Aura Light Italia lancia una connessione più veloce, basata sul LiFi

Pubblicato il 14 maggio 2020

Si chiama Light Fidelity (LiFi), ed è una tecnologia innovativa basata su trasmissione dati mediante onde luminose,  in grado di offrire una connettività migliore in termini di velocità, sicurezza e sostenibilità rispetto alle connessioni wi-fi, tramite onde elettromagnetiche. Nel nostro Paese sarà Aura Light Italia, la prima società a installare in Italia soluzioni dotate di sistemi LiFi.

In questo modo l’azienda – che realizza da sempre progetti incentrati sullo Human Centric Lighting, che si adattano, cioè, al ritmo circadiano e favoriscono la concentrazione nell’ambiente lavorativo –  sarà in grado di connettere le persone tra loro negli spazi pubblici, nei luoghi di lavoro e nelle abitazioni, convertendo le sorgenti luminose in hotspot di raccolta e trasmissione dati.

In particolare, Aura Light Italia avrà a disposizione una gamma di prodotti e soluzioni della francese Oledcomm, che potrà fornire e installare in base alle diverse esigenze.

Il LiFi è particolarmente adatto all’utilizzo in importanti settori come la scuola, la telemedicina, il biomedico e l’avionico ma anche a sostegno della Industria 4.0 (IoT).

Il primo prodotto che Aura Light Italia ha integrato e installato è stato il LiFi MAX. Questo sistema è il più potente trasmettitore al mondo che sfrutta la tecnologia Li-Fi, è in grado di offrire una connessione attraverso la luce contemporaneamente a un numero massimo di 16 utenti in una stanza di 28 m² (replicabile stanza per stanza).

LiFi: i vantaggi

La tecnolgia basata sulla luce offre, innanzitutto, velocità in quanto viaggia su frequenze elevate che veicolano molte informazioni (velocità prossime future fino a 1GB/sec).

Tra le sue prerogative c’è pure la sicurezza, dal momento che i dati trasmessi dalla luce non possono essere “hackerati” in alcun modo.

Infine garantisce sostenibilità e salute: l’utilizzo delle lampade a LED, infatti, assicura il risparmio energetico e le onde luminose utilizzate per la trasmissione dei dati non causano problemi dal punto di vista della salute delle persone a differenze delle trasmissioni wi/fi che utilizzano onde elettromagnetiche.

“Crediamo nella tecnologia LiFi” – ha commentato Ulrik Bertelsen, Amministratore Delegato di Aura Light Italia. –  “La luce, grazie ai Led, non è solo un veicolo per trasferire una quantità sempre maggiore di dati ma è anche un driver di benessere in grado di favorire la sincronizzazione del nostro orologio biologico. Siamo di fronte a una rivoluzione tecnologica che porterà benefici sia in termini di qualità della connessione sia dal punto vista della salute grazie all’assenza di campi elettromagnetici”.

 

 



Contenuti correlati

  • Accelerare lo sviluppo di applicazioni automotive e IoT che utilizzano motori BLDC

    Per gestire la complessità del software, gli sviluppatori possono usare un driver per motori BLDC dedicato, come A4964KJPTR-T, che integra tutte le funzionalità di controllo motori Leggi l’articolo completo su EO Power 28

  • TinyML: un’introduzione (1a parte)

    Questo articolo è il primo di una serie di tre focalizzati su TinyML: in sintesi l’utilizzo delle tecniche di apprendimento automatico (ML – Machine Learning) su microcontrollori a basso consumo e con un numero limitato di risorse a disposizione...

  • Niente più vincoli per i server edge

    Grazie all’integrazione dei processori della linea Xeon D di Intel sui Server-on-Module COM-HPC da parte di produttori come congatec, le installazioni di server edge non sono più confinate nelle sale server, dove l’ambiente è attentamente controllato dal...

  • Farnell pubblica un nuovo white paper sui sensori smart per IoT

    Farnell ha realizzato un nuovo white paper per supportare i progettisti elettronici nel loro percorso di implementazione di sistemi Internet of Things (IoT). Il saggio in esclusiva, intitolato ‘Sensori Smart – Per l’IoT intelligente’, analizza il mondo...

  • Preregolatore lineare discreto ad alta potenza per le luci posteriori degli autoveicoli

    L’illuminazione a LED è sempre più diffusa nelle applicazioni automobilistiche come fari e luci posteriori. Queste applicazioni utilizzano un circuito di pilotaggio LED allo scopo di mantenere una corrente costante Leggi l’articolo completo su EO Lighting 28

  • Soluzioni per la misura del consumo energetico dell’IoT cellulare

    Se si vuole misurare il consumo di potenza di un dispositivo in un ambiente chiuso e controllato, l’utilizzo di un simulatore di rete autonomo non è sufficiente perché bisogna misurare anche la potenza effettivamente consumata da un...

  • Come integrare interfacce Wi-Fi in qualsiasi applicazione

    Il collegamento di dispositivi mediante WiFi è diffuso nel mercato IoT. Tuttavia, per una connessione WiFi efficace di un circuito progettato con compatibilità HF è necessario tenere in considerazione gli assemblaggi, la progettazione, il layout della scheda...

  • I microcontrollori a 8 bit hanno ancora un ruolo chiave nel mondo IoT

    L’utilizzo di una MCU a 8 bit durante la progettazione di nodi edge rappresenta una soluzione a basso costo, con consumi ridotti, intelligente (ma non dedicata all’IoT) e in grado di gestire compiti ausiliari e di gestione della potenza...

  • Circuiti integrati a segnali misti: tra analogico e digitale

    Telefonia mobile, IoT e automotive sono i principali propulsori della domanda di circuiti analogici, digitali e a segnali misti con caratteristiche di basso consumo e ingombro ridotto Leggi l’articolo completo su EO 499

  • Spazi abitativi sempre più intelligenti e protetti

    Ai nostri giorni, lavastoviglie, frigoriferi, lavatrici, condizionatori d’aria, macchine per caffè e una miriade di altri dispositivi domestici sono sempre più spesso preceduti dalla parola “smart” Leggi l’articolo completo su EO 499

Scopri le novità scelte per te x