Data Modul assicura elevati standard igienici e soluzioni innovative per i suoi display

Pubblicato il 2 luglio 2020

Sia in ambito industriale sia in ambito consumer è essenziale poter operare secondo elevati standard igienici quando si utilizzano devices con display HMI (dotati cioè di interfaccia uomo-macchina). L’esplosione della pandemia non ha fatto altro che accrescere questa esigenza. Va da sé che la richiesta di tali requisiti sia maggiore in campo medico. Un’esigenza che Data Modul, nei processi di sviluppo dei suoi prodotti, ha sempre tenuto ben presente. Le richieste dei clienti giocano un ruolo cruciale nella selezione di componenti adeguati e nell’adozione – fin dalle prime fasi del processo produttivo – di step congrui, tenendo presente l’obiettivo finale: la realizzazione di un prodotto consono ai requisiti igienici richiesti.

Soluzioni igieniche per il touch

La vera sfida è proporre soluzioni compatibili con gli standard igienici, anche nel caso in cui si utilizzi la funzione touch.

Due le istanze da conciliare: le aspettative dei clienti da una parte, le normative sanitarie dall’altra. Il ventaglio di opzioni è ampia e va dall’implementazione di modalità touch free a uno specifico input per le applicazioni sul display.

Operare con i guanti

I guanti sono obbligatori in molte applicazioni industriali, in particolare nel settore medico in cui forniscono protezione da contaminazioni, infezioni o trasferimento di malattie e germi.

I più recenti metodi di misurazione della capacità e i progressi nel processare i segnali, nell’ambito delle Projected Capacitive (PCAP) technologies di Data Modul, hanno abilitato le operazioni con i guanti.

Le impostazioni touch possono essere configurate per funzionare sia con quanti più sottili come quelli medicali, in nitrile o latex, sia con quelli più spessi utilizzati in ambito industriale. Con o senza guanti: la sensibilità al tocco è dunque oggi comparabile.Il progresso tecnologico in ambito PCAP, ha consentito di configurare le impostazioni touch per identificare, sulla superficie dello schermo, liquidi come acqua, sangue, sudore o disinfettante. Questa identificazione può essere utilizzata per eliminare “ghost touch” causati dal liquido e per consentire un funzionamento fluente al tocco nonostante la presenza del fluido sul display.

Touch pen o stilo

Un altro metodo indiretto per operazioni touch è l’utilizzo di una touch pen (o stilo). Da una parte questa soluzione consente un input più preciso su vari tipi di touch screen, dall’altra permette di operare senza un contatto diretto tra la pelle e lo schermo. Di fatto, quindi, garantisce operazioni in sicurezza senza alcun decalage nelle performance.

Eye tracking e controllo della gestualità

Sempre nell’ottica di mantenere elevati gli standard igienici e di sicurezza, evitando il contatto diretto con i device e i loro display, acquistano crescente interesse soluzioni come l’eye tracking e il controllo dei gesti. Benché queste soluzioni “hands free” non sostituiscano perfettamente gli standard touch screen, sono idonee a specifiche applicazioni in molti ambiti dove vanno evitati il contatto e potenziali contaminazioni della superficie. Inoltre, il controllo gestuale e il tracciamento oculare si rivelano validi sostituti degli input tradizionali, nei casi in cui le mani dell’operatore, per esempio in ambito medico o manifatturiero, sono occupate.

Eye Tracking

Il requisito base per l’eye tracking è un sistema con camera integrata, che registra i movimenti oculari che vengono poi analizzati. In questa fase sono identificati i punti su cui si è focalizzata l’attenzione, in maniera da poter tracciare una selezione del campo osservato.I sistemi mobili di localizzazione oculare sono già utilizzati nelle interazioni HMI per aumentare l’usabilità e l’user experience delle rispettive applicazioni.  

Controllo della gestualità

Il controllo gestuale, più comune nelle console di gioco e nell’automotive, ha trovato anche altre applicazioni, grazie anche al fatto che è stato oggetto di vari sviluppi che ne hanno migliorato le caratteristiche.Nell’ambito industriale, le varie potenzialità, riguardano azioni complesse – come lo zoom, lo scorrimento e la rotazione – che possono essere riconosciute ed eseguite dal sistema tramite gesti, senza toccare lo schermo.Un vantaggio, quest’ultimo, in campo medico, dove i dispositivi ad input convenzionale spesso non sono utilizzabili negli ambienti sterili. Grazie all’interazione contactless, invece, si può ricorrere a queste applicazione, senza dover uscire dall’aria sterile.

I componenti nel processo industriale

Al di là delle varie tipologie di input è anche vero che i componenti devono essere selezionati con cura durante il processo, perché siano in linea con gli attuali standard di igiene e sicurezza. Questo è conforme ai severi requisiti dei moderni display medicali.Per esempio, nel suo processo produttivo Data Modul ricorre a speciali vetri di copertura, trattati in maniera tale da ridurre sulle superfici la contaminazione di virus e batteri. Un procedimento, questo, particolarmente adatto ai rigidi requisiti del settore medicale. Un altro aspetto per garantire la massima sterilità è la sigillatura dei vetri protettivi sull’alloggiamento del monitor, accorgimento particolarmente importante per le apparecchiature medicali.Ciò significa che l’intercapedine tra le due superfici viene ermeticamente sigillata, così da evitare contaminazioni di sorta.Al fine di garantire la migliore qualità di produzione, in Data Modul questo processo è completamente automatizzato ed eseguito in condizioni di camera bianca.

Hyclean TEC

Il vetro appositamente sviluppato impedisce la proliferazione di batteri grazie ad uno speciale rivestimento facilmente lavabileAllo stesso tempo, il vetro è resistente a condizionamenti chimici e meccanici e ai raggi UV. Anche dopo lunghi periodi di utilizzo, mantiene infatti la sua trasparenza e garantisce protezione alle unità sottostanti.

Vetro antimicrobico

Questo vetro speciale, noto per resistere a un uso prolungato, negli strati superiori contiene ioni che uccidono fino al 99% di virus e batteri.Quando virus e batteri entrano in contatto con gli ioni, il loro metabolismo, e quindi il meccanismo di divisione, viene bloccato e muoiono.Inoltre, il rivestimento impedisce la riproduzione di funghi, specialmente in condizioni umide e calde.

Conclusione

I requisiti igienici hanno oggi più che mai un rilievo fondamentale: grazie alle recenti novità tecnologiche possono essere soddisfatti e questo riguarda non soltanto gli input touch less (utilizzo di guanti sensibili, riconoscimento gestuale o dei movimenti dell’occhio ecc), ma anche i componenti utilizzati nel corso del processo produttivo. Data Modul, con il suo portafoglio diversificato, offre un metodo operativo adeguato ad ogni settore e a ogni esigenza, operando nel massimo rispetto degli standard igienici.

Foto tratte dalla Company Brochure

Andrea Haans



Contenuti correlati

  • Un display riflettente da 31.5” per applicazioni IoT

    DATA MODUL ha presentato un nuovo display riflettente, disponibile per la prima volta nel formato 31,5 ”. Grazie al suo basso consumo energetico e all’elevata leggibilità, in particolare sotto la luce solare diretta, il nuovo display FHD...

  • Comando tramite gesti in tre dimensioni

    La tecnologia touch a proiezione capacitiva, più comunemente chiamata PCAP, ha subito negli ultimi anni un rapido sviluppo a livello tecnologico ed è, a oggi, quella più utilizzata in applicazioni touch. Leggi l’articolo completo su EO 488

  • DATA MODUL apre un nuovo stabilimento a Shanghai

    DATA MODUL si sta espandendo in Cina e ha annunciato l’apertura di una nuova fabbrica a Shanghai. Con questo nuovo impianto, i clienti internazionali che operano dalla Cina beneficeranno di cicli di produzione più brevi e di...

  • DATA MODUL presenta una nuova linea di display easyTOUCH

    DATA MODUL ha esteso la sua offerta di display easyTOUCH con l’introduzione della Entry Line. Questa nuova serie di prodotti, ottimizzata in termini di costi, sarà disponibile nelle gamme di dimensioni da 3,5”, 4,3”, 5,0” e 7”....

  • Da DATA MODUL lo starter kit easyTOUCH per PCAP e display

    DATA MODUL ha presentato lo starter kit easyTOUCH per la valutazione di PCAP e display. Tramite questo kit, DATA MODUL permette di familiarizzare rapidamente con le tecnologie e i singoli componenti. Il kit è formato da un...

  • DATA MODUL a Embedded World 2020

    DATA MODUL presenterà le sue più recenti innovazioni per i quattro settori principali di Embedded World 2020, l’evento che si svolgerà presso il polo fieristico di Norimberga. I settori coinvolti sono quelli dei Display, Touch, Embedded e...

  • DATA MODUL rilascia easyANALYZER 4.0

    DATA MODUL ha presentato easyANALYZER 4.0, la nuova generazione di strumenti di analisi per i sistemi touch PCAP/PCT (projective capacitive) destinati ad applicazioni industriali. L’azienda, con sede a Monaco di Baviera, ha infatti ulteriormente sviluppato easyANALYZER per...

  • Automotive, il futuro è touch!

    È un dato di fatto: le nostre abitudini quotidiane sono strettamente legate all’uso dello smartphone o del tablet.  E per questo motivo, il touch screen è sempre più utilizzato nell’automotive. I touch screen in ambito automobilistico dovrebbero...

  • Data Modul: soluzioni EasyTouch PCAP

    Data Modul ha annunciato l’ultimo grande formato 23.8″ (60,5 centimetri) di tecnologia PCAP EasyTouch grazie alla tecnologia AHVA, simile alla IPS. G238HAN01.0 con risoluzione FHD ha caratteristiche ottiche superiori, come ad esempio un ottimo angolo di visione...

  • Atmel: controller touchscreen maXTouch U

    Atmel ha annunciato l’ampliamento della serie maXTouch U di controller touchscreen, che fornisce la perfetta combinazione di prestazioni, potenza e dimensioni. I sei nuovi dispositivi, sfruttando la sua tecnologia proprietaria picoPower, garantiscono bassissimi consumi energetici per una...

Scopri le novità scelte per te x