Intel dice addio agli indossabili

Pubblicato il 27 luglio 2017

Intel avrebbe deciso di chiudere la divisione dedicata agli indossabili, destinando le risorse verso tecnologie più innovative e promettenti, come la realtà aumentata.

I wearable sono stati un’area chiave per l’IoT: convenienti dispositivi portatili che aiutano a mantenerci in forma e in salute, grazie a un’ampia gamma di applicazioni. Anche Intel ha puntato e creduto nei wearable, investendo nel 2014 circa milioni di dollari nell’acquisizione di Basis. In quel periodo, la società ha rilasciato le piattaforme Quark ed Edison proprio per il mercato degli indossabili. L’acquisizione di Basis è poi stata seguita da un’altra operazione di fusione con Recon, che progetta e realizza hardware HUD – Head Up Display per gli amanti dello sport.

Secondo un servizio della CNBC, Intel starebbe per chiudere definitivamente la divisione che si occupa dei wearable, e in particolar modo dello smartwatch e fitness band Basis Peak (ricordiamo che Basis Peak ha avuto  problemi di surriscaldamento che hanno costretto il ritiro del prodotto nel 2016).

La divisione in questione fa parte del New Technologies Group, che il management avrebbe intenzione di focalizzare su progetti di realtà aumentata.  Per questo pare che Intel abbia lasciato a casa, sin dallo scorso novembre, l’80% del personale attivo nella divisione, molti dei quali sono stati ricollocati in altre divisioni

L’uscita da parte di Intel dal mercato smartwatch e dispositivi di fitness non sarebbe troppo sorprendente. Spesso i produttori di dispositivi si affacciano a un mercato servito anche dai loro clienti. Questo è di solito solo un modo per acquisire una visione più allargata del settore, e per comprendere le esigenze del mercato cui devono rispondere i propri dispositivi, in particolare se si tratta di un settore in rapida evoluzione.

I limiti di potenza dimostrati problemi di surriscaldamento di Basis potrebbero aver influenzato questa scelta? D’altro canto, affermano gli esperti, i dispositivi da polso semplici sono destinati ad avere un solo un sensore, una connessione wireless e un normalissimo display. E dunque non è necessario una grande potenza di calcolo. Intel, probabilmente, vorrà focalizzarsi su mercati in cui la potenza di calcolo fa la differenza.

Le tecnologie Intel per dispositivi indossabili sono comunque sempre disponibili  dalla pagina web Intel  dedicata alle collaborazioni in corso con Tag Heuer, New Balance e Oakley, così la società prosegue con la promozione di Curie, la piattaforma di microcomputing pensata per le tecnologie indossabili.

Antonella Pellegrini



Contenuti correlati

  • Forte crescita del mercato dei semiconduttori

    La maggiore crescita del mercato dei semiconduttori degli ultimi sette anni.  Per la SIA (Semiconductor Industry Association), il mese di maggio 2017 segna una tappa importante per l’intero comparto dei chip. Prova ne è il fatto che...

  • Come alimentare in modo efficace i dispositivi medicali indossabili

    Il valore totale del settore dei circuiti elettronici per dispositivi medici è stato stimato a circa 3 miliardi di dollari e si prevede che il settore crescerà a un tasso annuo composto del 5,4% raggiungendo il valore...

  • Elettronica medicale: un mercato “in salute”

    L’invecchiamento della popolazione e la maggiore incidenza di patologie croniche, non disgiunta dalla massiccia adozione di dispositivi indossabili, wireless e sempre connessi, sono alcuni tra i principali driver di questo settore Leggi il Focus On su Embedded...

  • Semiconduttori: Samsung sorpassa Intel?

    Dopo un dominio di quasi 25 anni da parte di Intel, la classifica mondiale dei protagonisti dell’industria dei semiconduttori potrebbe cambiare, con un nuovo protagonista al vertice, perlomeno per quanto riguarda il secondo trimestre di quest’anno.  Secondo...

  • COVER STORY – Diminuire i consumi nei dispositivi indossabili: alcune regole di progetto

    Ottimizzare la durata della batteria è indispensabile per garantire la miglior fruizione possibile da parte degli utilizzatori; in questo articolo una panoramica di alcuni dei metodi più utilizzati dagli sviluppatori per risparmiare energia fino all’ultimo joule Leggi...

  • TECH FOCUS – Dispositivi elettronici “indossabili”

    La “wearable electronics” sta per entrare progressivamente nella nostra vita quotidiana, a volte senza farsi accorgere. La tecnologia è pronta. E noi? Leggi il Tech Focus su Elettronica Oggi di maggio

  • Logiche programmabili e tool

    In termini generali, l’espressione “logica programmabile” si estende a numerose tipologie di dispositivi, anche ai più semplici PLD (Programmable Logic Device). Nati dall’evoluzione dei primi componenti programmabili, come PLA, PAL e GAL, questi dispositivi hanno progressivamente aumentato...

  • Intel acquisisce Mobileye

    Intel ha acquisito Mobileye, società specializzata in sensori di rilevamento ottico per auto a guida autonoma, per 15,3 miliardi di dollari, ovvero 63,54 dollari per ogni azione. Intel  intende assumere un ruolo da leader nello sviluppo di tecnologie e...

  • Intel: nuovi FPGA per i mercati industriali e automotive

    Intel Corporation ha annunciato la famiglia di FPGA Cyclone 10, formata da Cyclone 10 GX e da Cyclone 10 LP. Questi componenti, che saranno disponibili nella seconda metà del 2017, introducono diverse innovazioni in termini di architettura...

  • Kontron: nuovo modulo COM Express basato su piattaforma Intel E3900 Atom

    Kontron ha introdotto una nuova serie di moduli COM Express basati sulla più recente generazione di processori Intel Atom, Pentium e Celeron. I moduli COMe-cAL6  di Kontron comprendono modelli con processori dual core e quad core, come...

Scopri le novità scelte per te x