Crittografia e blockchain per difendersi dagli hacker

Pubblicato il 2 agosto 2018

EABlock è uno dei progetti finanziabili all’interno di PostepayCrowd 2.0, l’iniziativa di Poste Italiane in collaborazione con MasterCard, con la partnership della piattaforma Eppela, per il sostegno ai progetti di innovazione, fintech e trasformazione digitale. Si tratta di un software per la protezione e la gestione dei dati sicuro, personalizzabile e che garantisce un’alta usabilità attraverso un’infrastruttura innovativa.

Il software unisce tecnologia crittografica e blockchain per una vera e propria evoluzione della sicurezza. Il meccanismo di funzionamento è molto complesso ma si basa su un sistema di cifratura dei dati a più livelli. Risultato? Niente soldi “bruciati” per le aziende che ogni anno spendono un enorme quantità di budget per la sicurezza informatica, niente multe per la perdita dei dati, privacy garantita per i clienti e, soprattutto, niente più hacker.

Il progetto, che punta a raccogliere almeno 5mila euro di offerte, è stato realizzato da Dario Puligheddu, un informatico da sempre appassionato alla sicurezza, laureato all’Università di Cagliari, all’interno della quale, grazie al progetto Contamination Lab ha potuto conoscere i suoi compagni di viaggio e dar vita alla startup EABlock. Un team composto da quattro giovani, con competenze diverse e complementari e tutti uniti dall’obiettivo di contrastare il crimine informatico.

Come verranno utilizzati i fondi. I fondi verranno principalmente utilizzati per accelerare lo sviluppo tecnico, in modo da entrare sul mercato il prima possibile con quante più possibili funzioni e per la realizzazione e la distribuzione di materiale sulla sicurezza informatica per sensibilizzare le aziende ma anche i singoli individui sui rischi del cybercrime. Rischi economici, danni di immagine, multe, disastri per la privacy dei singoli, che è bene che ognuno conosca per imparare a proteggersi e a difendersi in maniera adeguata.

“Grazie a questa campagna – spiega il team di EABlock – vogliamo finalmente dare un contributo per invertire la tendenza. Fino ad oggi si è fatto troppo poco, le applicazioni sono tutte insicure, gli hacker proliferano e la sicurezza informatica è rimasta una materia accessibile solo a programmatori ed esperti”.

Come di consueto nella campagna Postepaycrowd 2.0, in caso di raggiungimento del 50 per cento dell’obiettivo, il restante 50 per cento verrà garantito da un cofinanziamento di Poste Italiane e Mastercard, fino a un massimo di 5mila euro. I progetti ritenuti più meritevoli, inoltre, potranno usufruire di una campagna di comunicazione dedicata del valore di 15mila euro.

Per sostenere il progetto 



Contenuti correlati

  • Innodisk: SSD Blockchain per applicazioni edge

    Innodisk ha annunciato che rilascerà un SSD Blockchain in grado di garantire l’assoluta integrità dei dati nelle applicazioni edge. La nuova soluzione annunciata da Innodisk sfrutta la tecnologia blockchain per proteggere i dati importanti negli scenari applicativi...

  • Blockchain: può creare fiducia nelle supply chain dell’elettronica

    Nell’industria dei semiconduttori le filiere stanno diventando sempre più complesse, e la “catena di blocchi” promette di costituire una soluzione valida per migliorare i processi di condivisione dati, tracciare il percorso di merci, componenti, sub-componenti e verificare...

  • Blockchain, ancora strada da fare per un impatto sul business

    Secondo uno studio della società di ricerche Gartner, la “catena di blocchi” si trova in una fase di depressione, da cui però il mercato si riprenderà entro il 2021. Per semiconduttori ed elettronica molte opportunità, legate sia...

  • Utilizzo della tecnologia blockchain nel settore sanitario

    La tecnologia blockchain, utilizzata nella fase iniziale nel settore delle criptovalute, sta iniziando a essere utilizzata anche nella sanità e la sua adozione comporta numerosi vantaggi tra cui un incremento in termini di sicurezza, efficienza operativa, accuratezza,...

  • La tecnologia blockchain è pronta a rivoluzionare l’elettronica e l’IoT

    Lungi dall’essere applicabile esclusivamente alle valute digitali, la tecnologia blockchain è vista dai propri sostenitori come un cambiamento fondamentale nel modo in cui gestire tutte le informazioni A dieci anni dalla sua comparsa, il Bitcoin ha dimostrato...

  • Nasce Ibm Studios: il cuore della trasformazione digitale è a Milano

    Quattromila metri quadrati, con dieci ambienti su tre piani, in cui opereranno oltre duemila consulenti per ideare soluzioni di intelligenza artificiale, blockchain, cloud, IoT, security e quantum computing: questo il biglietto da visita del nuovo IBM Studios, lo spazio di...

  • Il computer grande come un chicco di sale di IBM

    Ibm ha presentato il prototipo del computer più piccolo al mondo durante la conferenza Ibm Think 2018. Ogni anno, infatti, l’azienda presenta in questa occasione cinque innovazioni tecnologiche che potrebbero rivoluzionare le nostre vite nei prossimi cinque anni (5in5). Durante...

  • Toshiba: cosa ha in serbo il 2018?

    Oggi le aziende devono adottare sempre più velocemente le nuove tecnologie per essere competitive e pronte per il futuro. Il ruolo dei CIO sta diventando sempre più determinante nella definizione delle esigenze aziendali e nell’implementazione della tecnologia...

  • I trend da tenere sott’occhio nel 2018

    Quali sono i trend già emersi nel 2017, che “andranno per la maggiore” nel 2018? Il 2017 è stato un anno decisamente interessante per le nuove tecnologie che hanno avuto un forte impatto in molti settori, dai pagamenti...

  • Maxim: controller crittografico per la sicurezza “chiavi in mano”

    Il controllore crittografico MAXQ1061 DeepCover di Maxim Integrated permette agli sviluppatori di dispositivi Industrial IoT (IIoT) e di sistemi embedded connessi in rete di integrare nei loro progetti un ulteriore livello di sicurezza, abbreviando anche il time...

Scopri le novità scelte per te x