Cypress entra nel mercato Bluetooth Low Energy con le soluzioni su chip singolo a più alto grado di integrazione per applicazioni IoT

Pubblicato il 21 novembre 2014

Cypress Semiconductor ha annunciato due soluzioni Bluetooth Low Energy single chip ad alto grado di integrazione destinate a semplificare il progetto di sistemi basati su sensori a basso consumo per il variegato mondo dell’Internet of Things (IoT).

Il nuovo System-on-Chip programmabile PSoC 4 BLE  abbina semplicità d’uso e integrazione spinta in una soluzione personalizzabile per applicazioni IoT, automazione domestica, apparecchiature sanitarie, dispositivi di monitoraggio delle attività sportive e della forma fisica e numerose altri prodotti “indossabili” smart.

La  Radio-on-Chip programmabile PRoC BLE  è una soluzione “chiavi in mano” economica per lo sviluppo di interfacce HMI (Human Interface Device) wireless, controlli remoti e applicazioni che richiedono solamente connettività wireless.

Le soluzioni Bluetooth Low Energy  di Cypress permette di realizzare sistemi complete grazie all’integrazione di una radio Bluetooth Smart, un core  ARM Cortex-M0 a 32 bit ad alte prestazioni con diverse modalità di riduzione dei consumi, blocchi analogici programmabili, oltre alla funzionalità di rilevamento tattile capacitiva CapSense.

Questo insieme di tecnologie conferisce un notevole valore aggiunto ai prodotti Bluetooth Smart: maggiore durata della batteria, possibilità di personalizzare le funzioni di rilevamento, interfacce utenti semplici e accattivanti. Le due soluzioni sono presentate a questa edizione di Electronica presso lo stand della società (A5. 520).

I progettisti impegnati nello sviluppo di prodotti Bluetooth Smart sono attualmente costretti a utilizzare tool software di differenti produttori e sviluppare firmware complesso per soddisfare le specifiche relative alla connettività wireless.

Cypress ha semplificato la configurazione del profilo e dello stack del protocollo Bluetooth Low Energy integrandola in BLE Component (esente da royalty) basato su GUI – in pratica un integrato embedded all’interno dell’ambiente PSoC rappresentato mediante un’icona – che può essere incluso in un progetto mediante una semplice operazione di “drag&drop” utilizzando L’IDE (Integrated Design Environment) PSoC Creator di Cypress. PSoC Creator permette di sviluppare il progetto di un sistema completo all’interno di un singolo tool, con riflessi estremamente favorevoli sul time-to-market.

In alternativa, gli utilizzatori di Eclipse e di altri tool basati su ARM possono personalizzare le loro soluzioni Bluetooth Low Energy su PSoC Creator ed esportare il progetto in un ambiente IDE di loro scelta.

PSoC 4 BLE aggiunge le funzionalità di una radio Bluetooth Smart all’architettura PSoC 4 che integra un front-end analogico programmabile per l’interfacciamento con sensori e periferiche digitali programmabili per implementare funzioni di controllo e di logica sparsa (glue logic). Una combinazione di questo tipo si propone come una soluzione personalizzata su chip singolo che permette di accelerare il progetto di applicazioni Internet of Things.

Per ridurre ulteriormente il time-to-market, PSoC 4 BLE e PRoC BLE dispongono di un balun (adattatore di impedenze) on chip che semplifica il progetto dell’antenna, a fronte di una riduzione sia delle dimensioni della scheda sia del costo del sistema.

Le soluzioni Bluetooth Low Energy di Cypress integrano le interfacce di rilevamento tattile CapSense programmabili in grado di supportare movimenti di due dita grazie all’algoritmo di regolazione automatica SmartSense™ che permette di eliminare qualsiasi operazione di messa  a punto manuale del sistema.

Cypress ha consegnato oltre 1 miliardo di controllori per il rilevamento tattile CapSense che hanno sostituito oltre 5 miliardi di tasti meccanici in handset mobili, laptop, apparecchiature elettroniche consumer, elettrodomestici, dispositivi per il settore automotive e, praticamente, in tutti i sistemi che prevedono commutatori e tasti meccanici, facendo di Cypress l’azienda leader nel settore del rilevamento tattile.

Kit di sviluppo e progetti di riferimento Bluetooth Low Energy
I dettagli relativi alle applicazioni dei nuovi BLE Component di Cypress sono integrati in PSoC Creator, corredati da esempi di tutti i profili Bluetooth Low Energy supportati e da centinaia di esempi per il progetto di sistemi a segnali misti. A ulteriore supporto Cypress rende disponibili vari kit di sviluppo e BLE Modules cerificati FCC a un prezzo di 49 dollari.

Il kit di sviluppo CY8CKIT-042-BLE permette agli utenti di accedere in maniere semplice ai dispositive Cypress BLE, garantendo la compatibilità in termini di ingombri con  il kit PSoC 4 Pioneer. Il kit di sviluppo include un dongle USB BLE da usare in abbinamento al tool di emulazione CySmart per convertire il PC con sistema operativo Windows del progettista in un ambiente di debug Bluetooth LE.

PRoC BLE è supportato dal kit per progetti di riferimento di controlli remoti CY5672 PRoC BLE  e dal kit per progetti di riferimento di mouse tattili CY5682 PRoC BLE, che forniscono implementazione già pronte per la produzione rispettivamente di controlli remoti e mouse Bluetooth Low Energy o Bluetooth Smart.

I controlli remoti prevedono un trackpad per rilevare i movimenti di uno o due dita e incorporano un microfono per l’acquisizione e lo streaming di dati vocali verso il dispositivo host, mentre il design di riferimento per il mouse tattile integra tasti che mappano i tasti di scelta rapida dell’interfaccia utente per Windows 8. Ciascun kit per progetti di riferimento sono disponibili al prezzo di 49 dollari.

Disponibilità
Le nuove soluzioni PSoC 4 BLE e PRoC BLE sono disponibili in campioni nei package CSP a 60 sferette e QFN a 56 pin, mentre la produzione in volumi è prevista per il prossimo mese di dicembre.

PSoC: oltre i limiti delle MCU
I dispositivi PSoC offrono una soluzione basata su flash equivalente a un circuiti ASIC programmabile per la progettazione di sistemi embedded senza incorrere nelle problematiche legate ai costi di NRE o ai tempi di progettazione tipiche di quest’ultimo. I dispositivi PSoC integrano circuiti analogici e digitali configurabili con un microcontrollore presente a bordo del chip: in tal modo è possibile ridurre il numero di componenti richiesto e semplificare le revisioni. Un singolo dispositivo PSoC può integrare fino a 100 funzioni periferiche, con conseguente riduzione di tempi di sviluppo, occupazione di spazio sulla scheda e consumi. Tutto ciò si traduce in un aumento della qualità e in una diminuzione dei costi del sistema.

I dispositivi PSoC consentono ai progettisti di sviluppare prodotti in grado di adeguarsi alle future evoluzioni grazie alla possibilità di supportare variazioni alle specifiche dell’ultimo minuto. Essi permettono di apportare modifiche a livello firmware in ogni fase del ciclo di progetto – anche quando il prodotto è direttamente sul campo.

Poiché i dispositivi PSoC sono riconfigurabili in maniera dinamica, i progettisti possono modificare “al volo” le risorse interne e utilizzare un numero ridotto di componenti per l’esecuzione dei task assegnati. Ulteriori informazioni sui prodotti PSoC sono disponibili su www.cypress.com/psoc, mentre un corso di addestramento online è reperibile su www.cypress.com/psoctraining.

pb



Contenuti correlati

  • La quarta edizione del sondaggio sull’IoT di Farnell

    Farnell ha presentato i risultati della sua quarta indagine annuale sull’IoT globale, che evidenzia, fra l’altro, una forte crescita dell’IoT in un’ampia gamma di settori. In particolare, quest’anno si è assistito a un cambiamento radicale nell’atteggiamento verso...

  • Accelerare lo sviluppo di applicazioni automotive e IoT che utilizzano motori BLDC

    Per gestire la complessità del software, gli sviluppatori possono usare un driver per motori BLDC dedicato, come A4964KJPTR-T, che integra tutte le funzionalità di controllo motori Leggi l’articolo completo su EO Power 28

  • TinyML: un’introduzione (1a parte)

    Questo articolo è il primo di una serie di tre focalizzati su TinyML: in sintesi l’utilizzo delle tecniche di apprendimento automatico (ML – Machine Learning) su microcontrollori a basso consumo e con un numero limitato di risorse a disposizione...

  • Niente più vincoli per i server edge

    Grazie all’integrazione dei processori della linea Xeon D di Intel sui Server-on-Module COM-HPC da parte di produttori come congatec, le installazioni di server edge non sono più confinate nelle sale server, dove l’ambiente è attentamente controllato dal...

  • Farnell pubblica un nuovo white paper sui sensori smart per IoT

    Farnell ha realizzato un nuovo white paper per supportare i progettisti elettronici nel loro percorso di implementazione di sistemi Internet of Things (IoT). Il saggio in esclusiva, intitolato ‘Sensori Smart – Per l’IoT intelligente’, analizza il mondo...

  • Soluzioni per la misura del consumo energetico dell’IoT cellulare

    Se si vuole misurare il consumo di potenza di un dispositivo in un ambiente chiuso e controllato, l’utilizzo di un simulatore di rete autonomo non è sufficiente perché bisogna misurare anche la potenza effettivamente consumata da un...

  • Come integrare interfacce Wi-Fi in qualsiasi applicazione

    Il collegamento di dispositivi mediante WiFi è diffuso nel mercato IoT. Tuttavia, per una connessione WiFi efficace di un circuito progettato con compatibilità HF è necessario tenere in considerazione gli assemblaggi, la progettazione, il layout della scheda...

  • I microcontrollori a 8 bit hanno ancora un ruolo chiave nel mondo IoT

    L’utilizzo di una MCU a 8 bit durante la progettazione di nodi edge rappresenta una soluzione a basso costo, con consumi ridotti, intelligente (ma non dedicata all’IoT) e in grado di gestire compiti ausiliari e di gestione della potenza...

  • Caratteristiche e vantaggi delle principali tecnologie wireless

    In questo articolo un esame delle numerose soluzioni per la connettività wireless disponibili e un’analisi dei principali vantaggi di ciascuna di esse Leggi l’articolo completo su EO 499

  • Circuiti integrati a segnali misti: tra analogico e digitale

    Telefonia mobile, IoT e automotive sono i principali propulsori della domanda di circuiti analogici, digitali e a segnali misti con caratteristiche di basso consumo e ingombro ridotto Leggi l’articolo completo su EO 499

Scopri le novità scelte per te x