COMSOL: incontri e dibattiti sulla simulazione online

Pubblicato il 2 luglio 2020

Come viene percepita oggi la simulazione nelle aziende, nei centri di ricerca e nelle università? Cosa è cambiato? Cosa potrà ancora cambiare? E, nello specifico, quali benefici ha portato COMSOL Multiphysics in termini di analisi, progettazione e reale innovazione nel lavoro degli utenti?

Queste sono alcune delle domande che hanno trovato risposta durante il COMSOL Day, appuntamento annuale che di anno in anno si tiene in diversi Paesi del mondo e che quest’anno per la prima volta si è svolto online, per motivi di sicurezza legati all’emergenza Covid.

La simulazione multifisica, oggi e domani

Daniele Panfiglio, managing director di COMSOL s.r.l., ha aperto la giornata e presentato il flusso di modellazione con COMSOL Multiphysics. I partecipanti hanno quindi potuto vedere il software in azione, dalla creazione della geometria al post processing, fino alla realizzazione di una app di simulazione a partire da un modello realizzato con COMSOL Multiphysics.

È seguita una tavola rotonda animata dagli interventi dei Consulenti Certificati COMSOL,  BE CAE & Test, Polibrixia ed Everywave, che hanno raccontato come la simulazione viene utilizzata nella loro prassi di lavoro per rispondere alle richieste dei clienti e produrre innovazione.

Dal dibattito è emersa la percezione che questo strumento venga accolto ogni giorno con maggiore consapevolezza. Le aziende si rendono conto sempre più di come l’alta tecnologia sia accessibile solo con analisi approfondite e come la modellazione costituisca uno strumento fondamentale in questo senso.

La simulazione costituisce quindi per molte realtà italiane uno strumento prezioso, che assicura flessibilità e riduzione dei costi e che nella recete emergenza sanitaria è stata ampiamente usata per l’ottimizzazione di sistemi NIV e utilizzo di aerosol, ma anche per mettere a punto sistemi di saldatura nella produzione di mascherine.

L’importanza della modellazione, in ogni caso, si accompagna strettamente al valore delle misurazioni sperimentali, che restano uno strumento indispensabile insieme al capitale umano e agli skill degli utenti –  aspetti questi che vengono valorizzati, e non sostituiti, dalla simulazione “Non possiamo pensare – commenta infatti Daniele Panfiglio-  che sostituiscano in toto i nostri tecnici: è sbagliato immaginare che si importi una geometria e il software faccia tutto da solo. L’interazione uomo-calcolatore è fondamentale per la risoluzione dei problemi e soprattutto per dare slancio alle modifiche, alle ottimizzazioni e alle innovazioni nella progettazione dei componenti”.

Il mondo del biomedicale e la simulazione

La seconda tavola rotonda della giornata ha visto confrontarsi voci provenienti sia dal mondo accademico sia da quello industriale: Università Roma TRE, Scuola Superiore Sant’Anna, Gruppo Merck Serono, Università Campus Bio-Medico di Roma e Politecnico di Torino/Fondazione LINKS. Con il supporto di casi di studio, si è parlato di come la simulazione e COMSOL Multiphysics in particolare trovino applicazione nel campo del biomedicale, dall’analisi dei meccanismi di contagio (particolarmente d’attualità di questi tempi) fino alla protesica.

In un ambito come il biomedicale, dove è necessario individuare con accuratezza vincoli, limiti e possibilità di progettazione, la simulazione si rivela particolarmente preziosa e consente di dare risposta a problematiche che risulterebbero altrimenti molto difficili da analizzare nella loro complessità.

Il prossimo appuntamento

Il COMSOL Day non è l’unico appuntamento che quest’anno si sposta online: il 14-15 ottobre si svolgerà infatti un evento dal respiro internazionale. Si tratta della COMSOL Conference Online 2020 Europe, durante la quale utenti da tutta Europa presenteranno i propri lavori a un’ampia platea di colleghi. Sarà una preziosa occasione di incontro, finalizzata all’acquisizione di nuove competenze e alle opportunità di collaborazione tra tecnici e studiosi nell’ambito della simulazione numerica: sono previste infatti, oltre alle presentazioni, sessioni interattive per piccoli gruppi e interazioni one-on-one.

Alcune anticipazioni

Ricco il carnet dell’evento che vedrà la partecipazione di relatori dal mondo dell’industria e della ricerca, che condivideranno le proprie esperienze con la simulazione multifisica e le app di simulazione.

Tra gli appuntamenti vanno segnalati anche il keynote di COMSOL per presentare le ultime novità relative al software; le presentazioni di utenti, che mostreranno i risultati delle proprie ricerche e i propri progetti innovativi; le tavole rotonde dedicate alle sfide della simulazione e alla modellazione in ambito energetico e biomedicale. La due giorni sarà inoltre animate da Tech Cafés (ovvero sessioni interattive in cui gli sviluppatori e i product manager del sofware risponderanno in diretta alle domande degli utenti COMSOL) e da minicorsi con opportunità di formazione per qualsiasi livello di apprendimento, da introduttivo ad avanzato. Infine sono previste esposizione e poster session virtuali.

“Tenendo conto delle attuali restrizioni in termini di viaggi e distanziamento sociale, spostare la conferenza online per quest’anno è stata ovviamente la scelta migliore”, commenta Eric Favre, Managing Director di COMSOL France. “Partecipare sarà semplice, non richiederà tempo per gli spostamenti né assenze da casa. Siamo convinti che la conferenza online catturerà l’interesse di molte persone, anche perché sarà più facile trovare il tempo per seguirla, anche con un calendario fitto di appuntamenti e altri impegni. Poiché non ci sarà l’opportunità di incontrarsi dal vivo, ci impegneremo ulteriormente per offrire sessioni interattive per piccoli gruppi e interazioni one-on-one. Un vantaggio in più sarà la possibilità di poter coinvolgere tutti i tecnici COMSOL su scala globale, perché potranno facilmente partecipare alle conversazioni ovunque si trovino”.

Per ulteriori dettagli sull’evento e per registrarsi: Conferenza COMSOL 2020 per l’Europa

Come presentare paper e poster

Il Program Committee della Conferenza COMSOL 2020 per l’Europa ha dato il via all’invio di abstract per paper e poster dedicati alle app e ai progetti di simulazione, che gli utenti di COMSOL Multiphysics presenteranno alla conferenza.

I paper e i poster che saranno accettati verranno poi condivisi con la comunità sul database ad accesso libero Technical Papers and Presentations, accessibile da tutto il mondo.

Le scadenze per l’invio di abstract per la Conferenza COMSOL 2020 per l’Europa sono: Early Bird submission entro il 3 luglio e Final Abstract submission entro il 31 luglio.

Per informazioni e istruzioni per l’invio degli abstract: Call for Papers and Posters.

Le presentazioni della conferenza toccano ambiti molto ampi e tra gli argomenti suggeriti per paper e poster vi sono:

  • AC/DC electromagnetics
  • Acoustics and vibrations
  • Batteries, fuel cells, and electrochemical processes
  • Bioscience and bioengineering
  • Chemical reaction engineering
  • Computational fluid dynamics
  • Electromagnetic heating
  • Geophysics and geomechanics
  • Heat transfer and phase change
  • MEMS and nanotechnology
  • Metal Processing
  • Microfluidics
  • Multiphysics
  • Optics, photonics, and semiconductors
  • Optimization and inverse methods
  • Particle tracing
  • Piezoelectric devices
  • Plasma physics
  • Porous Media Flow
  • RF and microwave engineering
  • Simulation methods and teaching
  • Structural mechanics and thermal stresses
  • Transport phenomena

 



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x