Cielo coperto sopra Pechino: e non è solo smog

Pubblicato il 13 marzo 2019

Il rallentamento dell’espansione economica in Cina e la guerra commerciale con gli USA stanno influenzando negativamente numerose aziende del settore tecnologico

I dati recentemente pubblicati dal Fondo Monetario Internazionale confermano il progressivo rallentamento nell’espansione dell’economia cinese: con un trend che ha iniziato a delinearsi all’inizio di questo decennio, il tasso di crescita in percentuale del prodotto interno lordo cinese si sta avvicinando alla linea del 6%. I dati per il 2018 dicono che il PIL cinese è aumentato ‘solo’ del +6,6% (il valore più basso degli ultimi 28 anni) e le proiezioni per il 2021 sono di un’ulteriore riduzione a +6%.

leggi l’articolo completo su EONews 627

Massimo Giussani



Contenuti correlati

  • DATA MODUL apre un nuovo stabilimento a Shanghai

    DATA MODUL si sta espandendo in Cina e ha annunciato l’apertura di una nuova fabbrica a Shanghai. Con questo nuovo impianto, i clienti internazionali che operano dalla Cina beneficeranno di cicli di produzione più brevi e di...

  • Perché il settore IT non è una bolla

    Il Software as a Service (SaaS) segnerà un tasso di crescita medio del 19,6% tra il 2016 e il 2021, contro l’8,5% previsto per il software tout court e il 3,3% del totale dell’IT: in tutti i...

  • Renesas: alleanza con Alibaba Cloud per la crescita dell’ IoT in Cina

    Renesas Electronics  ha siglato un’alleanza strategica con Alibaba Cloud, una sussidiaria di Alibaba Group Holding. Tale accordo consentirà agli sviluppatori attivi nell’IoT  di accelerare la crescita del mercato in Cina. La stretta collaborazione tecnologica include l’integrazione del...

  • Cadlog apre al mercato cinese

    Dopo aver esteso le sue attività dal Sud Europa alla Francia, Cadlog è arrivata anche in Cina, dove ha aperto una nuova attività a Foshan, nel Guangdong. Il contributo specifico di Cadlog riguarda la distribuzione di software e...

  • La Cina approva la vendita di Toshiba Memory a Bain Capital

    Bain Capital, fondo di private equity statunitense, ha ricevuto l’approvazione per l’acquisizione da 18 miliardi di dollari di Toshiba Memory. Per l’accordo, infatti, mancava ancora l’ok dell’autorità antritrust cinese, ritardata a causa della guerra commerciale in atto tra Stati...

  • I dazi di Trump colpiranno anche la distribuzione

    Saranno colpiti anche i distributori di componenti elettronici dalla guerra dei dazi tra Trump e la Cina? Secondo quanto riferito dagli esperti dell’International Distribution of Electronics Association (IDEA) l’attuale elenco dei dazi proposti contiene oltre 1.400 prodotti che...

  • La Cina potrebbe diventare il più grande produttore di semiconduttori?

    Ci sono buone probabilità che nei prossimi anni la Cina possa diventare il più grande produttore di semiconduttori, in grado di reggere la competizione con i più grandi player a livello globale. Lo dicono gli analisti di...

  • Apple: iniziative ‘green’ in Cina

    In Cina, Apple prevede di produrre 2,2 GW da fonti rinnovabili e da energia solare per ridurre l’inquinamento dell’aria proposto dalle fabbriche che negli ultimi otto anni hanno realizzato milioni di iPhone e iPad. Il gigante tecnologico...

  • Rallentano gli smartphone

    Le consegne di smartphone sarebbero dovuto crescere quest’anno dell’11,3% ma le più recenti stime degli analisti ridimensionano questo dato al 10,4%. Le unità consegnate nel 2015 dovrebbero infatti essere 1,44 miliardi, valore che, secondo le stime potrebbe...

  • Semiconduttori: cresce la richiesta nel mercato cinese

    In Cina i ricavi dei semiconduttori per l’ambito automobilistico saranno di 6.2 miliardi nel 2015. Nonostante le vendite di veicoli in Cina stiano rallentando, nei prossimi anni saranno necessari semiconduttori in numero sempre maggiore e sempre più...

Scopri le novità scelte per te x