assistendo a un aumento dell’accesso ai dati sanitari da remoto che rappresenta un’opportunità unica per i cyber criminali interessati a impossessarsene. Ridurre i trasferimenti di dati sensibili tra i dispositivi e il data center centrale o il cloud, si traduce in una migliore sicurezza.

“La telemedicina sta definendo una nuova normalità sia per i professionisti sanitari sia per i pazienti, in particolar modo a seguito della recente pandemia. L’edge computing rappresenta una soluzione accessibile, pratica e facilmente implementabile per sostenere la larghezza di banda, aumentare la velocità della rete e proteggere efficacemente i nostri dati sensibili”, ha commentato Massimo Arioli, Business Unit Director Italy, Dynabook Europe GmbH.

Andrea Haans



Contenuti correlati

  • Ottimizzare sistemi di test per il wireless e antenne per la comunicazione ad alta velocità

    Bluetest, azienda all’avanguardia nelle soluzioni di test per il wireless, progetta sistemi di riverbero utilizzati per misurare le prestazioni dei dispositivi senza fili e delle antenne a banda larga. Bluetest si affida alla simulazione RF per ottimizzare...

  • L’importanza della geolocalizzazione nei dispositivi IoT

    Implementando soluzioni connesse, le aziende possono sostituire i processi manuali inefficienti e gravosi con soluzioni di asset management IoT-enabled Leggi l’articolo completo su EO 496

  • La tecnologia di archiviazione dei dati nel cloud computing

    Nel sistema del cloud computing l’archiviazione dei dati adotta la tecnologia di archiviazione distribuita e l’affidabilità dei dati è garantita dall’archiviazione di ridondanza Leggi l’articolo completo su EO 496

  • CPU embedded sicure per applicazioni edge

    La classica struttura cloud non è adatta (o lo è solo parzialmente) a soddisfare l’esigenza di digitalizzazione che aumenta molto velocemente e l’incremento esponenziale della quantità di dati acquisiti, che devono essere elaborati nel modo più veloce,...

  • LPWAN: il 5G per l’IoT

    Le reti WAN Low Power giocano un ruolo fondamentale nell’implementazione dell’Internet of Thing in seno alla rivoluzione 5G Leggi l’articolo completo su Embedded 81

  • Alleanze europee per processori ed edge/cloud computing

    L’Unione Europea ha di recente annunciato due nuove Alleanze Industriali, la prima che riguarda processori e semiconduttori e la seconda relativa alle tecnologie edge e cloud. L’Alleanza Industriale sulle tecnologie a semiconduttore e processori riguarda le tecnologie...

  • Sondrel: realizzare più rapidamente soluzioni IoT per l’AI a livello edge

    La nuova reference platform IP SFA 100 di Sondrel è stata progettata per semplificare e rendere più veloce la creazione di dispositivi IoT alimentati a batteria ad alte prestazioni. Il design ha una CPU Arm integrata per...

  • Frost & Sullivan premia Eurotech per le soluzioni IoT per il settore ferroviario

    Eurotech è stata premiata da Frost & Sullivan con lo Europe Strategy Leadership Award 2021 per le sue soluzioni IoT per il settore ferroviario. L’azienda infatti ha saputo sfruttare le opportunità nel mercato industriale con le sue...

  • I risultati del terzo sondaggio annuale di Farnell sull’IoT

    Farnell ha pubblicato una nuova ricerca sull’IoT che evidenzia come questo settore stia assumendo un ruolo sempre più fondamentale per l’automazione industriale e le applicazioni di controllo nell’ambito dell’Industria 4.0. Il sondaggio IoT, effettuato ogni anno da...

  • Due nuove divisioni per Intel

    Il nuovo Ceo di Intel, Pat Gelsinger ha annunciato la nascita di due nuove divisioni, in risposta alla crescente importanza dei settori HPC (High Performance Computer), software e IoT, e la nomina di un nuovo CTO (Chief...

Scopri le novità scelte per te x