2024: buone prospettive per i semiconduttori

Pubblicato il 24 novembre 2023

Il mercato globale dei semiconduttori si trova in una fase di solida inversione di tendenza. Questa è l’opinione degli analisi di WSTS,  che hanno rivisto al rialzo i dati relativi alla crescita del 2° trimestre 2023 rispetto al 1° trimestre 2023, portandoli al 6,0% (dal precedente 4,2%). Il terzo trimestre 2023 è cresciuto del 6,3% rispetto al secondo trimestre 2023, mentre la previsione di crescita su base annua nel 4° trimestre 2023 dovrebbe far registrare un incremento percentuale di 6 punti. Partendo da queste basi, per il 2024 è prevista una  solida ripresa del mercato dei chip.

Le top 15

Le 15 principali aziende produttrici di semiconduttori hanno tutte registrato una crescita dei ricavi nel 3° trimestre 2023 rispetto al trimestre precedente.  La crescita varia da meno dell’1% per Texas Instruments e Analog Devices al “balzo” a  due cifre per Nvidia (che ha superato Intel divenendo la più grande azienda di chip), Samsung, SK Hynix e Media Tek.  Nvidia ha superato Intel diventando la più grande azienda di semiconduttori.

Le guidance (linee guida)  per il 4° trimestre di quest’anno sono contrastanti. Delle dieci società che hanno fornito indicazioni, cinque prevedono un aumento dei ricavi rispetto al 3°trimestre  e altrettante prevedono un calo. Le cinque aziende che prevedono una crescita sono legate al  mondo dei PC e degli smartphone, mentre le cinque aziende che prevedono un calo dei ricavi sono fortemente legate all’industria automobilistica.

Texas Instruments (TI), Infineon, STMicroelectronics, NXP e Renesas hanno generalmente ottenuto risultati migliori nel 2023 rispetto alle aziende produttrici di memorie e a quelle più dipendenti da PC e smartphone. Queste aziende non indicano un calo delle attività nel settore automobilistico nel 4Q23, ma citano altri fattori. TI prevede un contesto generale debole. Infineon ha dichiarato che il settore auto sarà in crescita nel 4Q23, ma gli altri segmenti sono in calo. ST ha sottolineato la debolezza del settore industriale. NXP prevede problemi nel segmento delle infrastrutture di comunicazione, mentre Renesas ha citato gli aggiustamenti delle scorte.

I driver della crescita

Per il 2024 si prevede una ripresa di due dei principali “motori” del mercato dei semiconduttori. IDC prevede che il settore degli smartphone aumenterà del 4% nel 2024 dopo un calo del 5% nel 2023, mentre quello dei PC crescerà 4% dopo il calo del 14% nel 2023. Secondo Statista, invece, la produzione di veicoli leggeri dovrebbe scendere al 3,7%  nel 2024,  in calo di un  punto percentuale rispetto al 2023.

Previsioni per il 2024

Per il prossimo anno ci si dovrebbe aspettare una forte crescita per  le aziende produttrici di memorie (Samsung, SK Hynix e Micron), dalle aziende focalizzate su PC e computer (Nvidia, Intel e AMD) e smartphone (Qualcomm e MediaTek). Le aziende più orientate sui settori automotive, industriale e IoT (TI, Infineon, ST, NXP e Analog Devices) dovrebbero far registrare una crescita relativamente minore.

Per quanto concerne l’anno in corso, le previsioni per la variazione del mercato dei semiconduttori sono comprese tra – 9 e  -12%. Secondo Semiconductor Intelligence (SC-IQ) il 2023 terminerà con un calo del 9,5%. Per il 2024 previsioni  vanno da +9% di Future Horizons a un forte 20% di IDC. La proiezione di SC-IQ è di una crescita del 16%. Un fattore importante che determinerà se la  crescita nel 2024 sarà più vicino al 9% o al 20% sarà il tasso di aumento dei prezzi della memoria.

La ripresa del mercato dei semiconduttori è quindi  in corso. Nonostante le rosee prospettive, molte aziende sono caute perché l’economia globale si sta ancora riprendendo dalla pandemia COVID-19 e dalle sue conseguenze. Senza dimenticare le tensioni politiche elevate, in particolare tra le due maggiori economie, gli Stati Uniti e la Cina e le guerre in corso in Ucraina e Israele/Gaza.

 

 

 

 

Filippo Fossati



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x