Murata: nuovi sub-modules RF per applicazioni Wi-Fi

Pubblicato il 18 maggio 2017

Murata ha iniziato la produzione in volumi dei sub-modules a radiofrequenza (RF) della serie LMFE3NFB-Jxx per applicazioni Wi-Fi.

Questi sub-modules utilizzano una tecnologia proprietaria e sono caratterizzati da un circuito di front-end particolarmente compatto che integra la funzionalità Wi-Fi, in modo da ridurre l’area destinata al montaggio superficiale del componente e i punti di contatto rispetto a circuiti che fanno ricorso di una struttura realizzata mediante componenti discreti.

Le dimensioni di questi sub-modules sono pari a 3x3x0,9 mm (max.).

Destinati all’uso in dispositivi mobili quali smartphone e tablet PC, i sub-modules della serie LMFE3NFB-Jxx sono conformi agli standard Wi-Fi a 2,4 e a 5 GHZ (IEEE802.11a/b/g/n/ac) e integrano tutti gli elementi strutturali richiesti come amplificatore di potenza (PA), amplificatore a basso rumore (LNA), commutatore RF, duplexer e accoppiatore. Questi componenti sono anche compatibili con il chipset WCN3990 di Qualcomm Atheros per la connettività dual band Wi-Fi e Bluetooth.



Contenuti correlati

  • Murata: condensatori SMD di tipo Y1

    Murata ha annunciato una nuova serie di condensatori di sicurezza SMD di tipo Y1. Questi componenti sono utilizzabili per la realizzazione di alimentatori AC-DC a basso profilo utilizzati in apparecchiature audio/video (A/V) compatte oppure sistemi di illuminazione...

  • Murata: nuovi multiplexer ibridi

    Murata ha annunciato la disponibilità di una nuova serie di multiplexer ibridi espressamente ideati per l’uso negli smartphone. I multiplexer passivi della serie LMTP3P suddividono il segnale di una singola antenna in tre bande di frequenza, riducendo...

  • Murata: nuovi dispositivi isolati per data communication

    Murata ha annunciato due nuovi dispositivi per data communication a basso consumo elettricamente isolati che forniscono interfacce RS485 (mod. NM485D6S5MC) e TTL (mod. NMTTLD6S5MC). I due dispositivi non richiedono componenti esterni: una singola alimentazione a 5V permette...

  • Misure di potenza RF: confronto tra sensori di potenza e analizzatori di spettro

    La capacità di eseguire misure di potenza ripetibili a radiofrequenza o a microonde è fondamentale per sviluppare sistemi radio e reti di comunicazione senza fili efficienti ed efficaci. Di conseguenza, la scelta tra i diversi apparati e...

  • Misure di potenza RF: confronto tra sensori di potenza e analizzatori di spettro

    L’influenza dei diversi approcci sui risultati delle misure di potenza RF e a microonde Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di marzo

  • Murata: condensatore polimerico in alluminio in package di tipo B

    Murata ha annunciato il primo condensatore polimerico in alluminio (PAC) ospitato nel diffuso package di tipo B (EIA 1411), destinato ai dispositivi mobili. Questo condensatore di piccole dimensioni è stato espressamente concepito per l’uso in dispositivi come...

  • Murata: MLCC in package miniaturizzato

    Murata ha presentato del primo condensatore ceramico monolitico (MLCC – Monolithic Ceramic Capacitor) da 100 pF compensato in temperatura in package 008004. Il nuovo condensatore GRM011 è disponibile in formato 0201M, di dimensioni pari a 0,25 (altezza...

  • Power blog – Il cloud richiede un’alimentazione efficiente

    La memorizzazione e l’elaborazione dei dati utilizzando servizi basati su cloud sono elementi essenziali per un funzionamento efficiente di un gran numero di attività aziende: si tenga presente che non si tratta solamente delle attività più ovvie...

  • Murata: risonatori a cristalli ibridi ultra-compatti a bassa ESR

    Murata ha introdotto la nuova serie risonatori a cristalli ibridi XRCED, destinati a moduli e apparati mobili che utilizzano tecnologie di comunicazione wireless come Wi-Fi e Bluetooth. Questi componenti estremamente compatti (1,2×1 mm), contribuiscono alla riduzione delle...

  • Progetto dell’alimentatore: un fattore sempre più critico

    I progettisti coinvolti nello sviluppo di sistemi di elaborazione avanzati non possono più concedersi il lusso di considerare l’alimentatore come la classica “scatola nera” da integrare alla fine del progetto. Dedicare la dovuta attenzione al progetto della...

Scopri le novità scelte per te x