Lauterbach TRACE32 supporta la seconda generazione della famiglia AURIX di Infineon

Pubblicato il 28 ottobre 2016

Lauterbach è la prima a fornire, mediante il proprio debugger Lauterbach TRACE32, il supporto di debug per la nuova seconda generazione della famiglia AURIX di Infineon.

La stretta cooperazione dei progettisti Infineon e Lauterbach ha permesso di ottenere contemporaneamente la disponibilità dei tool di sviluppo e del silicio. I clienti hanno accesso immediato a TRACE32 e si possono avvalere del supporto tecnico di eccellenza fornito da Lauterbach in tutto il mondo.

La nuova famiglia TC3xx AURIX è la piattaforma Infineon per la famiglia di MCU di nuova generazione, che soddisfa i requisiti delle più recenti applicazioni in ambito automotive per controllo trazione, sicurezza e sistemi avanzati di assistenza al guidatore (ADAS, advanced driver assistance system). I chip contengono fino a sei core a 32 bit, 16 MB di Flash, un modulo di Hardware Security (HSM), un modulo Generic Timer (GTM) e un controller Standby.

Lauterbach supporta già il debug, il trace e il flashing di questi nuovi dispositivi, con una versione aggiornata di TRACE32. È possibile avviare e fermare contemporaneamente tutti i sei core, come pure controllare indipendentemente i singoli core. Si possono registrare in tempo reale il flusso di programma, il flusso dati, e anche lo stato delle periferiche come il controller DMA.

Il trace può essere memorizzato sulla memoria di trace onchip o inviato ai moduli PowerTrace di Lauterbach mediante la connessione di trace AGBT. In linea con quanto ci si può aspettare da questo tipo di prodotti, sono disponibili funzionalità come il debug in linguaggio ad alto livello e un’ampia visibilità delle periferiche.

Di grande interesse è anche il supporto al modulo di Hardware Security. Una seconda istanza della GUI PowerView TRACE32 permette il controllo di esecuzione e l’osservazione delle variabili e della memoria. L’estensione gratuita ICD GTM di TRACE32 consente il debug del flusso di programma del modulo Generic Timer (GTM). Inoltre si può memorizzare il trace in tempo reale del flusso di programma e del comportamento dell’I/O. TRACE32 supporta anche il debug del controller Standby e il debug via porta CAN, tramite il livello fisico DAP over CAN (DXCPL).

pb



Contenuti correlati

  • Audi si affida a Infineon per la prima auto di serie a guida autonoma

    Infineon è il fornitore  di componenti chiave per l’Audi A8, la prima vettura di serie al mondo con guida automatizzata di livello 3. La capacità delle auto di guidare autonomamente è infatti divisa in vari livelli: con...

  • Lauterbach: TRACE32 anche per core RISC-V

    Lauterbach e SiFive, il fornitore fabless di semiconduttori personalizzati, hanno annunciato la disponibilità del tool TRACE32 di Lauterbach per il debug dei core IP RISC-V E31 ed E51 di SiFive, basati sull’architettura ISA RISC-V. Il supporto di...

  • Lauterbach e QNX collaborano per il debug

    Lauterbach e QNX hanno collaborato per fornire soluzioni di debug JTAG nella nuova versione QNX 7.0. Lauterbach ha infatti ampliato il suo debugger TRACE32 per garantire il supporto RTOS-aware a QNX 7.0. Il supporto è disponibile sia...

  • Sysgo e Lauterbach consolidano la loro collaborazione

    Le tedesche Sysgo e Lauterbach hanno firmato un accordo di co-marketing, estendendo la loro collaborazione iniziata 15 anni fa. L’obiettivo è fornire un supporto ancora più accurato e avviare reciprocamente nuovi progetti, a vantaggio dei clienti comuni...

  • Avnet Silica: stack per il protocollo di comunicazione KNX

    Avnet Silica ha annunciato la disponibilità di uno stack di comunicazione KNX per microcontrollori Infineon XMC dedicato ai sistemi di building e home automation. Questo nuovo stack, implementato a livello firmware permette ai clienti di ridurre in...

  • Infineon: moduli intelligenti CIPOS Mini con PFC

    Infineon Technologies AG ha realizzato CIPOS Mini, un modulo di potenza intelligente (IPM) che combina in un unico package uno stadio boost PFC single switch e un inverter a tre fasi. L’integrazione del PFC nel modulo inverter...

  • Lauterbach: collaborazione con AMI

    Lauterbach ha lavorato recentemente a stretto contatto con AMI, produttore leader di soluzioni  firmware BIOS/UEFI, per garantire il supporto a UEFI Aptio V nel proprio prodotto TRACE32. Con l’aggiunta di tale supporto, AMI e Lauterbach intendono soddisfare...

  • Vincotech: nuovi booster ad alte prestazioni

    Vincotech ha annunciato una nuova linea di moduli progettati per offrire frequenze di commutazione fino a 50 kHz. I moduli flowBOOST 1 symmetric, che usano i più recenti IGBT5 (H5 e S5) TRENCHSTOP a 650 V di...

  • Infineon: nuovi moduli IGBT in package 62 millimetri

    Infineon Technologies ha annunciato nuovi moduli IGBT in package da 62 mm. Questi moduli permettono di rispondere alle esigenze legate alla crescente domanda di una maggiore densità di potenza. Le applicazioni tipiche per i moduli con una...

  • IR HiRel: nuova famiglia di MOSFET resistenti alle radiazioni

    Sono destinati sostanzialmente alle applicazioni spaziali i nuovi MOSFET IRHNJ9A7130 e IRHNJ9A3130 di IR HiRel, un’azienda di Infineon Technologies AG. Rispetto alle precedenti tecnologie, questi componenti offrono diversi miglioramenti dal punto di vista di dimensioni peso e...

Scopri le novità scelte per te x