Microsemi: “Gli FPGA PolarFire contengono costi e consumi rispetto ai prodotti basati su SRAM”

Pubblicato il 14 febbraio 2017

Con una densità massima di 500 mila elementi logici, la nuova famiglia di dispositivi, con tecnologia flash, punta a ridefinire l’offerta di FPGA nella fascia di prodotti ‘mid-range’

Con l’introduzione ufficiale sul mercato, a metà febbraio, della linea di FPGA (field programmable gate array) PolarFire, Microsemi porta a un ulteriore livello di evoluzione la tecnologia disponibile nel comparto. La nuova famiglia di FPGA, ha dichiarato Bruce Weyer, vice president e business unit manager di Microsemi, trasforma in modo sostanziale la percezione del mercato nei confronti dei tradizionali FPGA ‘mid-range’.

2-microsemi_polarfire_fpga_product_image_final

La famiglia di FPGA Microsemi PolarFire

“Per la prima volta un FPGA basato su tecnologia flash, con tutti i suoi noti vantaggi, fornisce tangibili benefici in termini sia di consumi, sia di costi, rispetto agli FPGA basati su tecnologia SRAM (static RAM), che integrano transceiver a 10 Gbps”. Ciò, ha aggiunto Weyer, assicura da un lato la capacità di differenziazione necessaria a soddisfare i requisiti dei clienti, in continua evoluzione e, dall’altro, consente di riempire un vuoto esistente nel mercato.

Attualmente, la famiglia di prodotti PolarFire è disponibile, e già in fase di adozione iniziale, per i clienti selezionati di Microsemi, che hanno aderito al programma EAP (Early Access Program). Per tutti gli altri clienti, i dispositivi saranno invece disponibili a partire dal secondo trimestre del 2017, e ordinabili attraverso i canali ufficiali.

L’architettura degli FPGA PolarFire ha la densità tipica dei dispositivi mid-range (fino a 500.000 LE – logic element) ed è realizzata utilizzando il processo di fabbricazione a 28 nm SONOS (Silicon-Oxide-Nitride-Oxide-Silicon) per memorie non volatili, compatibile con le tecnologie CMOS standard e ottimizzato per i costi. Un’architettura che, sottolinea Microsemi, è in grado di assicurare i consumi più bassi del settore, ai livelli di densità dei prodotti di fascia mid-range.

In aggiunta, i dispositivi PolarFire integrano a bordo anche transceiver SerDes (serializzatori/deserializzatori) a 12,7 Gbps, contraddistinti da bassi consumi e ingombri ridotti. Ancora, questi FPGA si distinguono per gli elevati livelli di affidabilità, grazie all’immunità intrinseca della memoria di configurazione ai fenomeni SEU (single event upset); e anche per l’alto grado di sicurezza, fornito dall’integrazione a bordo di diverse funzionalità di protezione, tra cui la presenza di rilevatori, che funzionano come deterrente ai tentativi di sabotaggio fisico o all’esecuzione di tecniche di ingegneria inversa (reverse engineering) sul dispositivo.

Con queste caratteristiche, sottolinea Microsemi, la famiglia PolarFire si posiziona idealmente nel mercato per l’utilizzo in una vasta gamma di applicazioni, che spaziano dai settori delle reti di accesso e delle infrastrutture wireless, al mondo della Difesa e dell’aviazione commerciale, all’adozione nel comparto Industria 4.0, per applicazioni nell’automazione industriale e nella Internet of Things (IoT).

Per accrescere la produttività degli ingegneri durante la fase di design con gli FPGA PolarFire, Microsemi fornisce la suite di progettazione Libero SoC, che include strumenti di sviluppo semplici da comprendere e utilizzare.

Giorgio Fusari



Contenuti correlati

  • La scheda per maker SmartFusion2 di Microsemi da Digi-Key

    Microsemi inizia la collaborazione con Digi-Key Electronics, per fornire ai maker la scheda di sviluppo di reti di porte programmabili (FPGA), basata su SoC SmartFusion2. Un’esclusiva che Digi-Key offre ai propri clienti globali. Questa piattaforma di valutazione...

  • Nuova scheda di Analog Devices per i power module SiC di Microsemi

    Analog Devices in collaborazione con Microsemi Corporation ha presentato una scheda di valutazione per moduli di potenza SiC half-bridge fino a 1200 V e 50 A a una frequenza di commutazione di 200 kHz. La scheda è...

  • Microchip compra Microsemi per 8 miliardi di dollari

    Microchip Technology ha acquisito Microsemi per circa  8,35 miliardi di dollari, secondo i termini di un accordo definitivo siglato lo scorso 1° marzo. Con questa acquisizione Microchip dovrebbe espandere la propria presenza in alcuni mercati, come quello dello...

  • Logiche programmabili: la soluzione ideale per sistemi di sicurezza basati sull’intelligenza artificiale

    Gli FPGA rappresentano la piattaforma più adatta per supportare le sempre più complesse applicazioni che abbinano apprendimento automatico ed elaborazione dell’immagine Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di gennaio/febbraio

  • Microchip: trattative avanzate per acquisire Microsemi

    Microchip sarebbe  in trattative avanzate per acquistare la rivale californiana Microsemi, specializzata nella produzione di chip per l’aerospaziale, le comunicazioni, i data center e i settori industriali. Lo riferiscono fonti di mercato, secondo cui Microchip Technology valuterebbe...

  • I prodotti Microsemi non sono influenzati da Spectre e Meltdown

    Microsemi Corporation ha annunciato che i suoi prodotti, compresi gli FPGA, non sono affetti dai problemi di sicurezza recentemente scoperti e associati all’uso di processori x86, ARM e altri. L’annuncio riguarda le vulnerabilità dei chip per computer...

  • SecureRF e Intel collaborano per la sicurezza degli FPGA

    SecureRF e Intel Corporation stanno collaborando per realizzare soluzioni di autenticazione e protezione dei dati per i progetti IoT basati su FPGA Intel. Il primo toolkit disponibile è relativo alla scheda di sviluppo Intel DE10-Nano per applicazioni...

  • Microsemi espande la linea di buffer fanout con sette nuovi dispositivi

    Microsemi Corporation ha annunciato quattro nuovi prodotti miClockBuffer e tre nuovi prodotti miSmartBuffer nel suo portafoglio di buffer fanout per applicazioni di clock management. I dispositivi miClockBuffer ZL40230, ZL40234 e ZL30240 miSmartBuffer e ZL40231, ZL40234, ZL40241 e...

  • Logiche programmabili e tool

    In termini generali, l’espressione “logica programmabile” si estende a numerose tipologie di dispositivi, anche ai più semplici PLD (Programmable Logic Device). Nati dall’evoluzione dei primi componenti programmabili, come PLA, PAL e GAL, questi dispositivi hanno progressivamente aumentato...

  • Un’utile guida alla progettazione dell’alimentazione di sistemi basati su FPGA o SoC

    Gli FPGA e i SoC di ultima generazione possono richiedere una corrente fino a 90A e la presenza di più terminali di alimentazione che necessitano di una particolare attenzione nelle fasi di power up/power down John Dillon,...

Scopri le novità scelte per te x