Rohm ottiene la certificazione ISO 26262

Pubblicato il 6 aprile 2018

ROHM è stata certificata per il processo di sviluppo dei componenti sulla base degli standard ISO 26262*1, disciplinanti la sicurezza funzionale*2 per i prodotti automotive, dall’autorità di certificazione indipendente TÜV Rheinland in Germania. Grazie a tale certificazione, i dispositivi di ROHM per il settore automotive (in funzione dei requisiti definiti) possono raggiungere il massimo livello di sicurezza (ASIL-D) previsto da questi standard, adottando specifici processi di sviluppo.  Con l’aumentare della diffusione di sistemi complessi e delle richieste di elevata funzionalità a bordo delle autovetture, nel 2011 è stata fissata la ISO 26262 quale norma internazionale di settore per la sicurezza funzionale, al fine di soddisfare le crescenti sointe del mercato globale verso applicazioni automotive ad elevata sicurezza.

Negli ultimi anni il ritmo delle rivoluzioni tecnologiche, come quelle che hanno coinvolto i sistemi ADAS, ha subito un’accelerazione; è stato quindi necessario porre un obiettivo di sicurezza anche a livello dei semiconduttori (che rappresentano il cuore dei sistemi a bordo) per garantire la sicurezza delle autovetture.

Tobias Schweinfurter, presidente e ceo di TÜV Rheinland Japan, afferma: “Nel quadro della norma ISO 26262, vale a dire degli standard disciplinanti la sicurezza funzionale delle automobili, è aumentata negli ultimi anni la domanda per un maggiore livello di sicurezza dei componenti elettronici utilizzati a bordo dei veicoli stradali. Lo standard ISO 26262 è importante perché coprirà anche tutte le innovazioni tecniche relative ai sistemi ADAS, ossia i sistemi avanzati di assistenza alla guida.

Tali innovazioni costituiscono uno degli argomenti più scottanti del settore auto degli ultimi tempi. Una seconda edizione dello standard è prevista per quest’anno. L’ambito dello standard sarà ampliato per comprendere autobus, camion e motociclette. Ci sarà anche una nuova sezione sull’affidabilità dei semiconduttori, perché i dispositivi che li contengono sono fondamentali per la sicurezza funzionale, elemento essenziale per lo sviluppo di veicoli a guida autonoma. ROHM Co., Ltd., produttrice di semiconduttori, è stata la prima azienda in Giappone ad ottenere una certificazione di processo ISO 26262, prima di ogni suo concorrente. Credo che questo le consentirà di produrre dispositivi sicuri dal punto di vista funzionale. L’azienda ha intenzione di dedicarsi allo sviluppo di prodotti conformi al livello ASIL-D, ed è chiaro che i risultati di tale impegno arrecheranno sostanziali vantaggi ai suoi clienti”.



Contenuti correlati

  • Il Power Lab di ROHM assiste i progetti con componenti di potenza

    Il “Power Lab”, un nuovo laboratorio europeo di 300 metri quadrati di superficie, dedicato all’analisi dei componenti e sistemi di potenza, è stato ufficialmente presentato i primi di febbraio da ROHM Semiconductor nella sede tedesca di Willich,...

  • Andreas Bauknecht è il nuovo industrial sales director di Rohm

    Andreas Bauknecht è il nuovo di industrial sales director Rohm. Con 17 anni di esperienza nel settore dei semiconduttori, dove ha ricoperto diverse posizioni di primo piano nello sviluppo e nel marketing, il manager rafforzerà l’area industriale particolarmente strategica per...

  • ROHM: shunt con design compatto e per potenze elevate

    ROHM ha ampliato la sua serie PSR con resistenze di shunt a valori ohmici estremamente bassi per la misura della corrente in applicazioni dei settori automotive e industriale. La nuova serie PSR100 è una versione notevolmente più...

  • ROHM: chip LED bicolore ultra-compatti

    ROHM ha presentato dei chip LED bicolore particolarmente compatti (dimensioni 1608) e caratterizzati da un design particolare che migliora l’affidabilità. La configurazione degli elettrodi posteriori, inoltre, supporta i display ad alta risoluzione. Le tecnologie e i processi...

  • ROHM: nuova serie di schede di valutazione compatibili USBPD

    ROHM ha reso disponibile una nuova serie di schede di valutazione transmitter/receiver compatibili USBPD (USB Power Delivery) progettate per collegarsi per mezzo del nuovo connettore Type-C e destinate a semplificare la prototipazione e lo sviluppo iniziale delle...

  • Kionix: accelerometro con contapassi integrato

    Kionix, società del Gruppo ROHM, ha integrato nuove funzionalità nella sua linea di accelerometri. Il modello KX126 è un accelerometro a tre assi ad alta risoluzione (16 bit) che integra un rilevatore e un contatore di passi....

  • Controllo della velocità di ventole di raffreddamento con un convertitore DC/DC

    Grazie a un design ad alto grado di integrazione permette di ridurre gli ingombri sulla scheda fino al 75% rispetto ad una tipica soluzione a componenti discreti Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di giugno/luglio

  • ROHM: convertitore DC/DC per ventole di raffreddamento

    ROHM ha annunciato la disponibilità di BD9227F, un convertitore buck DC/DC ottimizzato per l’alimentazione dei motori DC per ventole di raffreddamento come per esempio quelle solitamente utilizzate per la circolazione di aria fredda nei frigoriferi. Questo IC...

  • ROHM: accelerometro Kionix KXTJ3

    Kionix, società del Gruppo ROHM, ha presentato KXTJ3, un nuovo accelerometro a tre assi caratterizzato da elevate prestazioni, un formato compatto (LGA 2x2x 0,9 mm) e un interessante rapporto qualità-prezzo. KXTJ3 è disponibile con range di misura...

  • ROHM diventa membro di CharIN

    Rohm diventa membro ordinario di CharIN (Charging Interface Initiative), l’associazione che ha l’obiettivo di sviluppare e stabilire il sistema di ricarica combinato (CSS, Combined Charging System) come standard per l’alimentazione dei veicoli elettrici di qualsiasi tipo. Rohm...

Scopri le novità scelte per te x