La trasformazione digitale nell’automotive, secondo Frost & Sullivan

Pubblicato il 6 aprile 2017

L’evento “Intelligent Mobility” di Frost & Sullivan presenterà le nuove opportunità di crescita: si stima che i servizi digitali in mobilità genereranno 3 trilioni di dollari entro il 2025 a livello globale

Nel corso del prossimo evento annuale del settore, “Intelligent Mobility”, che si terrà il 29 giugno presso il Jumeirah Carlton Hotel di Londra, Frost & Sullivan offrirà spunti visionari sul futuro della mobilità, presentati dai principali OEM e fornitori di primo livello, pensatori del settore di primo piano, decisori politici e innovatori di aziende come Jaguar Land Rover, Facebook, Renault–Nissan Alliance, Financial Times, Mahindra & Mahindra, Transport for London, Centre for Connected and Autonomous Vehicles e molti altri.

Oltre a concentrarsi sulla digitalizzazione del settore automobilistico, l’evento “Intelligent Mobility” riunirà esperti del settore nel campo di: tendenze per il futuro della mobilità, consegna delle merci e veicoli autonomi e connessi. Inoltre, l’evento farà luce su start-up tecnologiche in ambito automobilistico accuratamente selezionate e sui loro particolari modelli di business, per mostrare l’entità degli sconvolgimenti che il settore deve affrontare. La conferenza sarà completata da un dibattito alla Camera dei Lord e dalla cena di gala per l’assegnazione dei premi per la Mobilità Intelligente di Frost & Sullivan.

“Solo i veicoli autonomi rappresenteranno un mercato da 84 miliardi di dollari entro il 2030”, stima Franck Leveque, Partner del gruppo per la Mobilità di Frost & Sullivan. “Il 50% di questi 84 miliardi di dollari sarà relativo al software, il che esemplifica perfettamente il modo in cui il settore della mobilità sta convergendo con altri settori”, aggiunge. Tendenze simili si osservano anche nelle vendite al dettaglio. Entro il 2020, l’impronta dei negozi al dettaglio sarà del 15-20% in meno rispetto all’attuale dimensione media dei negozi, e le autorimesse del futuro incorporeranno la tecnologia a vari livelli. L’obiettivo è offrire un’esperienza digitale coinvolgente per aumentare la fedeltà dei clienti.

Già oggi, 40 milioni di persone utilizzano i servizi di car pooling gestiti tramite app e l’utilizzo delle applicazioni per la prenotazione di una corsa in automobile è aumentato rapidamente fino a raggiungere oltre 70 milioni di utenti.

“La ricerca sulla mobilità di Frost & Sullivan ha evidenziato la tendenza persistente dell’industria automobilistica a investire in collaborazioni dedicate”, spiega Shwetha Surender, Program Manager del gruppo per la Mobilità. “Poiché i servizi informativi, in particolare, diventano sempre più sofisticati, il potenziale di integrare e aggregare servizi di mobilità è in aumento.” Ciò consente ai clienti di pianificare, prenotare e pagare per i propri viaggi utilizzando uno smartphone in tempo reale. Per rendere efficace il processo, le partnership tra fornitori di servizi di trasporto sia pubblico che privato sono essenziali. Si prevede che il potenziale di guadagno dei servizi digitali per la mobilità aumenterà fino a quota 2 trilioni di dollari  entro il 2025 a livello globale, il che spiega il continuo interesse da parte del settore privato.

Il video di Frost & Sullivan sui nuovi modelli di business per la mobilità :

Per scaricare la brochure “Intelligent Mobility” e registrarsi per partecipare all’evento: QUI!



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x