Monitoraggio movimenti, accelerazioni, angoli e campi magnetici in un’unica soluzione

Un innovativo modulo Microchip offre in soli 17x17 mm un’ampia varietà di misure precise e già condizionate per l’uso nelle applicazioni indossabili, nel monitoraggio ambientale e nei prodotti per IoT

Pubblicato il 29 settembre 2015

La rivelazione dei movimenti è una delle tecnologie elettroniche oggi più diffuse e diversificate in una gran varietà di applicazioni come il rilevamento delle intrusioni, il comando dei videogame, il conteggio dei pezzi nelle catene di montaggio, la misura dell’efficacia dei gesti atletici degli sportivi, la sorveglianza degli animali, la rivelazione dei micro cedimenti negli edifici storici, il riconoscimento dei rischi di frane o valanghe e il monitoraggio delle correnti sottomarine, senza contare le soluzioni più innovative come la lettura labiale del parlato o il riconoscimento gestuale dell’espressione del viso e dei movimenti inconsapevoli delle persone, sia per motivi di sicurezza sia per ragioni medicali.

figura 1 3sensori

Fig. 1 – Il nuovo Microchip Motion Module MM7150 unisce nello stesso silicio un coprocessore Microchip SSC7150, un accelerometro/magnetometro Bosch BMC150 e un giroscopio Bosch BMG160

Ciò che sta cambiando negli ultimi anni sono le dimensioni di questi preziosi sistemi diventati ormai sufficientemente piccoli per essere tranquillamente indossati, oppure fatti indossare agli animali o comunque facilmente installabili in postazioni capaci di autoalimentarsi e dotate di front-end wireless per l’invio dei dati misurati a distanza.

Inevitabilmente, la compattezza ne fa dei protagonisti ideali per le prossime applicazioni di Internet-of-Things anche perché oltre ai movimenti questi sensori sono oggi in grado di rivelare parecchie altre informazioni. Microchip ha presentato un innovativo modulo sensore di posizione e movimenti, accelerometro e giroscopio.

Tutto con una sola I2C

Il nuovo Microchip Motion Module MM7150 unisce nello stesso silicio un coprocessore Microchip SSC7150 con architettura a 32 bit, un compasso digitale a 6 assi Bosch BMC150, definito come Geomagnetic Sensor/Accelerometer perché funziona come accelerometro a 3 assi e magnetometro a 3 assi e, infine, c’è a bordo anche un giroscopio a 3 assi Bosch BMG160. MM7150 è quindi un sensore di posizione e movimento a 9 assi con le funzioni di magnetometro, accelerometro, inclinometro e giroscopio che può essere interamente configurato attraverso il bus d’interfaccia I2C con velocità di 400 kHz.

figura 2 s7150

Fig. 2 – MM7150 misura posizioni, movimenti e angoli su 9 assi in soli 17×17 mm e può essere alimentato con una pila al litio da 3V, con un mini pannello fotovoltaico oppure con una soluzione di Energy Harvesting

In effetti, il modulo viene fornito già pre-calibrato con algoritmi di filtraggio e compensazione segnali tipici per le applicazioni più diffuse, ma tramite l’I2C questi programmi possono essere modificati e adattati alle applicazioni e al microprocessore o microcontrollore principale che generalmente governa ciascuna applicazione.

Tramite l’I2C non transitano solo i parametri di configurazione ma sono trasferiti anche i dati misurati dai sensori già pre-condizionati dall’SSC7150 che corregge gli offset allineando le forme d’onda dei simboli per adattarle all’uso diretto da parte delle MPU o MCU. Ogni qualvolta cambia l’energia dei segnali misurati, il coprocessore attiva una procedura di auto calibrazione che riequilibra la sensibilità di misura.

Prestazioni elevate alla portata di tutti

MM7150 è realizzato su una schedina di 17×17 mm dove i componenti sono montati apposta solo da un lato per semplificarne l’installazione in tutti i sistemi applicati e per agevolarne la saldatura sulle schede madri. Il consumo è molto basso e contenuto in 13,25 mA in piena operatività mentre scende a 70 µA in modalità Deep Sleep.

figura 3 db7150

Fig. 3 – La scheda di sviluppo MM7150 PICtail Plus Daughter Board può essere usata anche insieme alla più completa piattaforma Microchip Explorer 16 Development Board

Si può comodamente alimentare a 3V anche con una comune pila al litio ricaricabile o usa e getta, ma è consigliabile affiancarvi una mini cella fotovoltaica oppure un dispositivo di Energy Harvesting che si accontenta di catturare e riutilizzare l’energia diffusa nell’ambiente. Se accompagnato da una soluzione di alimentazione locale e da un ricetrasmettitore wireless, il modulo si presta alla realizzazione di punti di monitoraggio compatti, completi, economici e capaci di garantire un funzionamento affidabile e di qualità.

Le prestazioni dei sensori integrati in questo modulo dal prezzo competitivo sono adatte anche alle applicazioni più impegnative: l’accelerometro ha un range di misura di ±2G con risoluzione di 0,98 mG e accuratezza di ±40 mG; il magnetometro misura ±1300 µT sugli assi X e Y e ±2500 µT sull’asse Z con risoluzione di 0,3 µT e accuratezza di ±3°; il compasso digitale rivela gli angoli da 0° a 360° con risoluzione di 1° e accuratezza di ±10°; il range del giroscopio è di ±2000 °/s con risoluzione di 0,061 °/s e accuratezza di ±5 °/s, mentre l’inclinometro è sensibile da -180° a +180° con risoluzione di 1° e accuratezza di ±5°.

Per realizzare rapidamente ogni sorta di applicazioni per l’automazione industriale e per l’elettronica consumer, automotive e medicale Microchip ha messo a punto la scheda di sviluppo compatta ed economica MM7150 PICtail Plus Daughter Board con le API per l’integrazione operativa dell’SSC7150 con tutte le MPU e MCU più diffuse e con un connettore fatto apposta per utilizzarla anche montata sulla più completa piattaforma Explorer 16 Development Board, la quale è dotata anche di IDE MPlab, Programmer, Debugger e Compiler per lo sviluppo dei programmi in linguaggio C.

Lucio Pellizzari



Contenuti correlati

  • SOURIAU: connettori push-pull per applicazioni medicali

    Esterline Connection Technologies – SOURIAU ha realizzato la nuova serie di connettori in plastica push-pull JMX dedicata ad applicazioni nel settore medicale. La serie JMX, progettata per un utilizzo semplificato, è conforme agli standard UL 1977 e...

  • Da Microchip una MCU con capacità grafiche rivoluzionarie

    Nel corso della presentazione della nuova famiglia di microcontrollori  32-bit PIC32MZ DA,  Kurt Parker, product marketing manager – MCU32, di Microchip, ci tiene subito a sottolineare come questi MCU rappresentino una vera e propria innovazione e siano i...

  • Automotive 4.0: un’evoluzione per tutti i tipi di veicoli

    Il termine automotive è quasi sempre esclusivamente associato alle automobili e alle relative applicazioni. In un’accezione più generale, esso comprende una pluralità di veicoli che spaziano dagli autobus ai camion, ai veicoli industriali, ai macchinari pesanti come...

  • Bluetooth 4.2: lo standard ideale per applicazioni IoT

    Sin dalla sua introduzione Bluetooth 4.0 è stata considerata la tecnologia più adatta per supportare quella che è divenuta la tendenza dominante dei nostri giorni: Internet of Things (IoT). Il protocollo Bluetooth 4.0 prevedeva una nuova modalità...

  • Microchip: system-in-package per progetti connessi via wireless

    Microchip ha annunciato il System in Package (SiP) SAM R30, un componente RF single-chip che integra un microcontroller a consumo ultra basso e una sezione radio 802.15.4 sub-GHz in un compatto package QFN. Il SiP è stato...

  • Correzione e ottimizzazione delle misure di un ADC con un controllore analogico avanzato

    Alcune tecniche per migliorare le prestazioni delle misure in progetti analogici utilizzando il firmware e senza quindi ricorrere ad hardware aggiuntivo Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di maggio

  • Mosfet SiC per l’elettronica automotive

    La qualità dei transistor a bordo auto oggi può generare valore tanto quanto i cavalli motore e nelle applicazioni automotive dove serve maggior potenza sono i Mosfet in carburo di silicio ad affermarsi come soluzione con il...

  • Microchip amplia la gamma di prodotti Gigabit Ethernet avanzati

    Microchip ha annunciato una nuova suite di prodotti Gigabit Ethernet con capacità avanzate. Si tratta di 48 chip, chiamati nel loro insieme GigEpack, caratterizzati da conformità certificata, supporto software completo e tool di valutazione copy-ready. L’obiettivo è...

  • Microchip: tool software avanzato per controllo motori

    Microchip ha annunciato la disponibilità del plug-in software avanzato per controllo motori con auto-tuning e capacità di self-commissioning. Il plug-in, il cui nome è motorBench Development Suite, è per MPLAB X Integrated Development Environment (IDE) e si...

  • Microcontrollori a 32 bit per applicazioni a basso consumo

    Nonostante continui imperterrito il successo dei microcontrollori a 8 bit, sembra arrivato anche per i 32 bit un buon momento di mercato. In effetti, il basso costo e i bassi consumi delle architetture a 8 bit le...

Scopri le novità scelte per te x