embedded world 2011

Dalla rivista:
Elettronica Oggi

 
Pubblicato il 12 aprile 2011

Più di 800 espositori da tutto il mondo (+10%) e 19.022 visitatori (+4%) sono i numeri che testimoniano il successo di embedded world 2011. I numeri in crescita riflettono anche un certo clima positivo e i sistemi embedded, nella loro pluralità di sfaccettatura, sono uno dei driver della crescita dopo la recente crisi economica e finanziaria.

I temi centrali dell’evento sono stati l’efficienza energetica (e non poteva essere altrimenti) e le comunicazioni, in particolare quelle tra singoli device (ovvero M2M). Senza dimenticare un altro tema caldo, il “cloud computing”, che permette di raggruppare singoli componenti embedded per fornire funzionalità che i componenti non possiedono singolarmente.

Toshiba – Sempre più touch
A questa edizione della mostra Toshiba ha illustrato i dettagli di una tecnologia destinata ad ampliare le possibilità di utilizzo dei touchscreen (schermi tattili) sensibili a più tocchi contemporanei (multi-touch) in applicazioni in ambito industriale e medicale. Questa tecnologia sfrutta in algoritmo in corso di brevetto che combina i vantaggi offerti dai sensori tattili resistivi e capacitivi, permettendo di superare le limitazioni imposte da ognuna di queste tecnologie.

La tecnologia del colosso giapponese prevede un touchscreen resistivo che, oltre a supportare le classiche interazioni mediante penna, stilo e indossando i guanti, può anche interpretare i gesti tipici associati alle interazioni multitouch. La dimostrazione tecnologica dell’applicazione multitouch con sensori resistivi comprende una scheda di sviluppo basata sul processore ARM9, che agisce da stadio di ingresso per il touchpad e il display, nonché una scheda addizionale che amplifica gli stimoli captati dal sensore calcolandone posizione e movimento.

Sharp – Innovazione nei display
LCD e LED sono due degli elementi determinanti per l’innovazione e lo sviluppo di dispositivi e applicazioni elettroniche pressoché in ogni tipo di settore. Come interfacce uomo-macchina intelligenti, gli LCD trovano applicazione in controlli industriali, information cluster di diversi mezzi di trasporto, telefoni e altri apparecchi di comunicazione, elettrodomestici, giocattoli, apparecchi audiovisivi, per ricordarne solo alcuni. Dal canto loro, i LED stanno attualmente rivoluzionando i mercati dell’illuminazione in tutto il mondo. In entrambi i settori – display e illuminazione a stato solido – Sharp ha presentato le ultime innovazioni tecnologiche presso gli stand di Arrow e Rutronik.

Nello stand Rutronik era di scena la tecnologia LED, con la presentazione dell’intero portafoglio, compresi i LED a luce bianca per illuminazione, i LED a colori per l’illuminazione decorativa e gli accessori di alcuni partner, come lenti, riflettori, elementi di raffreddamento e unità di controllo. Come elemento di spicco, Sharp ha presentato per la prima volta i nuovi moduli LED di grande potenza della serie Megazeni.

Presso Arrow, invece, oggetto della presentazione di Sharp sono stati i display. Il pezzo forte sono stati il nuovo display da 12” con luminosità di 1.200 cd/m². Sono inoltre esposti i Memory LCD, che richiedono solo l’1% del consumo energetico dei normali LCD TFT, così come il cosiddetto “lettore solare”, un progetto di riferimento sviluppato congiuntamente da Sharp e Arrow che dimostra come sia possibile realizzare dispositivi portatili completamente autosufficienti dal punto di vista energetico.

Altium – Il problema della gestione dei dati di progettazione
Al fine di aiutare i progettisti a risolvere i problemi legati a un mondo sempre più connesso, Altium ha reso noto di aver introdotto, oltre alla release 10 di Altium, i nuovi Altium Vaults e AltiumLive. Vaults è una nuova tecnologia che rappresenta il nucleo centrale della innovativa funzionalità di gestione dei dati di progetto di Altium10. Questi “Vaults” consentono ai progettisti di gestire revisioni, dati di progetto, cicli di vita dei componenti nonché tracciarne l’utilizzo nei vari progetti e fornire link alla catena di fornitura per rendere disponibili informazioni in tempo reale circa i componenti che vengono specificati in un progetto. Altium Live, invece, è un ecosistema on line destinato ai progettisti elettronici che mette in comunicazione progettisti con collaboratori, fornitori, produttori e, in futuro, anche con i clienti.

Emerson Network Power – Servizio di personalizzazione per motherboard embedded
A questa edizione di embedded world, Emerson Network Power, una divisione di Emerson, ha introdotto il servizio di personalizzazione delle schede RapidDex. A differenza dei tradizionali sevizi di questo tipo, RapiDex è stato progettato a partire da zero per consentire tempi di consegna delle schede che prima erano impensabili. Allo stesso tempo i progettisti di schede madri che sfruttano questo servizio possono essere certi di ottenere la stessa qualità – in termini produttivi – e le medesime garanzie che si hanno con gli altri prodotti di elaborazione embedded di Emerson Network Power.

Grazie a questo servizio gli utenti possono avere schede ritagliate su misura senza incorrere nei costi associati con lo sviluppo di una scheda embedded e senza limiti (inferiori) di volumi. Gli utilizzatori di RapiDex devono solamente specificare il processori (i processori della linea Atom di Intel sono i primi a essere supportati), la memoria, gli I/O e i connettori: a questo punto Emerson Network Power realizzerà una scheda dalle dimensioni desiderate dall’utente che potrà essere ospitata in un contenitore custom.

Mouser – Il sito mobile più avanzato al momento disponibile
MouserMobile è il nome dell’innovativo servizio proposto da Mouser che si propone come il più avanzato nel suo genere. Infatti finora nessun sito mobile dei distributori è in grado di supportare tablet e telefoni wireless. Esso, inoltre, è il primo in grado di supportare 16 lingue e 16 differenti tipi di valute. Si tratta quindi del sito di Mouser che è stato espressamente ingegnerizzato per progettisti e compratori “mobili”: MouserMobile offre infatti tutte le funzionalità del sito dell’azienda tra cui possibilità di navigare tra i nuovi prodotti, ricercare componenti mediante sigla o parole chiave, effettuare ricerche parametriche, visionare i prezzi e la disponibilità dei prodotti scelti in tempo reale.

La società ha inoltre annunciato di aver stretto nuovi e importanti accordi di cooperazione con aziende di primo piano quali Maxim e Wurth. Interessante anche l’accordo di partnership di distribuzione globale con Arduino, una piattaforma di elaborazione fisica open source basato su software e hardware flessibile e di semplice uso.

Infineon Technologies – Si amplia l’offerta di microcontrollori a 16 bit
Il colosso tedesco Infineon Technologies ha ampliato la propria linea di Real Time Signal Controller XE166 a 16 bit con l’introduzione di XE16xL e XE16xU. Si tratta di dispositivi che offrono prestazioni tipiche di micro a 16 bit a costi confrontabili con quelli di micro a 8 bit. Tra le applicazioni di riferimento si possono annoverare inverter solari, driver di fascia bassa, sensori “intelligenti”, attrezzature per fitness ed elettrodomestici.

Caratteristiche chiave di questi componenti sono presenza di un Dsp ad alte prestazioni, di un convertitore A/D a 12 bit ultraveloce con un massimo di 19 canali, tempo di conversione inferiore al microsecondo e unità di acquisizione confronto (CCU6) per il pilotaggio di qualsiasi motore industriale trifase. Le differenze fondamentali tra XE16xL (L sta a indicare Low-end) e XE16xU (U sta per Ultra low-end) sono la capacità massima della flash (160 kB contro 64 kB), il convertitore A/D (fino a 19 canali contro 10), il numero di unità PWM (due contro una) e di interfacce seriali universali (fino a quattro contro due).

Energy Micro – Primi dettagli della nuova linea di prodotti radio a elevata efficienza energetica
Energy Micro ha reso noto i primi dettagli della sua prossima famiglia di prodotti radio a elevata efficienza energetica (EFR – Energy Friendly Radio). Ideale complemento dei microcontrollori EFM32 Geko della società, le soluzioni radio a elevate prestazioni EFR4D Draco consumano solo il 25% dell’energia dissipata da analoghi prodotti presenti sul mercato. Basate sul core ARM Cortex-M0, le radio SoC (system-on-chip) Draco sono caratterizzati da consumi di corrente in ricezione e trasmissione pari a soli 5 e 6 mA rispettivamente.

La serie EFR

Per ottimizzare la flessibilità in fase di progetto, la serie EFR4D Draco metterà a disposizione degli utilizzatori tre differenti implementazioni, tutte contraddistinte da prezzi decisamente competitivi: solo transceiver, supportato dal microcontrollore EFM32 per lo stack del protocollo e le applicazioni dell’utente; transceiver e stack del protocollo combinato, supportato dal microcontrollore EFM32 per le applicazioni dell’utente e una soluzione SoC completa che integra, in un unico dispositivo EFR4D, transceiver, stack del protocollo e applicazioni dell’utente. Il primo transceiver e il primo SoC saranno disponibili in campioni nel quarto trimestre di quest’anno. I prezzi partiranno da 1,1 dollari ciascuno (in quantità da 100k).

Fujitsu – Controllore grafico con Sprite Engine per applicazioni automotive
Fujitsu Semiconductor Europe ha annunciato l’ampliamento della propria gamma di controller grafici con il dispositivo MB88F333 ‘Indigo-L’, una soluzione single-chip ad alta integrazione con efficiente gestione di architetture display per il settore automotive.

MB88F333 ‘Indigo-L’ è un nuovo controller grafico basato su Sprite Engine che integra l’interfaccia APIX1 ed è ottimizzato per applicazioni CID (Central Information Display) e HUD (Head-Up Display) nelle applicazioni automotive di nuova generazione.

Il dispositivo MB88F333 ‘Indigo-L’

Un’importante caratteristica del dispositivo ‘Indigo-L’ MB88F333 è l’interfaccia seriale APIX (banda 1 Gigabit) realizzata da Inova Semiconductors. Questo nuovo standard permette la trasmissione contemporanea di immagini, comandi e dati, soddisfando i requisiti delle più moderne applicazioni per display a bordo auto e offrendo prestazioni elevate e costi di implementazione ridotti.

MB88F333 ‘Indigo-L’ riduce il numero di componenti per il CID ed altri sistemi con display, in quanto funziona senza memorie esterne. L’elaborazione grafica si basa su un line buffer che elimina la necessità di una costosa memoria frame-buffer (interna o esterna). Inoltre la memoria flash integrata può essere usata per salvare una serie di sprite (font, bitmap oggetti, e così via) senza bisogno di altri dispositivi esterni. La possibilità di connessione diretta con il display tramite interfaccia automotive RSDS o RGB a 5V e la presenza di un front-end analogico per il link APIX, permettono di ridurre ulteriormente i costi di sistema.

Le campionature del dispositivo MB88F333 ‘Indigo-L’ sono già disponibili così come una scheda di valutazione, driver software e applicativi demo dedicati.
Per maggiori informazioni sulle soluzioni grafiche di Fujitsu visitate il sito all’indirizzo: http://www.fujitsu.com/emea/services/microelectronics/gdc/

Eurotech – Framework software per i gateway di aggregazione wireless M2M
Una soluzione completa per gateway wireless basata su kit di sviluppo hardware e software di Intel, in grado di consentire una più rapida immissione sul mercato di dispositivi, applicazioni e servizi M2M (machine-to-machine) è una delle più recenti e innovative soluzioni proposte da Eurotech. Durante la dimostrazione verrà presentato un ambiente di sviluppo basato sulla combinazione della piattaforma HW di riferimento M2M con processore Intel Atom e del un kit di sviluppo software predisposto da Wind River ed Eurotech.

Basata sulla tecnologia dei processori Intel Atom, su Wind River Linux e su Everyware Software Framework di Eurotech, questa nuova classe di piattaforme coniuga la densità di funzioni di un apparato completo alla flessibilità di un computer industriale embedded per abilitare applicazioni mission critical. La piattaforma di riferimento per gateway M2M basata su Intel Atom è un esempio tangibile dell’innovativo concetto di collocare piattaforme hardware dense e flessibili alla “periferia” della rete.

Microchip – si amplia la serie di Mcu Pic a 8 bit
I nuovi microcontrollori Can a 8 bit Pic18K “K80” di Microchip possono operare con tensioni di alimentazione da 1,8 a 5,5V, sfruttano la tecnologia estreme Low Power (Xlp), grazie alla quale possono garantire una corrente a riposo di meno di 20 nA e sono equipaggiati con un convertitore A/D a 12 bit oltre a una periferica che permette l’implementazione di interfacce utente a rilevamento tattile capacitivo mTouch.

Si tratta di soluzioni ideali per applicazioni automotive, building automation e industriali. Per gli sviluppi con queste nuove Mcu sono disponibili i moduli Pim per Pic18 Explorer Board: il Pim MA180031 supporta l’Mcu Pic 18F46K80 a 44 pin mentre il Pim MA180032 supporta l’Mcu Pic18F66K80 a 64 pin. Per l’implementazione e la valutazione delle interfacce Can, Microchip offre la scheda figlia Can/Lin PicTail (Plus – AC164130-2) che può essere utilizzata insieme alle schede di sviluppo Pic18 Explorer o Explorer 16.

Idt – Una proposta completa per applicazioni embedded
Tra le numerose proposte Idt da segnalare senza dubbio le soluzioni di interconnessione PCI Express e i pezzi “pregiati” del proprio portafoglio di prodotti di temporizzazione, tra cui spicca la famiglia di clock programmabili VersaClock.

Un prodotto interessante è 3CP0C02, un oscillatore “all silicon” da usare in s
ostituzione ai tradizionali cristalli basati su quarzo caratterizzato da un’accuratezza inferiore a 100 ppm e da dimensioni estremamente ridotte. Si tratta di un dispositivo ideato per le interfacce della prossima generazione quali 1 Gb Ethernet, Sas, Usb 3.0 e Pci Express.
In evidenza vi sono anche alcuni dei suoi nuovi prodotti a segnali misti, compresi ripetitori per il condizionamento di segnali ad alte prestazioni per impieghi in protocolli differenziali seriali multigigabit, come pure la sua famiglia di controllori tattili capacitivi PureTouch.

Renesas – Nuovi micro a bassissimo consumo
Renesas ha ampliato la propria offerta nel segmento dei micro a 16 bit con l’aggiunta dei prodotti della famiglia R8C/LaxA che si distinguono per l’ampia gamma di periferiche e la dissipazione estremamente ridotta, oltre che la presenza di funzionalità minime di visualizzazione. Le Mcu R8C/LA3A e LA5A sono disponibili in package Lqfp a 32 e 52 pin è dispongono di un massimo di 64 kB di memoria flash programmabile. I segmenti o le porte di I/O sono programmabili via software da ogni singola porta.

Oltre alla disponibilità in versioni con diversi numeri di pin e con controllore Lcd, questi micro sono particolarmente efficienti in termini energetici, in modo da ridurre i consumi di potenza complessivi e aumentare la durata delle batterie. Nel settore dei micro a 32 bit Renesas propone SH7734, un dispositivo con funzionalità grafiche e di rete avanzate destinate ad applicazioni nei settori industriale, consumer e automotive che prevedono un pannello Lcd.

Atmel – Microcontrollori sempre più sicuri
Tra le novità Atmel più interessanti spicca un dispositivo di autenticazione crittografica che si distingue per le caratteristiche avanzate e l’elevato livello di flessibilità. Atsha204 è il primo dispositivo di autenticazione “chiavi in mano” che integra 4,5 kbit di Eeprom e un acceleratore hardware Sha-256. Librerie software Asf completamente testate sono disponibili per i microcontrollori basati su Arm e Atmel Avr e sono integrate nel nuovo Avr Studio 5.

Questo nuovo dispositivo della linea CryptoAuthentication include funzioni di sicurezza hardware ottimizzate per autenticare oggetti, controllare la supplì chain, impedire la pirateria del software o di altre Ip, oltre a proteggere dati sensibili. La possibilità del prodotto di generare, memorizzare o trasferire chiavi cifrate in modo sicuro lo rendono il complemento ideale degli acceleratori Aes nei sistemi basati su microcontrollori.

Microsemi – Un portafoglio completo di prodotti per applicazioni fotovoltaiche
Microsemi ha annunciato la disponibilità di un portafoglio completo di soluzioni per applicazioni fotovoltaiche. I prodotti dell’azienda per il settore delle energie rinnovabili comprendono gli FPGA delle famiglie SmartFusion e IGLOO; dispositivi analogici e a segnali misti come commutatori/diodi di bypass, MOSFET, FRED e IGBT, convertitori c.c./c.c. e moduli PWM (Pulse Width Modulation). Una gamma così ampia consente un’implementazione efficiente, affidabile ed economica di tutte le applicazioni fotovoltaiche (PV), compreso l’accumulo, la gestione, la commutazione e il monitoraggio della potenza.

Per i progettisti di sistemi fotovoltaici impegnati da un lato a mantenere il passo con l’innovazione e dall’altro a soddisfare vincoli sempre più severi in termini di prestazioni e costi, la possibilità di accedere alle più recenti tecnologie è un fattore di vitale importanza. La disponibilità, da parte nostra, di un’offerta veramente completa che spazia dai dispositivi programmabili ai componenti standard per arrivare ai circuiti ASIC full custom fa di Microsemi un partner strategico per i progettisti di sistemi fotovoltaici, in grado di condividere i loro obiettivi sia tecnici sia commerciali.

Microsemi può vantare molti anni di esperienza nella realizzazione di dispositivi innovativi ed estremamente affidabili caratterizzati dalla disponibilità per lunghi periodi. Lo sviluppo di nuovi prodotti è finalizzato al miglioramento delle caratteristiche di flessibilità e sicurezza e alla riduzione dei costi, oltre che al continuo ampliamento dell’offerta in modo da fornire alla sempre più numerosa comunità di progettisti di sistemi fotovoltaici tutti i prodotti necessari per accelerare lo sviluppo dei loro design.
Maggiori dettagli sulla gamma di tecnologie per applicazioni fotovoltaiche di Microsemi sono disponibili all’indirizzo: www.actel.com/solar

congatec – prodotti COM Express basata sulla piattaforma Amd Embedded Serie G
La prima novità targata congatec è una linea di prodotti COM Express basati sulla piattaforma Amd Embedded Serie G. Grazie all’integrazione della tecnologia Amd Fusion, lo standard COM Express viene potenziato con un’architettura di processore completamente nuova che unifica processore e core grafico in un package compatto. I progettisti di sistemi possono così contare su una Cpu potente e su prestazioni grafiche ancor più evolute, su un eccellente rapporto fra prestazioni e watt, e sulla ripartizione flessibile dei compiti fra CPU e GPU. Con la nuova famiglia di moduli COM Express, battezzata conga-BAF, lo streaming di contenuti multimediali ad alta definizione risultano semplici ed estremamente fluidi.

Il core grafico integrato con Universal Video Decoder 3.0 per la riproduzione di contenuti Blu-ray su interfacce HDCP (1080p), MPEG-2 HD e DivX (MPEG-4) supporta DirectX 11 e OpenGL 4.0 per la massima velocità di visualizzazione di immagini in 2D e 3D, oltre a OpenCL 1.1. La gamma disponibile di interfacce grafiche comprende VGA, LVDS single-channel, DisplayPort e DVI / HDMI, per il controllo diretto di due schermi indipendenti.
Sei canali PCI Express, otto porte Usb 2.0, quattro porte SATA, una porta Eide e un’interfaccia Gigabit Ethernet offrono grande flessibilità per l’espansione del sistema con una larghezza di banda molto ampia. La configurazione è completata dalle funzionalità avanzate del controller della scheda congatec, dalla gestione dell’alimentazione ACPI 3.0 e dall’audio ad alta definizione.

I due nuovi moduli COM di congatec basati sull’architettura Fusion: conga-EAF e conga-XAF. Il primo è un modulo ETX, il secondo un modulo XTX. La differenza fra i due standard è che il formato XTX ha eliminato il bus ISA sostituendolo con un bus PCI Express a quattro vie, oltre ad avere una dotazione più ampia di interfacce S-ATA e USB rispetto a ETX. Le due schede hanno anche molto caratteristiche in comune. Entrambe usano processori Amd Serie G e montano l’Embedded Controller Hub Hudson E1, offrendo così una soluzione a due chip potente e compatta con memoria Ram DD3 single-channel veloce ed economica.

Tutti i nuovi moduli della famiglia Fusion (conga-BAF, conga-EAF e conga-XAF) utilizzano cinque versioni di processore serie G di Amd, con frequenze da 1 a 1,6 GHz e varianti single o dual core. Gli assorbimenti vanno dai 9 W ai 18 W e tutti i modelli di processore sono abbinati al controller hub Hudson E1 Fusion offrendo una soluzione a due chip compatta e ad alte prestazioni, con supporto per memoria di tipo DDR3 fino a 8 Gb.

A questa edizione di embedded world Contradata ha premiato congatec come “Best
Supplier 2010”. Da sinistra: Roberto del Corno (sales manager Contradata), Christian Eder (mkt and sales manager congatec), Gianni Damian (Ceo, Contradata)

Kontron – Elaborazione più veloce con il nuovo modulo Com microETXexpress-OH
Kontron ha annunciato l’introduzione del primo Computer-on-Module nel fattore di forma COM Express compact basato sulle nuove APU (Accelerated Processing Unit) Serie G di AMD che si distinguono per l’elevata efficienza energetica e il grado di integrazione particolarmente spinto. Denominato microETXexpress-OH, questo computer-on-module integra, oltre al processore, un’unità grafica e di elaborazione parallela grazie alla quale è in grado di garantire prestazioni grafiche nettamente superiori rispetto ad analoghi moduli presenti sul mercato.

Le caratteristiche di microETXexpress-OH – supporto DirectX 11 e OpenGL 3.2, decodificatore video unificato (UVD 3.0) integrato e disponibilità sul lungo termine – ne fanno la soluzione ideale per applicazioni SFF che richiedono dispositivi grafici ad alte prestazioni e operanti ad alta velocità per produrre video e immagini fluide e ad alta risoluzione. Tra le applicazioni tipiche si possono segnalare, oltre a quelle dei sistemi per applicazioni di gaming e chioschi (POS/POI), pannelli di visualizzazione di ampie dimensioni, pareti multimediali, apparecchiature audio/video professionali e dispositivi mobili di piccole dimensioni come apparecchi di misura e collaudo oppure scanner a ultrasuoni 3D e sistemi di visualizzazione ampiamente utilizzati nei settori medicale o dell’automazione.

microETXexpress-OH

In grado di supportare OpenCL e Microsoft DirectCompute, l’unità grafica integrata in microETXexpress-OH permette di accelerare i processi di elaborazione paralleli necessari per tutte quelle soluzioni che prevedono il calcolo di algoritmi vettoriali paralleli. Dispositivi mobili a ultrasuoni, apparati di videosorveglianza con riconoscimento del pattern, sistemi di rilevamento laser, sistemi di tracciamento, sistemi di cifratura e decifratura utilizzati nella comunicazione dati e elaborazione dei segnali in apparecchiature wireless software-defined (ovvero le cui funzionalità sono definite dal software) sono alcuni esempi di applicazioni tipiche.
 

Filippo Fossati



Contenuti correlati

  • L’alimentatore: una scelta cruciale per un mondo sempre più green

    eMergy Tech ha realizzato un white paper che descrive due fra i numerosi sistemi per i quali l’azienda si occupa della consulenza e fornitura di componentistica. Si tratta della generazione di energia per la ricarica degli EV...

  • Power Supply e green energy: gli alimentatori per il fotovoltaico

    Entro il 2050, il mondo punta a raggiungere l’obiettivo “emissioni nette zero” (o “neutralità carbonica”): una condizione di equilibrio tra le emissioni di CO2 e di altri gas serra e l’assorbimento, ossia la rimozione, degli stessi dall’atmosfera....

  • MPU e MCU: dal generico allo specializzato

    Microprocessori con focus su smartphone ed embedded e microcontrollori sempre più ricchi di funzionalità avanzate Leggi l’articolo completo su Embedded 85

  • Le nuove sfide dei sistemi industriali wireless

    Il wireless industriale ha un grande potenziale per migliorare il monitoraggio e il controllo di vari processi e apparecchiature nei sistemi di automazione distribuiti grazie ai progressi nelle reti wireless e alla flessibilità di installazione. Tuttavia, gli...

  • Le alternative ai touchscreen nell’era post COVID

    Il COVID ha cambiato il nostro mondo. Per sempre. Nel momento in cui le persone inizieranno ad adattarsi alle nuove realtà, scopriranno che in molti settori sono avvenuti cambiamenti a volte anche radicali Leggi l’articolo completo su EO Medical...

  • Disponibili da Mouser i microcontroller PIC16F18x di Microchip

    Mouser Electronics ha inserito nella sua offerta le famiglie di microcontrollori PIC16F18015/25/44/45 e PIC16F18126/46 di Microchip Technology. Queste due famiglie sono state progettate appositamente per gli sviluppatori che necessitano di un microcontrollore a 8 bit da integrare...

  • Purificare l’aria e l’acqua con la luce

    L’invenzione della lampada al mercurio circa cento anni fa rivoluzionò la sterilizzazione in campo medico. Ad oggi, i raggi UV svolgono un ruolo chiave nella disinfezione e nella sterilizzazione degli spazi interni, a maggior ragione dallo scoppio...

  • AI e apprendimento automatico accelerano la ricerca dei materiali OLED della prossima generazione

    Negli ultimi anni si è assistito a un’accelerazione dello sviluppo dei materiali OLED, resa possibile dall’adozione di tool software che sfruttano l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico. Si tratta di un approccio che contribuisce a migliorare l’efficienza, la...

  • Il mercato dell’illuminazione in campo automotive

    Con l’integrazione della tecnologia LED, l’illuminazione non è più una caratteristica puramente funzionale ma si è trasformata in un elemento ad alto valore aggiunto. Questa tecnologia ha permesso ai produttori di differenziare I loro prodotti e aggiungere...

  • Bourns: il lungo sodalizio con Avnet Abacus e 75 anni di innovazione

    Il 2022 segna il ventunesimo anniversario dell’alleanza di distribuzione tra Avnet Abacus e Bourns, ma anche il 75° anniversario di attività per Bourns che è stata fondata ad Altadena, in California, nel 1947, casualmente lo stesso anno...

Scopri le novità scelte per te x