Renesas rafforza il focus sul comparto ADAS

Assieme ai partner, la società punta a fornire soluzioni per semplificare la progettazione dei sistemi elettronici di ausilio alla guida

Pubblicato il 2 dicembre 2015
Fig. 1 – Alcuni requisiti di safety per i veicoli

Con l’obiettivo di stabilire un forte posizionamento nei mercati in crescita, il riorientamento strategico dell’attività di business di Renesas Electronics Corporation è passato anche attraverso la recente nomina, lo scorso luglio, di un nuovo Cto (chief technology officer), nella persona di Hideto Hidaka. Tra i compiti chiave del manager, il ruolo di individuare i trend del mercato globale e quelli che saranno i requisiti dei clienti in fatto di tecnologia, nei prossimi cinque, dieci anni (nella Fig. di apertura alcuni requisiti di safety per i veicoli).

Per gettare le basi necessarie a soddisfare le prossime esigenze degli utenti, e assicurarsi un futuro di crescita, l’azienda sta lavorando su vari fronti. A livello di tecnologie di fabbricazione dei semiconduttori, nel settore automotive c’è, ad esempio, la produzione delle MCU a 40 nanometri della famiglia RH850. Si tratta di microcontroller a 32 bit ad alte prestazioni, con un grande potenziale applicativo nelle unità ECU (electronic control unit), sottolinea Renesas. Grazie alla loro potenza, queste MCU possono aiutare i progettisti embedded a innalzare l’efficienza, ridurre i costi del sistema, e raggiungere livelli di safety più elevati nelle applicazioni di controllo motore dei veicoli ibridi ed elettrici.

Supportare lo sviluppo delle tecnologie core cruciali per la crescita è fondamentale, per cui negli ultimi mesi Renesas ha riorganizzato la propria attività, uscendo dai settori di prodotti a basso profitto e concentrandosi meglio su alcune aree. Attualmente, sono le soluzioni per il settore automobilistico, per il mondo industriale/HE (home electronics) e quelle nell’area OA/ICT (office automation/information communication technology) i tre settori principali su cui l’azienda ha consolidato il core business.

2-renesas-customer-value-fonte-renesas

Fig. 1 – I benefici della piattaforma ADAS di Renesas

Far progredire i sistemi d’ausilio alla guida

Un ambito del mercato automotive in cui Renesas intende focalizzarsi e giocare una parte importante è quello delle tecnologie elettroniche evolute che sono d’ausilio al conducente del mezzo, e note sotto l’acronimo ADAS (advanced driver assistance system). Oggi i costruttori automobilistici devono integrare nell’equipaggiamento delle vetture anche un certo livello di attrezzature elettroniche di assistenza alla guida, se vogliono raggiungere un punteggio elevato (5 stelle) nei programmi di test della safety del mezzo, come ad esempio quello Euro NCAP (New Car Assessment Programme), che ha il compito di verificare la rispondenza dell’auto ai requisiti essenziali per la tutela della sicurezza fisica di chi si trova a bordo.

Nel comparto ADAS la strategia del Global ADAS Solution Group di Renesas è fornire ai costruttori del mondo automobilistico soluzioni differenziate e di semplice utilizzo, in modo da facilitare loro il compito di integrare nelle vetture migliori sistemi di controllo della safety e del comfort. Un’area di offerta in cui Renesas sta concentrando le energie, sapendo di poter contare sui due punti di forza che possiede nell’ambito dell’elettronica di controllo (MCU) e nelle tecnologie di computing (SoC – system-on-chip).

3-Renesas-surround-view-kit

Fig. 2 – ADAS Surround View Kit

Nel quadro di implementazione di soluzioni CIS (car information system) sempre più evolute, che portano gradualmente verso l’auto a guida autonoma, diventa di importanza cruciale anche la collaborazione con i partner, come nel caso del Renesas R-Car Consortium, che raccoglie fra i suoi membri vari player: dai system integrator, ai fornitori di middleware, applicazioni, sistemi operativi, driver e tool hardware e software.

Dopo l’introduzione lo scorso luglio dell’ADAS Starter Kit, un kit di sviluppo basato sul SoC R-Car H2 di Renesas, a ottobre è arrivato l’annuncio di ADAS Surround View Kit, che ne rappresenta una sorta di estensione, e risponde come sempre allo scopo di semplificare e accelerare lo sviluppo di applicazioni ADAS, in questo caso finalizzate a generare una visione panoramica attorno al veicolo.

In un ambito dove la complessità dei sistemi continua a crescere, ADAS Surround View Kit vuol portare una soluzione più semplice, combinando le telecamere automotive di Integrated Micro-electronics Inc. (IMI) e un componente GMSL (Gigabit multimedia serial link) ad alta velocità di Maxim Integrated Products in uno chassis miniaturizzato. In questo modo il dispositivo può evitare ai progettisti di dover reperire e configurare da sé tutti questi specifici componenti automotive.

Quando connesso a ADAS Starter Kit, il Surround View Kit è in grado di fornire elevate prestazioni computazionali, essendo basato sulla potenza del SoC R-Car H2, che eroga oltre 25 mila DMIPS, oltre a fornire funzionalità di grafica 3D allo stato dell’arte e potenti core di elaborazione della visione.

Giorgio Fusari



Contenuti correlati

  • TI: nuove MCU SimpleLink con connettività Ethernet integrata

    Texas Instruments  ha introdotto la connettività Ethernet nella piattaforma di microcontroller SimpleLink. In questo modo gli sviluppatori possono connettere più facilmente i sensori da un gateway al cloud dato che possono usare una singola piattaforma hardware, software...

  • Gli elettrodomestici nell’era dell’IoT

    Grazie a MCU a basso consumo e radio Bluetooth Smart gli elettrodomestici sono ormai pronti a connettersi a “Billions of Things” Jason Tollefson, sr. product marketing manager, Microchip Technology Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di ottobre

  • Renesas: sensore CMOS per videocamere 4K

    Renesas Electronics ha annunciato un nuovo sensore di immagine CMOS ad alta sensibilità da 8,48 megapixel che supporta le videocamere 4K. Il sensore RAA462113FYL è caratterizzato da una alta risoluzione e permette di avere immagini di buona...

  • MCU a basso consumo ed elevate prestazioni

    Nelle applicazioni IoT crescono le funzionalità impegnative nelle quali i microcontrollori a 8 bit non bastano più e perciò cresce l’offerta di MCU a 16 o 32 bit progettate per garantire i ridotti consumi indispensabili per collegare...

  • Texas Instruments: ultrasuoni per contatori d’acqua “intelligenti”

    Conferire un maggior grado di “intelligenza” ai contatori d’acqua elettronici e meccanici: questo l’obbiettivo che Texas Instruments si è posta con la recente introduzione della famiglia di Mcu MSP430 con fron-end analogico (AFE) integrato per il rilevamento...

  • Le nuove famiglie di microcontroller SAM di Microchip

    Microchip ha presentato due famiglie di microcontroller (MCU) a 32 bit caratterizzate dalla disponibilità di una gamma completa di interfacce per connettività, elevate performance e un sistema di sicurezza hardware-based. Le due famiglie sono siglate rispettivamente SAM...

  • Gli ADAS per automotive richiedono regolatori switching a basse emissioni EMI/EMC

    Si prevede che il settore degli ADAS raggiungerà globalmente il valore di 60 miliardi di dollari entro il 2020 , il che corrisponde a un CAGR del 22,8% nel periodo 2014 – 2020. È...

  • I nuovi microcontroller low power di Silicon Labs

    Silicon Labs ha ampliato la sua gamma di MCU low power EFM32 Gecko con una nuova serie di prodotti per applicazioni industriali come per esempio smart meter, asset tracking, building automation, ma anche per wearable e personal...

  • Denso sceglie Cypress per il quadro strumenti della Toyota Camry 2017

    Cypress Semiconductor annuncia che Denso Corporation ha scelto la famiglia di microcontrollori per l’automotive Traveo  di Cypress e la famiglia di memorie Serial NOR di FL-S per abilitare la grafica avanzata nel quadro strumentazione della  Toyota Camry ...

  • MERCATI – Cloud, AI e IoT nel futuro di MPU e MCU

    I microprocessori evolvono alla luce delle esigenze di Cloud Computing e Big Data, mentre il mercato dei microcontrollori si espande trainato dall’IoT Leggi l’articolo su EONews di luglio/agosto

Scopri le novità scelte per te x