Semiconduttori: cresce la richiesta nel mercato cinese

Pubblicato il 3 agosto 2015

In Cina i ricavi dei semiconduttori per l’ambito automobilistico saranno di 6.2 miliardi nel 2015.

Nonostante le vendite di veicoli in Cina stiano rallentando, nei prossimi anni saranno necessari semiconduttori in numero sempre maggiore e sempre più performanti per applicazioni nel settore automotive. Lo si apprende da una recente indagine condotta da IHS sui semiconduttori per l’automotive.

Il totale dei ricavi dei semiconduttori per l’automotive in Cina ha raggiunto 5,6 miliardi di dollari nel 2014 con ricavi in crescita nell’ordine dell’11% sull’anno precedente, fino a raggiungere 6.2 miliardi di dollari nel 2015.

I semiconduttori sono utilizzati nelle vetture per i sistemi di distribuzione, per tutto ciò che riguarda l’infotainment, nei sistemi elettronici, nell’abitacolo delle vetture. E questi, secondo IHS, sono i principali driver  alla crescita del fatturato.

“C’è una crescente attenzione per l’industria automobilistica, l’efficienza energetica e l’energia verde, così come la richiesta di maggiore sicurezza e una migliore esperienza di guida”, afferma Alex Liu, analista di IHS. “Per questo motivo, sempre più semiconduttori ad alte prestazioni saranno necessari nelle applicazioni automotive”.

Secondo l’ultimo report di IHS, Automotive Semiconductor Report,  in Cina la principale società di semiconduttori attiva nel settore automobilistico è Freescale, con il 15,5% del mercato, seguita da STMicroelectronics, con il 14% di share e NXP Semiconductors con il 12% del mercato.

“Le aziende cinesi locali sono forti nell’aftermarket automobilistico, perché hanno un vantaggio di prezzo, richiedono meno time-to-market e processi di progettazione più flessibili rispetto ai loro concorrenti non locali”, afferma Liu. “Con l’accumulo di conoscenze tecniche e stretti legami con i produttori di apparecchiature originali, alcuni player locali sono gradualmente entrati nel mercato delle applicazioni. Forniscono semiconduttori per applicazioni di fascia bassa per l’elettronica all’interno dell’abitacolo e nella carrozzeria, laddove la qualità e l’affidabilità presentano minore criticità, come il parcheggio assistito e altri sistemi avanzati di assistenza alla guida e infotainment  (radio e altri dispositivi per l’intrattenimento)”.

ap



Contenuti correlati

  • La Cina approva la vendita di Toshiba Memory a Bain Capital

    Bain Capital, fondo di private equity statunitense, ha ricevuto l’approvazione per l’acquisizione da 18 miliardi di dollari di Toshiba Memory. Per l’accordo, infatti, mancava ancora l’ok dell’autorità antritrust cinese, ritardata a causa della guerra commerciale in atto tra Stati...

  • Due nuovi MOSFET di potenza a canale N da Toshiba

    Toshiba Electronics Europe ha ampliato la sua gamma di MOSFET di potenza a canale N per applicazioni automotive con due nuovi prodotti ospitati in un compatto (5×6 mm) package di tipo SOP Advance (WF) a bassa resistenza....

  • I dazi di Trump colpiranno anche la distribuzione

    Saranno colpiti anche i distributori di componenti elettronici dalla guerra dei dazi tra Trump e la Cina? Secondo quanto riferito dagli esperti dell’International Distribution of Electronics Association (IDEA) l’attuale elenco dei dazi proposti contiene oltre 1.400 prodotti che...

  • Connettività automotive sicura con Green Hills e u-blox

    Green Hills Software ha ampliato la sua piattaforma per la connettività sicura per applicazioni automotive con le tecnologie di u-blox. La piattaforma offre un’ampia scelta di opzioni di connettività ad alta velocità per l’infotainment, la guida autonoma,...

  • Visione neuromorfica per gli autoveicoli a guida autonoma e per occhiali bionici

    Una start-up francese ha realizzato un chip neuromorfico di visione con un’eccezionale efficienza nella cattura dei movimenti, ottimo non solo per i sistemi di visione automotive o a bordo dei droni o dei robot, ma anche per...

  • Toshiba Memory Europe: memorie NAND Flash UFS 2.1 per automotive

    Toshiba Memory Europe  ha iniziato la consegna dei campioni di memorie Flash NAND embedded per applicazioni automotive compatibili con lo standard JEDEC UFS versione 2.1. Questi componenti soddisfano i requisiti dello standard AEC-Q100 di Classe 2 e...

  • Connettività in ambito automotive

    Le applicazioni IIoT diventano indispensabili non solo per migliorare la sicurezza a bordo degli autoveicoli e abbattere il traffico nelle metropoli ma anche per concepire nuovi servizi gestibili con le piattaforme cloud Leggi l’articolo su Elettronica Oggi...

  • Sistemi “mild hybrid” a 48V per le auto del futuro

    Normative su emissioni e consumi sempre più stringenti impongono ai big player del comparto automotive di correre ai ripari: Il dispositivo ISL78226 è un controllore PWM sincrono bidirezionale a 6 fasi per sistemi a 12V/48V espressamente ideato...

  • L’automotive traina la crescita dei microcontrollori

    Il mercato dei microcontrollori si sta ampliando anche grazie alle applicazioni nel settore automotive Leggi l’articolo su EONews di dicembre 2017

  • Connettività in ambito automotive

    Le applicazioni IIoT diventano indispensabili non solo per migliorare la sicurezza a bordo degli autoveicoli e abbattere il traffico nelle metropoli ma anche per concepire nuovi servizi gestibili con le piattaforme cloud Leggi l’articolo su Elettronica Oggi...

Scopri le novità scelte per te x