electronica 2016: decodificatore video analogico per automotive

Pubblicato il 20 settembre 2016

electronica 2016 news: decodificatore video analogico per automotive

Il tradizionale “European Media Event” organizzato da Publitek a Tegernsee, nei pressi di Monaco di Baviera, è stata l’occasione per incontrare alcuni dei protagonisti della prossima edizione di electronica.
Uno dei settori più “hot” e in crescita è sicuramente quello automotive: stime indicano che entro il 2020 questo mercato varrà 39 miliardi di dollari, contro i 25 del 2015, con un tasso di crescita su base annua dell’8%
“Il contenuto dei chip a bordo delle auto – ha sottolineato Jonpaul Jand, Senior Mkt Manager Video & Display Products di Intersil – passerà dai 62 dollari del 1990 ai 386 dollari del 2017”.
Per il segmento automotive la società (acquistata proprio in questi giorni da Renesas) ha presentato ISL79985, il primo decodificatore video analogico a quattro canali con interfaccia MIPI-CSI2 in grado di supportare CSI2 in grado di supportare i SoC e i processori applicativi delle più recenti generazioni utilizzati nei sistemi di visione a 360°per il settore automotive. ISL79985 è la più recente aggiunta alla famiglia di decodificatori video di Intersil che si è affermata come leader di mercato e consente di rimpiazzare fino a un massimo di nove componenti discreti con un unico chip, riducendo così gli ingombri a bordo di una scheda.
I produttori di automobili stanno fornendo sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance System) come dotazione standard oppure opzionale in risposta alla crescente domanda di sicurezza per tutti i veicoli passeggeri. Oggigiorno parecchi nuovi modelli sono dotati di serie di una telecamera posteriore e offrono come opzione per i sistemi ADAS i sistemi di visione a 360° utili in fase di parcheggio e di rilevamento dei cosiddetti punti ciechi (blind spot). NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) ha stimato che le telecamere per la retromarcia possono ridurre di oltre il 50% gli incidenti causati da questo tipo di manovra. Anche la diffusione dei sensori di immagine nel settore automotive è in aumento ed entro il 2020 è prevista la consegna di 197 milioni di unità (fonte ABI Research).
La famiglia ISL7998x include anche il nuovo ISL79986 con interfaccia BT.656 che supporta il formato a interlacciamento di linea (line interleaved). Questi nuovi decodificatori video forniscono ai guidatori un video dettagliato di elevata qualità migliorando la loro capacità di vedere oggetti che si trovano nelle vicinanze dell’intero veicolo.
ISL79985 e ISL79986 integrano quattro decodificatori video analogici con convertitori A/D a 10 bit per supportare quattro ingressi CVBS delle telecamere simultaneamente. L’interfaccia MIPI-CSI2 di ISL79985 permette di ridurre sia le interferenze EMI del sistema sia il numero di pin rispetto a un’interfaccia parallela tradizionale e concorre a semplificare l’interfacciamento con i SoC e i processori per sistemi ADAS delle più recenti generazioni. Entrambi i decodificatori integrano la funzionalità ACA (Automatic Contrast Adjustment) sviluppata da Intersil per il miglioramento dell’immagine che permette di effettuare un adattamento in risposta a condizioni di luce variabili rapidamente. La funzione ACA è in grado di aumentare o ridurre automaticamente la luminosità e il contrasto per ottimizzare l’immagine garantendo una migliore visibilità e una maggiore sicurezza in condizioni di scarsa luminosità e di rilesso della luce solare.

FF



Contenuti correlati

  • MCU per automotive: Infineon conquista la vetta

    Secondo i dati forniti da TechInsights, il mercato globale dei semiconduttori per automotive nel 2023 è cresciuto in misura pari al 16,5%,  facendo  registrare un fatturato pari a 69,2 miliardi di dollari. Infineon e NXP continuano a...

  • Automotive: il ruolo degli FPGA nell’evoluzione della “In-cabin experience”

    Per poter supportare in maniera adeguata l’evoluzione sia della tecnologia sia delle richieste dei consumatori, i produttori stanno sempre più focalizzando la loro attenzione sui dispositivi FPGA, che rappresentano la soluzione ideale per effettuare la regolazione della...

  • Texas Instruments
    Texas Instruments presenta nuovi chip automotive

    Texas Instruments (TI) ha presentato a CES2024  i suoi nuovi semiconduttori progettati per migliorare la sicurezza e l’intelligenza nel settore automotive. Il chip sensore radar a onde millimetriche AWR2544 a 77 GHz è il primo nel settore...

  • Ams OSRAM: gli sviluppi dell’illuminazione nell’automotive

    L’integrazione fra diverse tecnologie apre la strada a soluzioni innovative e alla semplificazione dell’implementazione dei sistemi di illuminazione automotive Leggi l’articolo completo su EO Lighting33

  • Raspberry PI: è arrivata la quinta generazione

    Raspberry Pi 5 è realizzato con una nuova architettura basata su un processore ad alte prestazioni di Broadcom e un nuovo chip realizzato “in house” Leggi l’articolo completo su Embedded 90

  • 2024: buone prospettive per i semiconduttori

    Il mercato globale dei semiconduttori si trova in una fase di solida inversione di tendenza. Questa è l’opinione degli analisi di WSTS,  che hanno rivisto al rialzo i dati relativi alla crescita del 2° trimestre 2023 rispetto...

  • Mouser Electronics
    Gli eBook tecnici di Mouser Electronics per l’automazione industriale

    Mouser Electronics ha pubblicato quest’anno dodici eBook di cui tre, prodotti in collaborazione i partner, si focalizzano sulle applicazioni industriali, come l’IIoT, i progressi della fabbrica digitale e la prossima generazione dell’Industria 4.0. In particolare, nell’eBook intitolato...

  • onsemi
    onsemi collabora con Renesas per la sicurezza della guida semi-autonoma

    La famiglia di sensori di immagine Hyperlux di onsemi è stata integrata nella piattaforma R-Car V4x di Renesas. L’obiettivo è quello di migliorare i sistemi di visione, e quindi aumentare la sicurezza, dei veicoli a guida semi-autonoma....

  • Test del Simulatore C-V2X per la guida autonoma e cooperativa

    Per testare efficacemente l’integrazione C-V2X in laboratorio, il test di guida virtuale è diventato un requisito indispensabile a causa della grande quantità di test necessari Leggi l’articolo completo su EO 512

  • Il veicolo del futuro è ottico

    Al momento attuale, la tecnologia prevista dallo standard IEEE 802.3 cz fornisce l’unica soluzione esistente per le connessioni su un solo canale (lane) a velocità di 25 Gb/s e 50 Gb/s, con 4 connettori in linea e...

Scopri le novità scelte per te x