I nuovi microcontroller low power di Silicon Labs

Pubblicato il 1 settembre 2017

Silicon Labs ha ampliato la sua gamma di MCU low power EFM32 Gecko con una nuova serie di prodotti per applicazioni industriali come per esempio smart meter, asset tracking, building automation, ma anche per wearable e personal medical.

La famiglia di MCU EFM32GG11 Giant Gecko è basata su core ARM Cortex-M4 e fino a 2 MB di memoria Flash e 512 KB di RAM.

I consumi sono particolarmente contenuti e i valori arrivano a 77 μA/MHz in active mode e a 1,6 μA in deep sleep mode.

I nuovi MCU di Silicon Labs integrano un’ampia gamma di interfacce e di controller come per esempio MAC per Ethernet 10/100, interfaccia Wi-Fi SDIO, controller CAN Bus singolo o doppio, accelerazione hardware per display TFT e un engine per sistemi touch.

I microcontroller Giant Gecko sono disponibili in un’ampia gamma di opzioni dal punto di vista del package (QFN, QFP a BGA) e sono compatibili con la serie EFM32.

La compatibilità software permette inoltre di riutilizzare il codice riducendo i tempi di progettazione. Attualmente questi componenti sono disponibili come campioni mentre la produzione in volumi è prevista per Q1 2018.



Contenuti correlati

  • TI: nuove MCU SimpleLink con connettività Ethernet integrata

    Texas Instruments  ha introdotto la connettività Ethernet nella piattaforma di microcontroller SimpleLink. In questo modo gli sviluppatori possono connettere più facilmente i sensori da un gateway al cloud dato che possono usare una singola piattaforma hardware, software...

  • I processori crossover di NXP

    NXP Semiconductors ha presentato la serie di processori i.MX RT, una soluzione “crossover” concepita per colmare il divario fra alte prestazioni e integrazione riducendo contemporaneamente i costi. In pratica questi componenti offrono le capacità funzionali degli application...

  • Gli elettrodomestici nell’era dell’IoT

    Grazie a MCU a basso consumo e radio Bluetooth Smart gli elettrodomestici sono ormai pronti a connettersi a “Billions of Things” Jason Tollefson, sr. product marketing manager, Microchip Technology Leggi l’articolo su Elettronica Oggi di ottobre

  • MCU a basso consumo ed elevate prestazioni

    Nelle applicazioni IoT crescono le funzionalità impegnative nelle quali i microcontrollori a 8 bit non bastano più e perciò cresce l’offerta di MCU a 16 o 32 bit progettate per garantire i ridotti consumi indispensabili per collegare...

  • Texas Instruments: ultrasuoni per contatori d’acqua “intelligenti”

    Conferire un maggior grado di “intelligenza” ai contatori d’acqua elettronici e meccanici: questo l’obbiettivo che Texas Instruments si è posta con la recente introduzione della famiglia di Mcu MSP430 con fron-end analogico (AFE) integrato per il rilevamento...

  • Le nuove famiglie di microcontroller SAM di Microchip

    Microchip ha presentato due famiglie di microcontroller (MCU) a 32 bit caratterizzate dalla disponibilità di una gamma completa di interfacce per connettività, elevate performance e un sistema di sicurezza hardware-based. Le due famiglie sono siglate rispettivamente SAM...

  • Denso sceglie Cypress per il quadro strumenti della Toyota Camry 2017

    Cypress Semiconductor annuncia che Denso Corporation ha scelto la famiglia di microcontrollori per l’automotive Traveo  di Cypress e la famiglia di memorie Serial NOR di FL-S per abilitare la grafica avanzata nel quadro strumentazione della  Toyota Camry ...

  • MERCATI – Cloud, AI e IoT nel futuro di MPU e MCU

    I microprocessori evolvono alla luce delle esigenze di Cloud Computing e Big Data, mentre il mercato dei microcontrollori si espande trainato dall’IoT Leggi l’articolo su EONews di luglio/agosto

  • Cypress espande il suo portafoglio di MCU automotive

    Cypress ha annunciato la disponibilità dei campioni dei nuovi microcontroller della famiglia Traveo per applicazioni automotive. I nuovi MCU supportano lo standard CAN FD per il networking in-vehicle, che consente lo scambio di elevate quantità di dati...

  • Processori ARM Cortex-M0 per missioni spaziali

    Per la prima volta una MCU resistente alle radiazioni basata su core ARM e progettata esplicitamente per operare in condizioni estreme è stata utilizzata per svolgere un ruolo chiave nell’ambito del progetto Rheme Leggi l’articolo su Elettronica...

Scopri le novità scelte per te x